IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Italiano (pagina 4)

Italiano

LAMPO Stories Of Daily Amazement

lampo
E' un'elettronica... gentile, quella dei Lampo. Nel senso che è tutto un intreccio di atmosfere, suoni in loop e un (post?) rock che stringe forte la mano alla new wave. Morale: "Stories Of Daily Amazement" è un disco carino, caruccio, ma che messo via dubitiamo possa restare in testa all'ascoltatore. E i perché sono tutti nella mancanza di coraggio della proposta: in scaletta infatti ci sono 6 pezzi, ma nessuno di questi accetta il confronto faccia a faccia con il pericolo, con il rischio, con la scommessa di un arrangiamento un po' fuori dalle righe, e in questa epoca…

Score

QUALITA' - 51%

51%

51

E’ un’elettronica… gentile, quella dei Lampo. Nel senso che è tutto un intreccio di atmosfere, suoni in loop e un (post?) rock che stringe forte la mano alla new wave....

Leggi Articolo »

DHARMA108 L'alba sul mio nome

dharma108
Un po' dei Timoria, un po' dei Tool, qualcosa dei Ritmo Tribale e in generale di quel rock Anni Novanta che in Italia si è annacquato lungo la strada sino a scomparire - purtroppo. Insomma, le coordinate di "L'alba sul mio nome" sono queste. La band veronese ha un buon rapporto con la melodia e le chitarre sono molto espressive, ma la proposta è ancora acerba e ha ancora bisogno di essere personalizzata a dovere, in particolar modo sul piano sonoro, perché se è vero che le liriche (in italiano) cercano strade originali, la parte musicale invece paga un…

Score

QUALITA' - 56%

56%

56

Un po’ dei Timoria, un po’ dei Tool, qualcosa dei Ritmo Tribale e in generale di quel rock Anni Novanta che in Italia si è annacquato lungo la strada sino...

Leggi Articolo »

HIDE VINCENT The House Marring

hide vincent the house marring
EP veloce, quello del cantautore Hide Vincent: 4 pezzi per 15 minuti di musica. L'iniziale "Barely Naked" ha qualcosa di "Iris" dei Goo Goo Dolls: sembra quasi un rifacimento cambiando stile (dal rock al folk) e linea melodica, però l'impressione che le due canzoni un po' si somiglino, resta. Il resto del compact offre canzoni che arrivano abbastanza facilmente all'attenzione dell'ascoltatore, con la voce dell'autore che cerca di creare intimità e partecipazione. .

Score

QUALITA' - 61%

61%

61

EP veloce, quello del cantautore Hide Vincent: 4 pezzi per 15 minuti di musica. L’iniziale “Barely Naked” ha qualcosa di “Iris” dei Goo Goo Dolls: sembra quasi un rifacimento cambiando...

Leggi Articolo »

EPO Enea

epo enea
Partiamo col giocare a carte scoperte: siamo grandi fan degli Epo sin dagli esordi. Anzi, siamo grandi fan di Ciro Tuzzi, la mente attorno alla quale sono sempre ruotati gli Epo. Poetica di alto livello, quella di Tuzzi, che in quasi 20 anni di carriera è stato capace di esprimere un cantautorato troppo spesso sottovalutato - per colpa degli eventi, ma anche per colpe proprie, perché il Nostro non è mai stato un Drago a "vendersi bene", e in questa epoca dove oltre alla musica devi essere anche capace a proporre "un prodotto", alla fine il conto è risultato…

Score

QUALITA' - 63%

63%

63

Partiamo col giocare a carte scoperte: siamo grandi fan degli Epo sin dagli esordi. Anzi, siamo grandi fan di Ciro Tuzzi, la mente attorno alla quale sono sempre ruotati gli...

Leggi Articolo »

LO STRANO FRUTTO Lo Strano Frutto

lo strano frutto
Lo Strano Frutto è il progetto solista di Enrico Teno Cappozzo. Il Nostro è qui impegnato in un EP di 5 pezzi dove la chitarra si mescola talvolta al sax, creando un mix di rock cantautorale e jazz gradevole al primo ascolto - con ampie concessioni all'orecchiabilità. Quasi tutti i brani tengono botta, e nel complesso l'EP sta in piedi. Episodi come l'iniziale "Tutto bene (per adesso)" e "Le mie gambe fragili" hanno indiscutibilmente qualcosa da dire perché esaltano l'istrionismo vocale dell'autore, che si trova a suo agio quando i toni si alzano ed è così libero... di liberare…

Score

QUALITA' - 69%

69%

69

Lo Strano Frutto è il progetto solista di Enrico Teno Cappozzo. Il Nostro è qui impegnato in un EP di 5 pezzi dove la chitarra si mescola talvolta al sax,...

Leggi Articolo »

ROVERE Disponibile anche in mogano

rovere
Pop, pop e ancora pop. “Disponibile anche in mogano” è il disco d’esordio della band bolognese Rovere. In scaletta 10 pezzi per una mezz'oretta di musica non originalissima ma comunque con un potenziale per farsi spazio nelle radio. E i perché sono presto detti: i ritornelli ci sono, i testi sono immediati e la sensazione generale - già dopo il primo ascolto - è che un paio di canzoni (vedi l'iniziale "Caccia militare") potrebbero essere dei singoli forti. Quello dei Rovere è un pop post adolescenziale che in ambito indipendente è diventato ormai un marchio di fabbrica negli ultimi…

Score

QUALITA' - 64%

64%

64

Pop, pop e ancora pop. “Disponibile anche in mogano” è il disco d’esordio della band bolognese Rovere. In scaletta 10 pezzi per una mezz’oretta di musica non originalissima ma comunque...

Leggi Articolo »

GUSTAVO Dischi volanti per il gran finale

gustavo
Arriviamo in colpevole ritardo a recensire questo “Dischi volanti per il gran finale”, debutto del progetto Gustavo. Si tratta di un concept album tratto da alcune poesie composte dall’autore, musicista e produttore, Francesco Tedesco, che hanno come protagonista un personaggio di fantasia nato nel 1797, chiamato appunto Gustavo. per provare ad andare oltre il classico "già sentito". L'alchimia funziona piuttosto bene, non a caso il disco scivola via che è una meraviglia e mette in evidenza una…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

Arriviamo in colpevole ritardo a recensire questo “Dischi volanti per il gran finale”, debutto del progetto Gustavo. Si tratta di un concept album tratto da alcune poesie composte dall’autore, musicista...

Leggi Articolo »

GERARDO ATTANASIO Terraferma

gerardo attanasio
"Terraferma" è un disco pieno di saliscendi. Verrebbe quasi da definirlo un lavoro isterico, perché spesso c'è molta differenza (specialmente negli arrangiamenti) fra le varie canzoni in scaletta, . Le cose positive? Gerardo Attanasio ha una voce perfetta, che aggiunge personalità a tutte le canzoni, c'è anche proprietà di linguaggio nei testi (nonostante qualche rima sia chiusa in maniera discutibile) e pezzi come "Abu Tabela" e in…

Score

QUALITA' - 58%

58%

58

“Terraferma” è un disco pieno di saliscendi. Verrebbe quasi da definirlo un lavoro isterico, perché spesso c’è molta differenza (specialmente negli arrangiamenti) fra le varie canzoni in scaletta, come se...

Leggi Articolo »

INFUSO Sestante

infuso
Suono derivativo al massimo, liriche debolucce e ritornelli non sempre efficaci. Questo il biglietto da visita di "Sestante". . Insomma, manca un'identità, un'impronta che possa dare un senso a questo rock alternativo troppo attaccato alla lezione degli Anni Novanta. In scaletta 10 pezzi per 45 minuti di musica. Tecnicamente ci siamo, non c'è approssimazione, ma bisogna lavorare su tutti gli aspetti…

Score

QUALITA' - 49%

49%

49

Suono derivativo al massimo, liriche debolucce e ritornelli non sempre efficaci. Questo il biglietto da visita di “Sestante“. Gli Infuso sono un trio post-rock che ha ancora bisogno di definire...

Leggi Articolo »

IMPERMEABILI Non ci siamo per nessuno

impermeabili
Impermeabili è un progetto artistico che è nato nel 2015 dall'unione di due attori, Beppe Salmetti e Simone Tangolo diplomati in recitazione all’Accademia dei Filodrammatici e al Piccolo Teatro di Milano, con l'intento di unire musica e teatro in una sorta di cabaret musicale. Intento lodevole, se non fosse che lungo la scaletta la sensazione di "già sentito" è talmente evidente da condizionare l'ascolto. . Il risultato? Un disco del 2019 che suona vecchio, una canzone d'autore annoiante, anche quando strizza l'occhio al blues.

Score

QUALITA' - 48%

48%

48

Impermeabili è un progetto artistico che è nato nel 2015 dall’unione di due attori, Beppe Salmetti e Simone Tangolo diplomati in recitazione all’Accademia dei Filodrammatici e al Piccolo Teatro di Milano, con l’intento...

Leggi Articolo »