IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Must-Have (pagina 4)

Must-Have

MARTI Unmade Beds

MARTI unmade beds
Nel 2006 i Marti risultavano già essere merce di qualità, perché suonavano freschi, mai banali, per nulla ripetitivi. Stilosi con garbo, senza strafare. A capo del progetto Andrea Bruschi, capace di coinvolgere anche Paolo Benvegnù – l’ex leader degli Scisma firmò la produzione dell’album d'esordio. che ha nella malinconica dolcezza di “September in the rain”, nell’incedere quasi delirante di “Walkout of this club with me”, nella martellante “Rose” e nella…

Score

0

Nel 2006 i Marti risultavano già essere merce di qualità, perché suonavano freschi, mai banali, per nulla ripetitivi. Stilosi con garbo, senza strafare. A capo del progetto Andrea Bruschi, capace di coinvolgere...

Leggi Articolo »

GIULIO CASALE Dalla parte del torto

GIULIO CASALE dalla parte del torto
Cantante, musicista, attore, poeta. Tante le etichette (con merito) sulla schiena di Giulio Casale, già leader dei supremi Estra, davvero tante, ma quella che meglio gli calza è “sottovalutato”. Sì, Giulio Casale è un “sottovalutato”, . "Dalla parte del torto" ha segnato nel 2012 il suo ritorno sulle scene musicali dopo tanti anni di teatro. Quando di Casale si faranno larghi consuntivi, questo disco sarà valutato come una delle sue cose più belle, per la forza dei testi, per le suggestioni che sa creare nell’ascoltatore e…

Score

0

Cantante, musicista, attore, poeta. Tante le etichette (con merito) sulla schiena di Giulio Casale, già leader dei supremi Estra, davvero tante, ma quella che meglio gli calza è “sottovalutato”. Sì,...

Leggi Articolo »

EDDA Semper biot

EDDA semper biot
In un’altra vita artistica, Edda è stato il cantante di una band storica dell’underground italiano, cioè i Ritmo Tribale. Nel 2009 - dopo un lunghissimo silenzio e casini personali - è tornato a cantare, dando alla luce “Semper biot”, espressione milanese che sta per “sempre nudo”, una dichiarazione assoluta, perché “Semper biot” è proprio così, . Le dodici tracce che compongono il compact si muovono lungo le coordinate del folk rock ed esprimono un’urgenza poetica davvero notevole. Nell’iniziale “Io e te” c’è anche il…

Score

0

In un’altra vita artistica, Edda è stato il cantante di una band storica dell’underground italiano, cioè i Ritmo Tribale. Nel 2009 – dopo un lunghissimo silenzio e casini personali –...

Leggi Articolo »

ROBERTO ANGELINI La Vista Concessa

ROBERTO ANGELINI la_vista_concessa
Una delle cose più complicate in ambito musicale è definire l’ispirazione, l’autenticità, la genuinità di chi propone le proprie canzoni all’attenzione altrui. Ci sono situazioni, però, in cui la realtà esposta è talmente intima da lasciare pochissimi dubbi sull’autenticità del disco in esame. E azzardando, questo è il caso. . "La Vista Concessa" resta tutt'oggi un lavoro estremamente intimo, a tratti viscerale nel suo modo di esporsi. E’ un bel disco? Assolutamente sì, perché pesandolo, gli elementi positivi sono superiori alle sbavature, e nel suo…

Score

0

Una delle cose più complicate in ambito musicale è definire l’ispirazione, l’autenticità, la genuinità di chi propone le proprie canzoni all’attenzione altrui. Ci sono situazioni, però, in cui la realtà...

Leggi Articolo »

STATELESS Stateless

STATELESS
Nel 2007 vi avremmo consigliato di segnarvi ‘sto nome: Stateless. E segnatevelo anche adesso che sono un po' spariti dalla circolazione. Segnatevelo soprattutto se ascoltate i Coldplay, se avete amato i primi Radiohead o se ogni tanto rimettete su Jeff Buckley e un po’ vi emozionate. Insomma, se amate un certo tipo di pop, quello che ti lascia addosso un filo di malinconia, questo è il disco giusto. Gli Stateless arrivano da Leeds e per loro all'inizio si è mossa addirittura la prestigiosa K7 Records di Berlino – il gruppo ha inoltre attirato le simpatie di Dj Shadow. Il…

Score

0

Nel 2007 vi avremmo consigliato di segnarvi ‘sto nome: Stateless. E segnatevelo anche adesso che sono un po’ spariti dalla circolazione. Segnatevelo soprattutto se ascoltate i Coldplay, se avete amato...

Leggi Articolo »

SHABLO The Second Feeling

SHABLO the second feeling
Parafrasando Salmo, oggi tutti sanno il nome di Shablo, ma nel 2008, quando uscì il suo primo lavoro, non è che fosse un produttore così popolare in Italia. E forse è anche per questo che "The Second Feeling" non ottenne la visibilità meritata. Parliamo di un disco davvero notevole, che anche a distanza di anni mantiene inalterata la sua forza espressiva. Come un processore che supporta contemporaneamente più applicazioni, Shablo maneggia qui ritmiche e idee sonore. Il suo “The Second Feeling” è un concentrato di generi diversi (hip hop, soul, jazz, suoni caldi e molto altro ancora), stretti assieme…

Score

0

Parafrasando Salmo, oggi tutti sanno il nome di Shablo, ma nel 2008, quando uscì il suo primo lavoro, non è che fosse un produttore così popolare in Italia. E forse...

Leggi Articolo »