IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Canzone d’autore (pagina 20)

Canzone d’autore

ESPADA Love Storm

ESPADA love storm
Come attitudine ci siamo. Gli Espada hanno infatti un bel modo di fare musica: la voce di Giacomo Gigli è meravigliosa e sa creare atmosfere cariche di energie diverse. E poi c'è il rock che si fa blues, quella passione per il cantautorato. Purtroppo però a "Love Storm" manca uno stile, un marchio riconoscibile, perché gli Espada fanno tutto benino, ma il loro è un suono derivativo, che piace ma non lascia un segno tangibile, nel senso che senti le loro canzoni con estremo piacere, ma messo via il compact ti resta la sensazione di aver ascoltato qualcosa di già sentito…

Score

QUALITA' - 59%

59%

59

Come attitudine ci siamo. Gli Espada hanno infatti un bel modo di fare musica: la voce di Giacomo Gigli è meravigliosa e sa creare atmosfere cariche di energie diverse. E poi...

Leggi Articolo »

ROBERTA GIALLO L'oscurità di Guillaume

roberta giallo loscurita guillaume
Roberta Giallo ha fatto da corista - fra gli altri - a Lucio Dalla e Samuele Bersani. Il suo "L'oscurità di Guillaume" è un lavoro ambizioso: tanto pianoforte, una voce che ha sfumature diverse e linee melodiche azzeccate. Lo stile della Giallo rimanda a certe cose di Tori Amos, ma soprattutto la mente corre verso la sfrontatezza di Amanda Palmer. «“L'oscurità di Guillaume” è un disco ispirato e senza tempo che indaga sull'amore archetipico. Ho scritto tutte le canzoni “calandomi” in un altrove dell'animo, cercando di connettermi con le emozioni nel loro stato più puro. Tuttavia, se proprio devo…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

Roberta Giallo ha fatto da corista – fra gli altri – a Lucio Dalla e Samuele Bersani. Il suo “L’oscurità di Guillaume” è un lavoro ambizioso: tanto pianoforte, una voce...

Leggi Articolo »

LA MADONNA DI MEZZASTRADA Crono

madonna mezzastrada crono
La Madonna di MezzaStrada, da Perugia, con "Crono" mettono sul bancone la voglia di mescolare cantautorato e rock. Testi ambizioni con suoni che strizzano l'occhio al pop, come nel caso del singolo "Formaldeide". In generale, però, il disco non ci ha fatto una grande impressione: gli arrangiamenti sono abbastanza ordinari, l'originalità non abita qui e le linee melodiche non offrono accelerazioni degne di nota all'ascoltatore. .

Score

QUALITA' - 55%

55%

55

La Madonna di MezzaStrada, da Perugia, con “Crono” mettono sul bancone la voglia di mescolare cantautorato e rock. Testi ambizioni con suoni che strizzano l’occhio al pop, come nel caso...

Leggi Articolo »

UMBERTO MARIA GIARDINI Futuro Proximo

UMBERTO MARIA GIARDINI futuro proximo
In tempi di incertezze, con Bruxelles che ci chiede manovre correttive ogni 3x2 e leggi elettorali così raffazzonate che anche votando cento volte non darebbero mai un vincitore certo, affidarsi a dei punti fermi è cosa buona (e giusta). Umberto Maria Giardini è un appiglio solido. Perché in ogni disco mischia un pochino le carte, ma poi, alla fine, la sostanza non muta mai, e la sostanza è quel modo personalissimo di raccontare il mondo, la realtà (propria) e le realtà (degli altri). "Futuro Proximo" è un album elettrico ma non nervoso, è un lavoro che conferma Giardini come…

Score

QUALITA' - 72%

72%

72

In tempi di incertezze, con Bruxelles che ci chiede manovre correttive ogni 3×2 e leggi elettorali così raffazzonate che anche votando cento volte non darebbero mai un vincitore certo, affidarsi...

Leggi Articolo »

DULCAMARA Indiana

DULCAMARA indiana
Mattia Zani è anima e corpo del progetto Dulcamara. Vogliamo partire da lui perché musiche, testi e arrangiamenti sono suoi. Iniziamo dalle musiche: "Indiana" è un disco di folk cantautorale, l'America è il punto di riferimento ma non siamo al più classico dei "Tu vuò fa l'americano", nel senso che Zani non esagera coi riferimenti e non snatura il suo suono rendendolo eccessivamente derivativo. Gli arrangiamenti sono funzionali, discreti, intelligenti. . La scaletta…

Score

QUALITA' - 68%

68%

68

Mattia Zani è anima e corpo del progetto Dulcamara. Vogliamo partire da lui perché musiche, testi e arrangiamenti sono suoi. Iniziamo dalle musiche: “Indiana” è un disco di folk cantautorale, l’America...

Leggi Articolo »

ANTONIO FIRMANI La galleria del vento

ANTONIO FIRMANI la galleria del vento
«Questo disco parla della vita di coppia al bivio dei trent’anni, i meccanismi che la muovono e le dinamiche che invece la immobilizzano. Mi piaceva l’idea di non scrivere un album di finzione, bensì di qualcosa che, seppure in parte, conosco e ho vissuto. Il fuoco delle storie è sulla mia generazione, quella dei trentenni, vista attraverso gli occhi dei due protagonisti del disco: Mario e Alice». Bella voce, quella di Antonio Firmani. Ma con una bella voce ci fai poco se non hai anche delle buone canzoni. Fortunatamente per lui, Firmani con "La galleria del vento" dimostra di avere…

Score

QUALITA' - 66%

66%

66

«Questo disco parla della vita di coppia al bivio dei trent’anni, i meccanismi che la muovono e le dinamiche che invece la immobilizzano. Mi piaceva l’idea di non scrivere un...

Leggi Articolo »

IL GRANDE CAPO Promesse.

GRANDE CAPO promesse
Ancora non ci siamo del tutto, ma la strada imboccata è quella giusta. Il primo disco de Il Grande Capo sta in equilibrio fra canzone d'autore e sintetizzatore, fra Anni Settanta e Anni Duemila, fra poesia, pop, rock e quotidianità. Nel maneggiare la melodia il gruppo lascia intravvedere ampi margini di miglioramento, così come nell'allestire una scaletta efficace, ma "Promesse." ha anche degli aspetti positivi evidenti: intanto dal punto di vista lirico c'è grande qualità nei testi di Elio D'Alessandro, inoltre la band si è presa dei rischi nell'arrangiamento dei brani - in questo senso date un ascolto a "Pubalgia".…

Score

QUALITA' - 67%

67%

67

Ancora non ci siamo del tutto, ma la strada imboccata è quella giusta. Il primo disco de Il Grande Capo sta in equilibrio fra canzone d’autore e sintetizzatore, fra Anni...

Leggi Articolo »

ROCCO TRAISCI L'amore ai tempi della collera

ROCCO TRAISCI lamore_ai_tempi_della_collera
Ci sono tre livelli nella canzone d'autore moderna: il livello più basso è quello dove ci trovi i "copioni spudorati", gente che non solo sogna di rifare Guccini, ma sotto sotto crede persino di esserlo e ha sostituito il nome di battesimo con un più consono Francesco. All'estremo ci sono quelli che provano a ridefinire le coordinate del genere. Poi nel mezzo ci sono quelli che pescano dai due livelli. Rocco Traisci con "L'amore ai tempi della collera" sta nel mondo di mezzo - giusto per citare Carminati. Il Nostro prova a mischiare le carte in tavola, ma le buone…

Score

QUALITA' - 54%

54%

54

Ci sono tre livelli nella canzone d’autore moderna: il livello più basso è quello dove ci trovi i “copioni spudorati”, gente che non solo sogna di rifare Guccini, ma sotto...

Leggi Articolo »

MOTTA La fine dei vent'anni

MOTTA la fine dei ventanni
Per il Premio Tenco è stata la miglior opera prima del 2016. E in effetti "La fine dei vent'anni" è un disco ispirato. Prodotto da Riccardo Sinigallia, Motta (fondatore del gruppo Criminal Jokers) ha messo assieme 10 canzoni che hanno un punto di forza evidente, cioè arrangiamenti meravigliosi. Lungo la scaletta non c'è un brano simile a un altro, tutto è vario ma nel contempo (magia) omogeneo. Lo stesso autore modella la sua voce a seconda delle circostanze: il tono è sfrontato quando il ritmo sale, mentre si fa accogliente quando l'atmosfera è lenta. "La fine dei vent'anni" è un…

Score

QUALITA' - 78%

78%

78

Per il Premio Tenco è stata la miglior opera prima del 2016. E in effetti “La fine dei vent’anni” è un disco ispirato. Prodotto da Riccardo Sinigallia, Motta (fondatore del gruppo...

Leggi Articolo »

GIUSEPPE RICCA Luci e Ombre

GIUSEPPE RICCA luci ombre
Ci vuole tempo per entrare in sintonia con il lavoro di Giuseppe Ricca: l'album parte bene, poi perde quota e poi torna a destare interesse. L'artista usa la canzone d'autore (e il pop) per esprimere il suo universo musicale e commette l'errore di mettere troppa carne al fuoco: 12 brani per quasi 50 minuti di ascolto, onestamente un'esagerazione visto che alcuni episodi sembrano stare lì più per riempire che per dare sostanza al contesto generale. Noi avremmo optato per una durata ridotta per fornire maggior efficacia alla scaletta. Ricca maneggia piuttosto bene la melodia e sa senza dubbio scrivere. Non tutti gli arrangiamenti ci convincono:…

Score

QUALITA' - 64%

64%

64

Ci vuole tempo per entrare in sintonia con il lavoro di Giuseppe Ricca: l’album parte bene, poi perde quota e poi torna a destare interesse. L’artista usa la canzone d’autore (e il pop)...

Leggi Articolo »