IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Alternative (pagina 10)

Alternative

COSMETIC Core

COSMETIC core
Premessa di natura tecnica: negli ultimi anni abbiamo recensito migliaia di titoli su distopic.it, e il nome dei Cosmetic risulta nella top 10 delle nostre visualizzazioni. Merito dei Social? Merito della loro fan base? No, merito di Google e di una scelta intelligente, perché il loro nome ha portato curiosi da ogni angolo del mondo sul nostro sito. Tenetelo a mente se avete l'ardire di fare musica: niente nomi che non significano un cazzo o che vi ricordano gli scioglilingua delle medie, andate su qualcosa di semplice ed efficace. Cosmetic, appunto. Ora veniamo alla recensione. "Core" è un album…

Score

QUALITA' - 62%

62%

62

Premessa di natura tecnica: negli ultimi anni abbiamo recensito migliaia di titoli su distopic.it, e il nome dei Cosmetic risulta nella top 10 delle nostre visualizzazioni. Merito dei Social? Merito...

Leggi Articolo »

BLITZ Marte è un paradiso

BLITZ marte paradiso
"Marte è un paradiso” è l'album d’esordio dei Blitz, duo composto da Maddalena Zavatta (voce) e Silvio Pasqualini (pianoforte, basso, chitarra elettrica e batteria). . Ci convince meno la voce di Maddalena, spesso troppo timida quando invece dovrebbe osare, spingere e portare valore aggiunto alle canzoni. Ecco, sotto questo punto di vista (cioè la scintilla che crea coinvolgimento emotivo nell'ascoltatore) il duo può crescere ancora parecchio. Mezzo…

Score

QUALITA' - 60%

60%

60

“Marte è un paradiso” è l’album d’esordio dei Blitz, duo composto da Maddalena Zavatta (voce) e Silvio Pasqualini (pianoforte, basso, chitarra elettrica e batteria). L’atmosfera generale del disco è interessante:...

Leggi Articolo »

MISTONOCIVO Superego

MISTONOCIVO superego
“Superego” è il quinto album in studio dei Mistonocivo: il disco ha sancito il ritorno sulle scene della band nata nel 1994 a Vicenza, a 8 anni di distanza dall’ultimo lavoro. La prima cosa che colpisce del compact è il suono: attuale, ben calibrato, un mix di rock ed elettronica che sa esprimere stati d'animo differenti e che pesca dal meglio degli Anni Novanta e Duemila, c'è infatti qualcosa dei Depeche Mode, tanto dei Radiohead, persino qualcosina dei Tool. Il primo ascolto è estremamente piacevole, quelli successivi non ridimensionano le sensazioni iniziali. Forse dalle linee melodiche si poteva tirare fuori qualcosa…

Score

QUALITA' - 65%

65%

65

“Superego” è il quinto album in studio dei Mistonocivo: il disco ha sancito il ritorno sulle scene della band nata nel 1994 a Vicenza, a 8 anni di distanza dall’ultimo lavoro....

Leggi Articolo »

IL DILUVIO Il Diluvio

diluvio
Cinque brani (cantati in inglese) per un esordio che contiene al suo interne tantissimo rock alternativo e anche diverse pecche. La prima è quella più evidente: spesso si tende ad allungare il brodo con parti strumentali che sinceramente non aggiungono sostanza alla scaletta e finiscono per risultare come semplicissimi esercizi di stile, un modo per ammirarsi allo specchio. Quello dei Il Diluvio è un album che ha intuizioni interessanti per quanto riguarda la parte elettronica, ma nel complesso le canzoni sono debolucce e c'è da lavorare parecchio su tutti gli aspetti della proposta. E soprattutto c'è da asciugare, badando di…

Score

QUALITA' - 50%

50%

50

Cinque brani (cantati in inglese) per un esordio che contiene al suo interne tantissimo rock alternativo e anche diverse pecche. La prima è quella più evidente: spesso si tende ad...

Leggi Articolo »

TAGUA Sincronisia

tagua sincronisia
“Sincronisia” è il titolo dell'esordio dei Tagua, band bergamasca il cui nome si ispira ad una varietà di avorio vegetale ricavato dai semi di una palma del Sud America che è molto simile all'avorio animale per consistenza, colore e aspetto. Siamo nel campo del rock alternativo con "Sincronisia", quindi chitarre in bella evidenza, una chiara propensione ai cambi di ritmo e atmosfere che richiamano gli Anni Novanta. Emanuela Valsecchi è la voce dei Tagua, ed è una bella voce. Purtroppo a fregare il gruppo bergamasco è lo stile, nel senso che al momento non c'è, perché il suono (per quanto…

Score

QUALITA' - 50%

50%

50

“Sincronisia” è il titolo dell’esordio dei Tagua, band bergamasca il cui nome si ispira ad una varietà di avorio vegetale ricavato dai semi di una palma del Sud America che...

Leggi Articolo »

NADÀR SOLO Semplice

nadar solo semplice
Non è un disco... semplice, quello dei Nadàr Solo. Perché gli aspetti da valutare sono diversi e talvolta contrastano fra loro. Da un lato è apprezzabile la volontà della band di proporre canzoni schiette, immediate, dal lato opposto però il suono in alcuni passaggi non ci pare calibrato al meglio, con soluzioni molto derivative - certi giri di chitarra ci sembrano sfacciati omaggi agli Smashing Pumpkins. Prendiamo inoltre in esame i testi: per nulla banali, piccoli racconti efficaci, ma penalizzati da linee melodiche che talvolta faticano a decollare. Insomma, "Semplice" è un continuo guardare il bicchiere mezzo pieno e mezzo…

Score

QUALITA' - 65%

65%

65

Non è un disco… semplice, quello dei Nadàr Solo. Perché gli aspetti da valutare sono diversi e talvolta contrastano fra loro. Da un lato è apprezzabile la volontà della band di...

Leggi Articolo »

THE BLACK ANIMALS Samurai

BLACK ANIMALS samurai
Rock Anni '70 e rock alternativo Anni '90. Il tutto declinato in italiano. Queste le coordinate di "Samurai", esordio dei The Black Animals che - opinione del tutto personale - si sono scelti un nome veramente cazzuto. Davvero non ci aveva ancora pensato nessuno? . Il punto debole…

Score

QUALITA' - 55%

55%

55

Rock Anni ’70 e rock alternativo Anni ’90. Il tutto declinato in italiano. Queste le coordinate di “Samurai“, esordio dei The Black Animals che – opinione del tutto personale – si...

Leggi Articolo »

TWOAS4 Marea Gluma

twoas4 marea gluma
Lavoro ambizioso, quello dei toscani Twoas4, che hanno il pregio di presentarsi con un bellissimo artwork. "Marea Gluma" è un album di rock (newyorchese) con svariate sfumature e una scaletta composta da undici brani che alternano italiano, inglese, rumeno. . Questo per dire che "Marea Gluma" si guarda tanto e troppo allo specchio, dando poche chiavi di lettura all'utente. La…

Score

QUALITA' - 58%

58%

58

Lavoro ambizioso, quello dei toscani Twoas4, che hanno il pregio di presentarsi con un bellissimo artwork. “Marea Gluma” è un album di rock (newyorchese) con svariate sfumature e una scaletta composta...

Leggi Articolo »

ZEBRA FINK Zeno

ZEBRA FINK zeno
Gli Zebra Fink fanno rock alternativo. Si fossero mossi negli Anni Novanta si sarebbero guadagnati di sicuro alcuni passaggi su VideoMusic, ma nel 2016 il loro suono arriva al traguardo fuori tempo massimo e con il fiatone. Questo per dire che "Zeno" non è un album particolarmente originale, e dispiace perché dal punto di vista lirico c'è impegno e voglia di cercare soluzioni persino azzardate, ma .

Score

QUALITA' - 50%

50%

50

Gli Zebra Fink fanno rock alternativo. Si fossero mossi negli Anni Novanta si sarebbero guadagnati di sicuro alcuni passaggi su VideoMusic, ma nel 2016 il loro suono arriva al traguardo...

Leggi Articolo »

IYV I killed someone

IYV killed someone
Già presentarti con un disco di 13 canzoni per 55 minuti di musica non è una grande idea, se all'errore aggiungi errore, allora la sufficienza resta un miraggio. Gli Iyv sono attivi dal 2001 e il loro terzo album è stato missato dal sempre bravo Tommaso Mantelli. "I killed someone" è un lavoro che parla essenzialmente la lingua del rock di matrice indipendente e che - come detto - mette eccessiva carne al fuoco. La band suona bene e anche l'attitudine è discreta, ma c'è veramente tanto di tanti nello stile degli Iyv. Un esempio? Se avete dimestichezza coi Thirty…

Score

QUALITA' - 54%

54%

54

Già presentarti con un disco di 13 canzoni per 55 minuti di musica non è una grande idea, se all’errore aggiungi errore, allora la sufficienza resta un miraggio. Gli Iyv...

Leggi Articolo »