IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Electro (pagina 24)

Electro

MELT YOURSELF DOWN Last Evenings On Earth

MELT YOURSELF DOWN last_evenings_on_earth
Che roba è questa? Fossimo in un negozio di dischi, dove andremmo a mettere questo compact così particolare e pieno zeppo di schegge diverse? Bella sfida. "Last Evenings On Earth" mescola rock, sperimentazione, ritmi africani, ritmi urbani, jazz, una certa idea di hip hop e c'è persino del pop e dell'elettronica. Come si può chiamare 'sta roba qua? World music? Forse. L'ubriacatura sonora dura 36 minuti ed è una bella botta di vita. Nel senso che il primo ascolto è spiazzante, avverti un senso generale di disordine, eppure il piedino è lì che si muove, che batte il tempo. I…

Score

QUALITA' - 72%

72%

72

Che roba è questa? Fossimo in un negozio di dischi, dove andremmo a mettere questo compact così particolare e pieno zeppo di schegge diverse? Bella sfida. “Last Evenings On Earth” mescola...

Leggi Articolo »

TUBAX Governo Laser

TUBAX governo_laser
Partiamo dal progetto grafico, prodotto e ideato da Giacomo Schirru Manca, perfettamente recepito dal grafico e illustratore Bad Mandala, mentre la realizzazione del cd in versione pop-up è stata affidata a Giovanni Iafrate. . Ci abbiamo messo diversi minuti a comporlo con le nostre mani, ma alla fine avevamo un sorrisino soddisfatto. Si vive anche di piccolezze... Veniamo a questo…

Score

QUALITA' - 60%

60%

60

Partiamo dal progetto grafico, prodotto e ideato da Giacomo Schirru Manca, perfettamente recepito dal grafico e illustratore Bad Mandala, mentre la realizzazione del cd in versione pop-up è stata affidata a Giovanni Iafrate....

Leggi Articolo »

KARL MARX WAS A BROKER Monoscope

KARL MARX WAS A BROKER monoscope
E se vi dicessimo che i Karl Marx was a broker sono di un posto a caso (scegliete voi...) tra Germania, Inghilterra e Olanda, forse Belgio, forse Francia? Insomma, se non li conosceste e ascoltaste questo disco ci credereste? Noi propendiamo per il sì. Perché hanno un bel suono europeo, bello corposo, così solido che ti arriva a mattonate da tre chili e mezzo mentre ascolti "Monoscope". Di italiano cosa c'è in questo album? Boh. Ce lo siamo chiesti più volte sentendolo. C'è propensione alla melodia? Nì. Ci sono quelle chitarre che si guardano allo specchio (erroraccio di molte band nostrane)?…

Score

QUALITA' - 68%

68%

68

E se vi dicessimo che i Karl Marx was a broker sono di un posto a caso (scegliete voi…) tra Germania, Inghilterra e Olanda, forse Belgio, forse Francia? Insomma, se non li...

Leggi Articolo »

ELECTROADDA Electroadda

ELECTROADDA electroadda
Nati nel 2004, gli Electroadda arrivano qui al loro primo EP di brani inediti: 5 per l'esattezza. Il duo mescola rock ed elettronica, rischia qualcosina e la scaletta evidenzia almeno 3 pezzi degni di nota, insomma, il 60%, niente male. Il cantato (in inglese) va oltre il classico "compitino" e offre all'ascoltatore una performance mirata più all'interpretazione che alla tecnica fine a se stessa. . Il pezzo migliore? "Star Girl".

Score

QUALITA' - 61%

61%

61

Nati nel 2004, gli Electroadda arrivano qui al loro primo EP di brani inediti: 5 per l’esattezza. Il duo mescola rock ed elettronica, rischia qualcosina e la scaletta evidenzia almeno 3 pezzi...

Leggi Articolo »

HUMAN PROGRESSION MACHINE Kosmos

HUMAN PROGRESSION MACHINE kosmos
Human Progression Machine nasce nel 2013 dall’incontro tra il violinista Laurence Cocchiara ed il batterista Alessandro Graziani, con il fine comune di appagare un desiderio di sperimentare e creare nuove sonorità. . Ciò per dire che l'album funziona e questo al netto di qualche sbavatura…

Score

QUALITA' - 68%

68%

68

Human Progression Machine nasce nel 2013 dall’incontro tra il violinista Laurence Cocchiara ed il batterista Alessandro Graziani, con il fine comune di appagare un desiderio di sperimentare e creare nuove...

Leggi Articolo »

HUMANOIRA Fedeli alla linea

HUMANOIRA fedeli_alla_linea
Ci abbiamo messo un sacco prima di decidere cosa scrivere di questo album. Perché alcune cose ci piacciono parecchio, mentre altre molto, molto meno. Iniziamo dalle cose che ci piacciono: l'atmosfera vagamente Anni Novanta, la voglia di non sposare soluzioni comode negli arrangiamenti, la voglia di osare e anche spiazzare all'occorrenza. Ecco, ed , perché dal rock scivolano verso decine di altre fascinazioni (elettronica…

Score

QUALITA' - 58%

58%

58

Ci abbiamo messo un sacco prima di decidere cosa scrivere di questo album. Perché alcune cose ci piacciono parecchio, mentre altre molto, molto meno. Iniziamo dalle cose che ci piacciono:...

Leggi Articolo »

KAY ALIS Hidden

KAY ALIS hidden
Prima cosa: mettetelo a volume altissimo. Noi l'abbiamo ascoltato la prima volta a basso volume e "Hidden" ha reso la metà della metà. Quindi non abbiate paura, tenete la manopola tutta girata verso destra. I Kay Alis sono qui al primo lavoro. La loro proposta ha come pietra angolare l'elettronica, declinata in varie forme: ambient, trip hop, noise. La fruibilità pop del disco è apprezzabile, anche se molti sviluppi melodici sono stati troncati sul più bello - un limite o una pecca? Chissà. Quello che è certo è che il quartetto umbro ha un bel modo di maneggiare il…

Score

QUALITA' - 66%

66%

66

Prima cosa: mettetelo a volume altissimo. Noi l’abbiamo ascoltato la prima volta a basso volume e “Hidden” ha reso la metà della metà. Quindi non abbiate paura, tenete la manopola...

Leggi Articolo »

LES JEUX SONT FUNK Erasing Rock

LES JEUX SONT FUNK erasing_rock
Musica che puoi ascoltare in sottofondo facendo mille altre cose, ma anche facendo niente, oziando bellamente. Quella dei Les Jeux Sont Funk è musica che non chiede particolare attenzione ed è estremamente accessibile. "Erasing Rock" parla la lingua del funk (ma va?) ma strizza l'occhio anche al pop, all'elettronica, al soul e a certe atmosfere vintage. Il cantato di Elisa Amistadi è gradevolissimo, mentre le costruzioni sonore non sono particolarmente originali, ma se l'obiettivo dell'album è intrattenere, liberare l'ascoltatore dai pesi della vita quotidiana, allora l'obiettivo è raggiunto. Alziamo le mani e balliamo. Consapevoli che in giro c'è tanto…

Score

QUALITA' - 60%

60%

60

Musica che puoi ascoltare in sottofondo facendo mille altre cose, ma anche facendo niente, oziando bellamente. Quella dei Les Jeux Sont Funk è musica che non chiede particolare attenzione ed...

Leggi Articolo »

CARON DIMONIO Solaris

CARON DIMONIO solaris
Il nuovo album dei Caron Dimonio è suonato bene, c'è indiscutibilmente tecnica lungo le 13 tracce in scaletta. C'è però un'altra faccia della medaglia: il disco è all'insegna del "troppo". . Morale: "Solaris" è un album difficile da ascoltare in un colpo solo, con pochi cambi di registro e un suono molto derivativo, che affonda le sue…

Score

QUALITA' - 56%

56%

56

Il nuovo album dei Caron Dimonio è suonato bene, c’è indiscutibilmente tecnica lungo le 13 tracce in scaletta. C’è però un’altra faccia della medaglia: il disco è all’insegna del “troppo”....

Leggi Articolo »

NICOLA BATTISTI Bellissimo così

nicola battisti
L'album di Nicola Battisti è molto interessante dal punto di vista musicale, perché gli arrangiamenti sono quasi tutti sfiziosi e vanno a mescolare pop, canzone d'autore, un filo di elettronica. Nicola canta pure bene, con espressività. Purtroppo sui testi c'è ancora da lavorare, perché alcune rime sono veramente tirate per i capelli e sembrano buttate lì alla veloce - in quest'ottica "Festa" è un buon/cattivo esempio. In scaletta 8 brani per 25 minuti di musica. "Bellissimo così" è un disco rapido che cerca l'attenzione dell'ascoltatore con insistenza ma senza infastidire l'utente, l'approccio è garbato. Il pezzo migliore? Senza dubbio "Tu…

Score

QUALITA' - 57%

57%

57

L’album di Nicola Battisti è molto interessante dal punto di vista musicale, perché gli arrangiamenti sono quasi tutti sfiziosi e vanno a mescolare pop, canzone d’autore, un filo di elettronica. Nicola...

Leggi Articolo »