IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Noise (pagina 3)

Noise

GIUDAH! Giudah!

GIUDAH!
La strada che hanno scelto i Giudah! (mixare rock, elettronica, noise) è stata già ampiamente battuta nell'ultimo decennio. Cosa portano di nuovo i Nostri? Nulla. Però se è vero che il loro suono non è originalissimo, . Questo per dire che il debutto omonimo dei Giudah! - al netto dei difetti - è un buon lavoro, che ascoltato ad alto volume conquista senza alcuna esitazione. In scaletta 9 episodi per 35 minuti di musica. Quando…

Score

QUALITA' - 65%

65%

65

La strada che hanno scelto i Giudah! (mixare rock, elettronica, noise) è stata già ampiamente battuta nell’ultimo decennio. Cosa portano di nuovo i Nostri? Nulla. Però se è vero che il...

Leggi Articolo »

NON Sancta Sanctorum

NON sancta sanctorum
"Sancta Sanctorum" dei toscani NoN è una corsa in un tunnel nero. Tutto attorno rumori, gli echi di un rock scuro che flirta con la new wave. E poi ci sono i testi (in italiano), molto ambiziosi, che però lasciano poco il segno. L'abbiamo presa larga, ok, quindi andiamo dritti al sodo: l'album non ci è piaciuto. I testi si guardano troppo allo specchio, relegando l'ascoltatore a un ruolo passivo che alla lunga stanca. . In scaletta 10 episodi per 40 minuti di musica. In conclusione: un disco…

Score

QUALITA' - 50%

50%

50

“Sancta Sanctorum” dei toscani NoN è una corsa in un tunnel nero. Tutto attorno rumori, gli echi di un rock scuro che flirta con la new wave. E poi ci sono...

Leggi Articolo »

CANI DEI PORTICI Due

CANI DEI PORTICI due
"Due" è la seconda uscita discografica dei Cani Dei Portici, ensemble composto da Demetrio Sposato (batteria) e Claudio Adamo (chitarra e talvolta voce). Scaletta rapida con 6 episodi per 27 minuti di musica strumentale che si muove su una linea retta a colpi di accelerazioni e frenate utili a riprendere fiato. C'è un'ottima tecnica di base e un bel concetto di suono. L'album risulta compatto, accessibile e il rumore non è mai gettato in pasto all'ascoltatore con l'intento di stordire, ma è qui usato come elemento-base per arricchire il menù. Molto espressive le chitarre specialmente quando i ritmi si fanno…

Score

QUALITA' - 66%

66%

66

“Due” è la seconda uscita discografica dei Cani Dei Portici, ensemble composto da Demetrio Sposato (batteria) e Claudio Adamo (chitarra e talvolta voce). Scaletta rapida con 6 episodi per 27 minuti...

Leggi Articolo »

THE COMET IS COMING Channel The Spirits

THE COMET IS COMING channel_the_spirits
C'è talmente tanta roba in questo "Channel The Spirits" che già solo elencare le fascinazioni prese in prestito diventa una bella prova. Dentro infatti c'è il rock, sì, il rock, ma mescolato assieme a un'infinità di generi: psichedelia, funk, tanto jazz, elettronica, un pizzico di noise e poi buttiamoci dentro anche la voglia di sperimentare e mettiamoci pure un vago richiamo all'Africa. Insomma, un bel polpettone di suoni. Quello dei londinesi The Comet Is Coming è un progetto (attivo da un paio di anni) capace di incuriosire parecchio, e crediamo che dal vivo abbia tanto da offrire. La scaletta è abbastanza agile…

Score

QUALITA' - 66%

66%

66

C’è talmente tanta roba in questo “Channel The Spirits” che già solo elencare le fascinazioni prese in prestito diventa una bella prova. Dentro infatti c’è il rock, sì, il rock,...

Leggi Articolo »

SO PITTED Neo

SO PITTED neo
Questo suono qui, il suono dei So Pitted, è quello che nessun europeo, giapponese o australiano potrà mai replicare nella sua essenza, perché è roba che solo gli americani riescono a tradurre. Fa parte del loro patrimonio genetico musicale. Arriva direttamente dagli Anni Novanta e a sua volta è figlio dei Settanta e degli Ottanta. Parliamo di rock. Abrasivo e sporco. Secco e grezzo. I So Pitted arrivano da Kent, a due passi da Seattle, e sono un trio. Il loro "Neo" è suonato ottimamente e ha una bella personalità. E' un lavoro per nostalgici? Forse, perché ripropone un suono che…

Score

QUALITA' - 65%

65%

65

Questo suono qui, il suono dei So Pitted, è quello che nessun europeo, giapponese o australiano potrà mai replicare nella sua essenza, perché è roba che solo gli americani riescono a...

Leggi Articolo »

BANGARANG! Religione Catodica

BANGARANG! religione_catodica
Silenzio, parla la tv. E' quello che i Bangarang! fanno con "Religione Catodica", strumento grazie al quale ripercorrono in 10 tracce sessant’anni di cultura televisiva italiana, giocando con l’immaginario che tanto ha saputo divertire, distrarre e condizionare il nostro Paese sino alla rivoluzione digitale. In tutto 10 canzoni strumentali che fondono rock, funk, noise e punk in una mistura di satira, divertimento, rabbia e tragicità la cui linea vocale è affidata esclusivamente alla tv. Il disco è ambizioso, ma non risulta facilmente digeribile al primo ascolto e gli incroci successivi non migliorano la prima impressione. Le tracce sono mediamente ben suonate…

Score

QUALITA' - 58%

58%

58

Silenzio, parla la tv. E’ quello che i Bangarang! fanno con “Religione Catodica“, strumento grazie al quale ripercorrono in 10 tracce sessant’anni di cultura televisiva italiana, giocando con l’immaginario che tanto...

Leggi Articolo »

KAY ALIS Hidden

KAY ALIS hidden
Prima cosa: mettetelo a volume altissimo. Noi l'abbiamo ascoltato la prima volta a basso volume e "Hidden" ha reso la metà della metà. Quindi non abbiate paura, tenete la manopola tutta girata verso destra. I Kay Alis sono qui al primo lavoro. La loro proposta ha come pietra angolare l'elettronica, declinata in varie forme: ambient, trip hop, noise. La fruibilità pop del disco è apprezzabile, anche se molti sviluppi melodici sono stati troncati sul più bello - un limite o una pecca? Chissà. Quello che è certo è che il quartetto umbro ha un bel modo di maneggiare il…

Score

QUALITA' - 66%

66%

66

Prima cosa: mettetelo a volume altissimo. Noi l’abbiamo ascoltato la prima volta a basso volume e “Hidden” ha reso la metà della metà. Quindi non abbiate paura, tenete la manopola...

Leggi Articolo »

FILTH IN MY GARAGE Songs from the lowest floor

FILTH IN MY GARAGE songs_from_the_lowest_floor
Piccola parentesi: molto carina la copertina dell'album, realizzata da Stefano Bonora, illustratore e cantante dei Filth In My Garage. Vista da vicino - e con il disco in sottofondo - ti ci perdi al suo interno. “Songs from the lowest floor” è il quarto lavoro dei Filth In My Garage e viene distribuito in tutta Europa e nel mondo. E' un buon album? Sì, intanto perché pur essendo un disco per il mercato straniero, dell'Italia conserva la capacità (tutta nostrana...) di intercettare la melodia senza caderci dentro. E questo rende il compact accessibile e di facile consumo anche per chi…

Score

QUALITA' - 66%

66%

66

Piccola parentesi: molto carina la copertina dell’album, realizzata da Stefano Bonora, illustratore e cantante dei Filth In My Garage. Vista da vicino – e con il disco in sottofondo – ti...

Leggi Articolo »

ULAN BATOR Abracadabra

ULAN BATOR abracadabra
Mai banali e sempre sazianti. "Abracadabra" è un disco che ha personalità diverse e che nel contempo riesce a dialogare con la porzione più intima di ognuno di noi, con quella parte che non si piega alla ragione ma ha bisogno di sensazioni per uscire allo scoperto. In quest'ottica il nuovo lavoro degli Ulan Bator è un ottimo passepartout. In scaletta dieci brani inediti che confermano che il progetto nato nel 1993 a Parigi e capitanato da Amaury Cambuzat ha ancora molte cose da raccontare. "Abracadabra" guarda al rock ma va oltre, abbracciando noise e sperimentazione, psichedelia e voglia di decostruire…

Score

QUALITA' - 69%

69%

69

Mai banali e sempre sazianti. “Abracadabra” è un disco che ha personalità diverse e che nel contempo riesce a dialogare con la porzione più intima di ognuno di noi, con quella...

Leggi Articolo »

MULBÖ Mulbö

mulbo
Mulbö è una band principalmente strumentale. Musica per film, qualcuno potrebbe dire. Forse. Certamente musica nata con la pancia e cresciuta con la testa e, si spera, anche con le gambe. In 35 minuti di musica i Mulbö propongono un sound molto derivativo, ma eseguito piuttosto bene, con una certa padronanza dei mezzi a disposizione e soprattutto seguendo un'idea di suono che rimanda la mente al jazz, al noise, al rock. Tanta voglia di sperimentare. ,…

Score

QUALITA' - 63%

63%

63

Mulbö è una band principalmente strumentale. Musica per film, qualcuno potrebbe dire. Forse. Certamente musica nata con la pancia e cresciuta con la testa e, si spera, anche con le...

Leggi Articolo »