IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Italiano (pagina 3)

Italiano

N.A.I.P. Nessun Album In Particolare

n a i p
N.A.I.P. è l'acronimo di Nessun Artista In Particolare, ma anche di "Nessun Album In Particolare", che poi è il titolo di questo lavoro di Michelangelo Mercuri. L'album è rapidissimo (8 pezzi per 21 minuti di musica) e prova a mescolare canzone d'autore, elettronica lo-fi e pop. Il risultato è un lavoro gradevole, intelligente, che non commette l'errore di guardarsi troppo allo specchio. Le canzoni sono spesso dei giochi di parole, e le iniziali "Bravi nel Breve" e "Un rapporto senza alcun senso" sono degli ottimi biglietti da visita e danno la perfetta caratura del compact. Il resto non è…

Score

QUALITA' - 66%

66%

66

N.A.I.P. è l’acronimo di Nessun Artista In Particolare, ma anche di “Nessun Album In Particolare“, che poi è il titolo di questo lavoro di Michelangelo Mercuri. L’album è rapidissimo (8...

Leggi Articolo »

DIAFRAMMA L'abisso

diaframma labisso
E con questo, siamo arrivati al ventesimo disco in studio per i Diaframma. Un vero e proprio record, dove la coerenza è la pietra angolare attorno alla quale costruire ogni ragionamento. Coerenza perché le (nuove) canzoni di Federico Fiumani sono coerenti con il personaggio, con la sua storia e la sua poetica. Quindi non aspettatevi di trovare in questo "L'abisso" delle sorprese, anzi, proprio il contrario: ascoltando questo album, i Diaframma continueranno a piacervi se vi sono sempre piaciuti; in caso contrario, non troverete nulla di nuovo. Questo suo muoversi - coerentemente - lungo una strada precisa, rende Fiumani…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

E con questo, siamo arrivati al ventesimo disco in studio per i Diaframma. Un vero e proprio record, dove la coerenza è la pietra angolare attorno alla quale costruire ogni...

Leggi Articolo »

ROBERTO TAX FARANO & PAOLO SPACCAMONTI Young Till I Die

farano spaccamonti young till i die
"Young Till I Die" è un progetto discografico di Roberto Tax Farano (dei Negazione) e del chitarrista e compositore Paolo Spaccamonti: un tributo a Marco Mathieu (giornalista, e anni prima bassista dei Negazione), che dal luglio 2017 si trova in stato vegetativo in seguito ad un incidente stradale. Veramente difficile, in questi casi, scindere la cronaca dalla musica, perché nelle due tracce che compongono l'EP c'è tutta la dolcezza riversata dai due artisti addosso allo sfortunato Marco che, lo diciamo a uso e consumo di chi non ha avuto il piacere di incrociarlo, è sempre stato un uomo dal…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

“Young Till I Die” è un progetto discografico di Roberto Tax Farano (dei Negazione) e del chitarrista e compositore Paolo Spaccamonti: un tributo a Marco Mathieu (giornalista, e anni prima...

Leggi Articolo »

CARA CALMA Souvenir

cara calma souvenir
La strada è quella giusta ma ancora bisogna aggiustare il tiro. I Cara Calma ti fanno venire in mente i Ministri, soprattutto quando spingono il piede sull'acceleratore del rock: in quei passaggi la proposta è estremamente derivativa e ha ancora bisogno di un salto di qualità per staccarsi (probabilmente) da un immaginario al quale è ancora legata. La strada però è quella giusta per tre motivi: "Souvenir" è un disco scritto bene, suonato benissimo e con un linguaggio (sonoro e lirico) che può risultare accessibile a un'ampia fetta di pubblico. Insomma, c'è da lavorare sull'identità per rendere lo stile…

Score

QUALITA' - 60%

60%

60

La strada è quella giusta ma ancora bisogna aggiustare il tiro. I Cara Calma ti fanno venire in mente i Ministri, soprattutto quando spingono il piede sull’acceleratore del rock: in...

Leggi Articolo »

ROBERTO MY Flares

roberto my flares
Un ascolto piacevole. Senza particolari guizzi, ma con un equilibrio che alla fine favorisce il rapido riascolto. Insomma, "Flares" è 34 minuti attorno alle coordinate del rock americano (con chitarra sempre in bella mostra), un disco che non annoia e che accompagna l'utente con garbo lungo un percorso rassicurante fatto di melodie carine e arrangiamenti efficaci. L'album di Roberto My non guarda ai nuovi modelli del rock ma pesca a piene mani da un passato ancora gravido di idee. . I sei…

Score

QUALITA' - 63%

63%

63

Un ascolto piacevole. Senza particolari guizzi, ma con un equilibrio che alla fine favorisce il rapido riascolto. Insomma, “Flares” è 34 minuti attorno alle coordinate del rock americano (con chitarra...

Leggi Articolo »

CARA Altri Occhi

cara altri occhi
Ci piace molto l'immaginario di Cara, alter ego della cantautrice lo-fi pop Daniela Resconi. Sarà che . Tra cantautorato e pop, Cara qui intreccia le sue musiche con sfumature esotiche e ampi rimandi agli Anni Ottanta. Guai però a pensare a un disco vecchio: le nove canzoni in scaletta hanno infatti freschezza ed espressività, sorrette da un lavoro efficace sulle liriche. L'iniziale "Prendi me" è un ottimo biglietto da visita ed è…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

Ci piace molto l’immaginario di Cara, alter ego della cantautrice lo-fi pop Daniela Resconi. Sarà che ci esaltiamo quando insicurezze e debolezze vengono tradotte in musica senza orpelli, e in...

Leggi Articolo »

LEON Via da qui

leon via da qui
E' molto strano il percorso che sta facendo Leon, che dopo un esordio folgorante ha perso per strada un po' di strafottenza e spensieratezza, e oggi è diventato un artista pop che alterna cose buone a cose meno convincenti. In questo senso "Via da qui" è un album che ben fotografa lo stato delle cose e che ci spiazza un po', perché più che una evoluzione vediamo un'involuzione. Per carità, Leon scrive discretamente e canta molto bene, ma le 10 canzoni in scaletta ci sembrano arrangiate in maniera anonima e con un taglio un po' troppo classico per un…

Score

QUALITA' - 55%

55%

55

E’ molto strano il percorso che sta facendo Leon, che dopo un esordio folgorante ha perso per strada un po’ di strafottenza e spensieratezza, e oggi è diventato un artista...

Leggi Articolo »

GIULIO CASALE Inexorable

giulio casale inexorable
Giulio Casale è da anni ormai un cantore dei nostri tempi. E questi sono tempi irregolari, isterici, frenetici. "Inexorable" è in perfetta sintonia con questi anni strani e non facilmente fotografabili in uno scatto singolo. Diciamo questo perché anche le nuove canzoni di Casale risentono - dal punto di vista musicale - di . “Inexorable” è il quarto album della carriera solista di Giulio Casale. Il titolo nasce da un verso di Michel Houellebecq, che evoca “un…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

Giulio Casale è da anni ormai un cantore dei nostri tempi. E questi sono tempi irregolari, isterici, frenetici. “Inexorable” è in perfetta sintonia con questi anni strani e non facilmente...

Leggi Articolo »

FABIO BAROVERO Eremitaggi

fabio barovero eremitaggi
Per fare un disco di sola musica - al di là dei territori sonori che si sceglie di percorrere - è importante avere idee, idee fresche e coinvolgenti dal punto di vista emotivo, per evitare che la musica risulti triste sottofondo. "Eremitaggi" in quest'ottica ha superato brillantemente la prova, perché coinvolge, trasporta, accompagna. La musica di Barovero (fondatore dei Mau Mau) è un tessuto dove il materiale elettronico si intreccia con archi di contrabbasso e violino, arrivando a stuzzicare l'interesse dell'ascoltatore fin dalle prime battute e suggerendo allo stesso rimandi a produttori sulla cresta dell'onda come Mac Quayle. "Eremitaggi"…

Score

QUALITA' - 72%

72%

72

Per fare un disco di sola musica – al di là dei territori sonori che si sceglie di percorrere – è importante avere idee, idee fresche e coinvolgenti dal punto...

Leggi Articolo »

CAMPOS Umani, vento e piante

campos
"Umani, vento e piante" è un disco di pop, folk, elettronica che per il panorama italiano è merce rara, perché solitamente album così ben prodotti e assemblati (nel suono) siamo abituati a trovarli sugli scaffali stranieri, oppure a comprarli d'importazione in Italia. Questo per dire che è un lavoro rischioso per il mercato nostrano e - ahinoi, inevitabilmente - destinato a un pubblico di nicchia. Peccato, perché la forza di questi dischi sta nella loro capacità di aprirti la mente, di proiettarti su panorami nuovi e meno battuti, che lambiscono la sperimentazione. A noi il nuovo lavoro dei pisani…

Score

QUALITA' - 66%

66%

66

“Umani, vento e piante” è un disco di pop, folk, elettronica che per il panorama italiano è merce rara, perché solitamente album così ben prodotti e assemblati (nel suono) siamo...

Leggi Articolo »