IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Italiano (pagina 2)

Italiano

CANNIBALI COMMESTIBILI Cannibali Commestibili

cannibali commestibili
I Cannibali Commestibili esordiscono qui con un disco omonimo dove il rock (americano) è l'invitato d'onore. L'album è cantato - e bene - in italiano. E' suonato - e bene - con tecnica e sensibilità. E' sviluppato - e bene - con un'idea di melodia che spesso valorizza i ritornelli. Il disco porta però con sé un peccato grave: l'originalità non abita qui. . A livello lirico la strada imboccata è quella giusta ma c'è da lavorare, per puntare…

Score

QUALITA' - 59%

59%

59

I Cannibali Commestibili esordiscono qui con un disco omonimo dove il rock (americano) è l’invitato d’onore. L’album è cantato – e bene – in italiano. E’ suonato – e bene...

Leggi Articolo »

HIGHSNOB Yin

highsnob yin
L'accoppiata è vincente: Highsnob e le sonorità di Andry the Hitmaker. Rap, suoni attuali e un gusto per la melodia che rappresenta un bel valore aggiunto. "Yin" è un EP di 6 pezzi e dice che Highsnob sta facendo un percorso giusto: . Il risultato sono canzoni che si possono ascoltatore con la testa spenta oppure seguire con attenzione, perché a livello lirico c'è qualità. Highsnob sa essere intimo con "Poison Ivy" e sfacciato in "Attacco di panico". In entrambe le occasioni…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

L’accoppiata è vincente: Highsnob e le sonorità di Andry the Hitmaker. Rap, suoni attuali e un gusto per la melodia che rappresenta un bel valore aggiunto. “Yin” è un EP...

Leggi Articolo »

GIAN MARCO CASTRO Out of the Past

gian marco castro
Gian Marco Castro è un giovane compositore e pianista siciliano, qui al suo album d’esordio. “Out of the Past” è un lavoro intimo, confidenziale, delicato, dove comanda il pianoforte e intervengono gli archi a tenere uniti gli angoli. E' un disco molto... cinematografico, nel senso che probabilmente con l'accompagnamento di immagini renderebbe di più, perché - e qui sta il suo limite - tende a essere un po' troppo ripetitivo nelle atmosfere, soprattutto nella prima parte dell'ascolto. E' come se la magia delle prime tracce diventasse - strada facendo - il regalo senza la sorpresa, la lampadina che non si…

Score

QUALITA' - 61%

61%

61

Gian Marco Castro è un giovane compositore e pianista siciliano, qui al suo album d’esordio. “Out of the Past” è un lavoro intimo, confidenziale, delicato, dove comanda il pianoforte e intervengono...

Leggi Articolo »

MICHELE BITOSSI A Noi Due

michele bitossi
"A Noi Due" è un disco di ritornelli killer. Nel senso che le 10 canzoni in scaletta sembrano un manifesto dedicato a chi ascolta o vuole fare pop senza perdersi nella terribile rima cuore/amore. A tutto ciò aggiungete una manciata di arrangiamenti sfiziosi, ed ecco che il quadro è completo. Michele Bitossi è una vecchia conoscenza della scena indipendente italiana: un pezzo alla volta il suo percorso è sempre andato migliorando, e anche a livello vocale il cambio di passo è evidente (oggi) se raffrontato con il passato: ha una padronanza dello "strumento voce" che 10/15 anni fa non…

Score

QUALITA' - 78%

78%

78

“A Noi Due” è un disco di ritornelli killer. Nel senso che le 10 canzoni in scaletta sembrano un manifesto dedicato a chi ascolta o vuole fare pop senza perdersi...

Leggi Articolo »

L’ENCICLOPEDIA DEI LIMITI Anni Luce

lenciclopediadeilimiti
L'Enciclopedia dei Limiti è il progetto di Alessio Falsone, qui al disco d'esordio. "Anni Luce" è un album di cantautorato intimo, che Falsone interpreta con un cantato che bisogna provare un po' a variare in futuro, perché al momento è monocorde, così poco espressivo che in alcuni passaggi si perde fra musica e parole. . Musicalmente…

Score

QUALITA' - 58%

58%

58

L’Enciclopedia dei Limiti è il progetto di Alessio Falsone, qui al disco d’esordio. “Anni Luce” è un album di cantautorato intimo, che Falsone interpreta con un cantato che bisogna provare...

Leggi Articolo »

BRILLA La Tuta di Goldrake

brilla
Metà ligure, metà toscano, Andrea Brilla ha trascorso la sua adolescenza ad ascoltare i cantautori italiani e a scrivere le sue prime canzoni. Nelle sue orecchie sono così passati gli ascolti di Battiato, Battisti, Dalla. Quindi non stupisce che questo "La Tuta di Goldrake" sia infarcito di atmosfere cantautorali e pop. . Questo per dire che l'album di Brilla non ha grosse pretese e - purtroppo…

Score

QUALITA' - 51%

51%

51

Metà ligure, metà toscano, Andrea Brilla ha trascorso la sua adolescenza ad ascoltare i cantautori italiani e a scrivere le sue prime canzoni. Nelle sue orecchie sono così passati gli ascolti...

Leggi Articolo »

WALTER CELI Blend

walter celi
Elettronica, pop e soul. Walter Celi fa una musica che nel mondo cammina con gambe proprie già da diverso tempo, ma in Italia l'approccio è da sempre timido, quasi timoroso verso un genere che forse - da noi - paga lo scotto di non apparire troppo... italiano. Insomma, è un territorio poco battuto, quello di Celi, quindi il confronto bisogna necessariamente farlo con ciò che si ascolta fuori dai nostri confini, e qui c'è la prima sorpresa: "Blend" è un disco che può essere esportato con l'orgoglio di aver fatto una cosa fatta bene. L'album ci soddisfa perché Celi…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

Elettronica, pop e soul. Walter Celi fa una musica che nel mondo cammina con gambe proprie già da diverso tempo, ma in Italia l’approccio è da sempre timido, quasi timoroso...

Leggi Articolo »

SEBASTIAN STRAW Welcome Yesterday

sebastian straw
“Welcome Yesterday” è un disco che rende omaggio al britpop, quindi l'ascolto delle 11 canzoni in scaletta riporta subito ai Beatles e a tutto quel filone che ha visto Oasis, Blur e Verve darsi battaglia per un paio di decenni. L'album di Sebastian Straw ondeggia fra un apprezzabile gusto per la melodia e arrangiamenti non sempre efficaci, tra la voglia di dare un'identità precisa ai brani (per quanto derivativa) e il desiderio di mescolare in un unico calderone intimità e rabbia. "Walk Towards The Sun" è forse il brano più sfacciatamente "oasisiano" del disco, ma è anche quello che…

Score

QUALITA' - 60%

60%

60

“Welcome Yesterday” è un disco che rende omaggio al britpop, quindi l’ascolto delle 11 canzoni in scaletta riporta subito ai Beatles e a tutto quel filone che ha visto Oasis,...

Leggi Articolo »

TOBIA LAMARE Songs for the present time

tobia lamare
Album non facile da valutare, questo "Songs for the present time". Per carità, tutte le canzoni in scaletta sono piacevoli, orecchiabili, intrattengono e l'ascolto scorre via senza problemi. Ma... I brani di Tobia Lamare sembrano cover, e forse è proprio questo il limite della produzione: la lezione dei vari Springsteen, Dylan, Van Morrison è presente e asfissiante, il risultato è così un disco non originalissimo ma che ha il merito di non annoiare. Insomma, il classico album più facile da ascoltare che da recensire. Vigliaccamente ci rifugiamo fra le calde braccia del 6 politico (non è nostro costume), perché…

Score

QUALITA' - 60%

60%

60

Album non facile da valutare, questo “Songs for the present time“. Per carità, tutte le canzoni in scaletta sono piacevoli, orecchiabili, intrattengono e l’ascolto scorre via senza problemi. Ma… I...

Leggi Articolo »

THE SOFTONE Golden Youth

thesoftone
“Golden Youth” è il quarto disco di The Softone, ovvero Giovanni Vicinanza, autore e produttore in toto di questo album che ha una matrice abbastanza chiara (il folk) ma diverse facce che poi si traducono in stati d'animo che contagiano l'ascoltatore. . I pezzi migliori? "Still Believe" senza dubbio (un potenziale singolo), poi anche "Psycho Visions" e le due intro/outro. In generale quando…

Score

QUALITA' - 63%

63%

63

“Golden Youth” è il quarto disco di The Softone, ovvero Giovanni Vicinanza, autore e produttore in toto di questo album che ha una matrice abbastanza chiara (il folk) ma diverse...

Leggi Articolo »