IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Canzone d’autore (pagina 3)

Canzone d’autore

GIANLUCA GILL Disco Quantistico

gianluca gill
Disco veloce (neppure mezz'ora), disco ambizioso, disco che guarda al passato e al futuro nel contempo, quindi la lezione del cantautorato italiano che fu, e l'idea di costruire arrangiamenti attuali, non modernissimi, ma attuali. In questo costante equilibrio e disequilibrio, il catanese Gianluca Gill prova con il suo "Disco Quantistico" a rendere omaggio a un pop tipicamente Anni Settanta, con Battiato quasi sempre sullo sfondo, che però ha il merito di incuriosire e intrattenere. Il flirt con la melodia è dichiarato ma non sempre va a colpire il bersaglio grosso nei ritornelli. In scaletta 8 pezzi, con una prima…

Score

QUALITA' - 64%

64%

64

Disco veloce (neppure mezz’ora), disco ambizioso, disco che guarda al passato e al futuro nel contempo, quindi la lezione del cantautorato italiano che fu, e l’idea di costruire arrangiamenti attuali,...

Leggi Articolo »

JOHNNY DALBASSO Cannonball

johnny dalbasso cannonball
Rock e cantautorato, un po' di De Andrè e qualcosa di Camerini. C'è tanto in questo "Cannonball", ma ci sono soprattutto le canzoni: 11 pezzi velocissimi che portano la durata a lambire i trenta minuti. Un viaggio perfetto per un album che vive di immediatezza, quindi strofe taglienti e via subito coi ritornelli. Gli arrangiamenti sono sofisticati quel tanto che basta per rendere il compact vario. "Cannonball" è la terza fatica in studio di Johnny DalBasso e conta anche una versione alternativa di “Furore”, l’indimenticabile classico di Adriano Celentano. Occhio anche alla conclusiva "Adesso e qui". Ma il brano…

Score

QUALITA' - 69%

69%

69

Rock e cantautorato, un po’ di De Andrè e qualcosa di Camerini. C’è tanto in questo “Cannonball“, ma ci sono soprattutto le canzoni: 11 pezzi velocissimi che portano la durata...

Leggi Articolo »

EDY Variazioni

edy variazioni
E' difficile stare dietro a tutte le uscite, così capita che talvolta un disco ci arrivi fra le mani a distanza di mesi. Ok, vi diciamo la verità, in questi casi se non è proprio meritevole (a nostro avviso, naturalmente) lo scartiamo, però quando la qualità è evidente non possiamo tirarci indietro. Anche se siamo nei tempi supplementari. Questo "Variazioni" è uscito lo scorso autunno, ed è l'esordio di Edy. Il disco svela la passione del Nostro per un pop originale, coraggioso ed è nato come conseguenza o, se vogliamo, come strano e poetico esito di un grave incidente…

Score

QUALITA' - 69%

69%

69

E’ difficile stare dietro a tutte le uscite, così capita che talvolta un disco ci arrivi fra le mani a distanza di mesi. Ok, vi diciamo la verità, in questi...

Leggi Articolo »

LANA DEL REY Norman Fucking Rockwell!

lana del rey norman fucking rockwell
Dopo diversi ascolti, continua a sfuggirci il perché molta stampa abbia osannato questo album definendolo persino il migliore dell'artista americana. "Norman Fucking Rockwell!" è senza dubbio un buon disco, con punte di eccellenza, ma se Lana Del Rey è qui migliorata nei testi (in passato ha sempre avuto il limite di un ostentato narcisismo), dal punto di vista musicale il compact ha mantenuto col passato soltanto la qualità nella produzione, perdendo invece tutto quel bagaglio di arrangiamenti raffinati, attuali e di pregio che negli ultimi anni hanno dato una marcia in più alla Del Rey. Ma ciò che manca…

Score

QUALITA' - 64%

64%

64

Dopo diversi ascolti, continua a sfuggirci il perché molta stampa abbia osannato questo album definendolo persino il migliore dell’artista americana. “Norman Fucking Rockwell!” è senza dubbio un buon disco, con...

Leggi Articolo »

LO STRANO FRUTTO Lo Strano Frutto

lo strano frutto
Lo Strano Frutto è il progetto solista di Enrico Teno Cappozzo. Il Nostro è qui impegnato in un EP di 5 pezzi dove la chitarra si mescola talvolta al sax, creando un mix di rock cantautorale e jazz gradevole al primo ascolto - con ampie concessioni all'orecchiabilità. Quasi tutti i brani tengono botta, e nel complesso l'EP sta in piedi. Episodi come l'iniziale "Tutto bene (per adesso)" e "Le mie gambe fragili" hanno indiscutibilmente qualcosa da dire perché esaltano l'istrionismo vocale dell'autore, che si trova a suo agio quando i toni si alzano ed è così libero... di liberare…

Score

QUALITA' - 69%

69%

69

Lo Strano Frutto è il progetto solista di Enrico Teno Cappozzo. Il Nostro è qui impegnato in un EP di 5 pezzi dove la chitarra si mescola talvolta al sax,...

Leggi Articolo »

GUSTAVO Dischi volanti per il gran finale

gustavo
Arriviamo in colpevole ritardo a recensire questo “Dischi volanti per il gran finale”, debutto del progetto Gustavo. Si tratta di un concept album tratto da alcune poesie composte dall’autore, musicista e produttore, Francesco Tedesco, che hanno come protagonista un personaggio di fantasia nato nel 1797, chiamato appunto Gustavo. per provare ad andare oltre il classico "già sentito". L'alchimia funziona piuttosto bene, non a caso il disco scivola via che è una meraviglia e mette in evidenza una…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

Arriviamo in colpevole ritardo a recensire questo “Dischi volanti per il gran finale”, debutto del progetto Gustavo. Si tratta di un concept album tratto da alcune poesie composte dall’autore, musicista...

Leggi Articolo »

GERARDO ATTANASIO Terraferma

gerardo attanasio
"Terraferma" è un disco pieno di saliscendi. Verrebbe quasi da definirlo un lavoro isterico, perché spesso c'è molta differenza (specialmente negli arrangiamenti) fra le varie canzoni in scaletta, . Le cose positive? Gerardo Attanasio ha una voce perfetta, che aggiunge personalità a tutte le canzoni, c'è anche proprietà di linguaggio nei testi (nonostante qualche rima sia chiusa in maniera discutibile) e pezzi come "Abu Tabela" e in…

Score

QUALITA' - 58%

58%

58

“Terraferma” è un disco pieno di saliscendi. Verrebbe quasi da definirlo un lavoro isterico, perché spesso c’è molta differenza (specialmente negli arrangiamenti) fra le varie canzoni in scaletta, come se...

Leggi Articolo »

IMPERMEABILI Non ci siamo per nessuno

impermeabili
Impermeabili è un progetto artistico che è nato nel 2015 dall'unione di due attori, Beppe Salmetti e Simone Tangolo diplomati in recitazione all’Accademia dei Filodrammatici e al Piccolo Teatro di Milano, con l'intento di unire musica e teatro in una sorta di cabaret musicale. Intento lodevole, se non fosse che lungo la scaletta la sensazione di "già sentito" è talmente evidente da condizionare l'ascolto. . Il risultato? Un disco del 2019 che suona vecchio, una canzone d'autore annoiante, anche quando strizza l'occhio al blues.

Score

QUALITA' - 48%

48%

48

Impermeabili è un progetto artistico che è nato nel 2015 dall’unione di due attori, Beppe Salmetti e Simone Tangolo diplomati in recitazione all’Accademia dei Filodrammatici e al Piccolo Teatro di Milano, con l’intento...

Leggi Articolo »

MURUBUTU Tenebra è la notte ed altri racconti di buio e crepuscoli

murubutu tenebra notte
Questo nuovo album di Murubutu (dedicato alla notte) mette sul tavolo più conferme che novità - e non è una critica, semmai è un modo semplice per dire che ormai il Nostro ha scelto (da tempo) una strada, un percorso distante anni luce dalle mode del momento. Nella musica di Murubutu la trap non ci entra neppure di sbieco e le tematiche che fanno "brutto" sono declinate in narrazione per un pubblico maturo. Insomma, è rap cantautorale, senza fronzoli, senza grandi (e inutili) citazioni e con una discreta fruibilità pop. Roba da leccarsi i baffi, per un pubblico non…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

Questo nuovo album di Murubutu (dedicato alla notte) mette sul tavolo più conferme che novità – e non è una critica, semmai è un modo semplice per dire che ormai...

Leggi Articolo »

MASSIMO VOLUME Il Nuotatore

massimo volume
Toh, un altro disco dei Massimo Volume. E' più o meno questo, quello che abbiamo pensato appena messo su "Il Nuotatore": entusiasmo poco, curiosità poca, pregiudizi tanti. E invece il nuovo lavoro di Emidio Clementi e soci non è malaccio: estremamente interessante dal punto di vista lirico (le storie hanno profondità e personalità), accettabile sotto il piano sonoro, anche se ci sono più ombre che luci, soprattutto nell'arrangiamento e nelle chitarre troppo simili in troppi pezzi. Insomma, per essere il disco di una band che ha attraversato indenne gli Anni Novanta, niente male. Il meglio è alle spalle, ma…

Score

QUALITA' - 64%

64%

64

Toh, un altro disco dei Massimo Volume. E’ più o meno questo, quello che abbiamo pensato appena messo su “Il Nuotatore“: entusiasmo poco, curiosità poca, pregiudizi tanti. E invece il...

Leggi Articolo »