IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Canzone d’autore (pagina 35)

Canzone d’autore

J MOON Melt

J_MOON_melt
J Moon è Jessica Einaudi, un cognome che pesa almeno una mezza tonnellata, perché se ti getti in politica avrai sempre quello che ti dirà "...sì, però in famiglia avete avuto un Presidente della Repubblica, facile così", se ti butti nello scrivere avrai sempre quello che ti dirà "...sì, però in famiglia avete avuto un editore, facile così" e se ti butti nella musica - come Jessica ha fatto - scappare dai paragoni con il padre, il celebre Ludovico Einaudi, non sarà mai roba semplice. Insomma, accerchiata dal passato e dal presente e da uno spirito irrequieto per natura, Jessica…

Score

QUALITA' - 67%

67%

67

J Moon è Jessica Einaudi, un cognome che pesa almeno una mezza tonnellata, perché se ti getti in politica avrai sempre quello che ti dirà “…sì, però in famiglia avete...

Leggi Articolo »

GIOVANNI TRUPPI Giovanni Truppi

GIOVANNI_TRUPPI
Non fatevi fregare dall'estetica bislacca che lo contraddistingue apparentemente. E' un disco ambizioso, quello di Giovanni Truppi: . Chi invece non ha voglia di spingersi sino al mitico Rino, può fermarsi a Bugo. Indicativamente le coordinate sono queste. E' un disco che parla di amore e di sesso, di politica e di Dio, delle donne e degli uomini. Insomma, Giovanni Truppi mette nel calderone un sacco di tematiche e arricchisce il tutto con un campionario di suoni che partendo da posizioni rock va…

Score

QUALITA' - 51%

51%

51

Non fatevi fregare dall’estetica bislacca che lo contraddistingue apparentemente. E’ un disco ambizioso, quello di Giovanni Truppi: prova a inseguire la strada indicata (a tanti) da Rino Gaetano, lanciando messaggi positivi...

Leggi Articolo »

ETRUSCHI FROM LAKOTA Non Ci Resta Che Ridere

Etruschi_From_Lakota_Non_Ci_Resta_Che_Ridere
Mai singolo d'esordio fu più azzeccato. Se proprio vi annoia ascoltare un disco intero per capire se una band può interessarvi, allora limitatevi all'ascolto della delirante "Cornflakes", che , andando a creare una miscela esplosiva. Ecco, basta questo brano per tratteggiare la cifra stilistica del progetto. Benvenuti alla fiera dell'assurdo di "Non Ci Resta Che Ridere", secondo lavoro dei toscani Etruschi From Lakota. Il disco parte da posizioni cantautorali per abbracciare generi diversi: pop, rock, country, musica americana del profondo sud, musica da ballare con le mani sul cinturone, il cappellaccio…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

Mai singolo d’esordio fu più azzeccato. Se proprio vi annoia ascoltare un disco intero per capire se una band può interessarvi, allora limitatevi all’ascolto della delirante “Cornflakes”, che nel finale omaggia...

Leggi Articolo »

ALESSANDRO GRAZIAN L'età più forte

alessandro grazian eta piu forte
Dai, se c'è una cosa che fa letteralmente girare le balle in questi tempi di crisi nera è buttare via i soldi. . Nato come totale autoproduzione e pubblicato grazie ad una campagna di crowdfunding, "L'età più forte" (LavorareStanca/Audioglobe) è un bel disco di cantautorato con canzoni scritte in punta di penna e arrangiamenti semplici ma efficaci. Al primo ascolto del compact sono le linee melodiche a lasciare il segno, anche se in alcuni episodi si…

Score

QUALITA' - 68%

68%

68

Dai, se c’è una cosa che fa letteralmente girare le balle in questi tempi di crisi nera è buttare via i soldi. Possono però tirare un sospiro di sollievo i 169...

Leggi Articolo »

ELETTRONOIR E che non se ne parli più

elettronoir
Se il nuovo disco degli Elettronoir fosse un incrocio, si ammasserebbero al centro un mucchio di fascinazioni complementari e diverse. Perché in "E che non se ne parli più" c'è davvero tanta roba, a partire dalla scaletta extra large (18 brani sono una esagerazione), ma ci sono anche dosi generose di rock, elettronica, canzone d'autore, melodia, pop. A chiudere il cerchio un cantato uomo/donna che fa tanto retrò. Tutte queste componenti finiscono per esaltare la resa di un compact che, tolti alcuni passaggi a vuoto, sta in piedi benissimo e che sa di prodotto da circolo letterario, forse perché nelle ambizioni…

Score

QUALITA' - 74%

74%

74

Se il nuovo disco degli Elettronoir fosse un incrocio, si ammasserebbero al centro un mucchio di fascinazioni complementari e diverse. Perché in “E che non se ne parli più” c’è...

Leggi Articolo »

GIANMARIA SIMON L'ennesimo Malecon

GIANMARIA_SIMON_lennesimo_malecon
Al primo ascolto ci avevano convinto solo il bel rifacimento di "Marizibill" di Léo Ferré e qualche spicciolo di canzone qua e là. Ma dal secondo ascolto "L'ennesimo Malecon" (Vrec) ha preso quota. (che da lontano assomiglia fisicamente a quel mascalzone di Tonino Carotone). Una canzone d'autore vicino a Capossela e a tanti altri Maestri del genere, insomma, nulla di particolarmente originale. Ma , a portata di mano, perché ha la…

Score

QUALITA' - 63%

63%

63

Al primo ascolto ci avevano convinto solo il bel rifacimento di “Marizibill” di Léo Ferré e qualche spicciolo di canzone qua e là. Ma dal secondo ascolto “L’ennesimo Malecon” (Vrec)...

Leggi Articolo »

ANDREA ARNOLDI E IL PESO DEL CORPO Le cose vanno usate le persone vanno amate

ANDREA_ARNOLDI_E_IL_PESO_DEL_CORPO_le_cose_vanno_usate_le_persone_vanno_amate
C'è qualcosa di cinematografico nell'arte di Andrea Arnoldi e Il peso del corpo: diverse costruzioni musicali, infatti, rimandano la memoria a certe idee (messe in atto) da Teho Teardo nelle sue colonne sonore. , perché sulle musiche, sugli arrangiamenti e sulla pastosità del suono si è fatto davvero un gran bel lavoro, però ci sono anche le parole, e le parole che danno corpo alle undici canzoni in scaletta sono il Tallone di Achille di un disco elegante, scritto in punta di penna e con accenti folk e fascinazioni…

Score

QUALITA' - 58%

58%

58

C’è qualcosa di cinematografico nell’arte di Andrea Arnoldi e Il peso del corpo: diverse costruzioni musicali, infatti, rimandano la memoria a certe idee (messe in atto) da Teho Teardo nelle sue colonne...

Leggi Articolo »

DIODATO A ritrovar bellezza

DIODATO_a_ritrovar_bellezza
Un album di cover è spesso il dazio che bisogna pagare per transitare il più velocemente possibile dalla scena indipendente a quella dove il pubblico è più eterogeneo e non disdegna i tuffi nel passato. Anche una partecipazione a Sanremo può contribuire in quest'ottica: Diodato nel giro di qualche mese ha versato il doppio obolo e ora, dopo l'ottimo compact d'esordio e un buon Sanremo alle spalle, eccolo con un disco di cover raffinate e cantate meravigliosamente. Insomma, se di operazione ruffiana si è trattato, va detto che è stata concepita (artisticamente) in maniera eccellente, perché il cd funziona. "A ritrovar…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

Un album di cover è spesso il dazio che bisogna pagare per transitare il più velocemente possibile dalla scena indipendente a quella dove il pubblico è più eterogeneo e non...

Leggi Articolo »

PAOLO BENVEGNÙ Earth Hotel

PAOLO_BENVEGNÙ_earth_hotel
Cos'è lo stile? Lo stile sono i primi 38 secondi di "Nello spazio profondo", il brano che apre il nuovo disco di Paolo Benvegnù. Poi ovvio, entra la voce dell'ex Scisma e tutto si fa più facile, ma soffermatevi su quei primi 38 secondi, perché lì c'è Benvegnù, in quella porzione di suoni c'è tutto lo stile tipico del cantautore milanese. "Earth Hotel" (Woodworm Music/Audioglobe) arriva a tre anni di distanza dalla pubblicazione del precedente “Hermann” ed è forse il lavoro più ambizioso di Benvegnù, soprattutto negli arrangiamenti. Sono poche, infatti, le canzoni proposte all'ascoltatore privilegiando l'essenzialità del contenuto, quasi tutti i brani si portano…

Score

QUALITA' - 69%

69%

69

Cos’è lo stile? Lo stile sono i primi 38 secondi di “Nello spazio profondo”, il brano che apre il nuovo disco di Paolo Benvegnù. Poi ovvio, entra la voce dell’ex Scisma...

Leggi Articolo »

FEDERICO FIUMANI Un ricordo che vale dieci lire

FEDERICO_FIUMANI_un_ricordo_che_vale_dieci_lire
Prodotto artisticamente da Alessandro Grazian e mixato da Antonio "Cooper" Cupertino, il nuovo lavoro di Federico Fiumani è composto da 11 canzoni selezionate tra le sue preferite e scritte in passato da Mostri Sacri del calibro di De Gregori, Guccini, Endrigo, Tenco, Battisti, Paolo Conte e diversi altri. , ma a scorrere la scaletta si potrebbero riscontrare tante altre assenze, quindi meglio soffermarci su chi c'è e sul perché c'è. "Un ricordo che vale dieci lire" (Diaframma Records/Self) è un disco che affonda le radici nel cuore e nella memoria del leader dei Diaframma che, su un certo tipo…

Score

QUALITA' - 67%

67%

67

Prodotto artisticamente da Alessandro Grazian e mixato da Antonio “Cooper” Cupertino, il nuovo lavoro di Federico Fiumani è composto da 11 canzoni selezionate tra le sue preferite e scritte in passato da Mostri Sacri del calibro di De Gregori,...

Leggi Articolo »