IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Noise (pagina 5)

Noise

LE URLA TRA GLI ALBERI Le urla tra gli alberi

LE_URLA_TRA_GLI_ALBERI_le_urla_tra_gli_alberi
Tre canzoni in questo ep dei Le urla tra gli alberi, band bergamasca attiva da un annetto e votata a un rock che non disdegna robuste incursioni nei territori del grunge e qualche puntatina in quelli del noise, rimanendo aggrappata a un cantato in italiano che dal punto di vista lirico convince solo a tratti - diciamo che di tre canzoni, due raggiungono facilmente la sufficienza, mentre l'ultima, "Coma", è un brano molto acerbo. Per ciò che concerne l'aspetto musicale, la band deve ancora trovare un proprio stile ma in quest'ottica le basi per realizzare qualcosa di personale ci sono. Nell'interpretazione, cioè…

Score

QUALITA' - 63%

63%

63

Tre canzoni in questo ep dei Le urla tra gli alberi, band bergamasca attiva da un annetto e votata a un rock che non disdegna robuste incursioni nei territori del grunge...

Leggi Articolo »

ANIMATION Machine Language

ANIMATION_machine_language
"Può una macchina avere un'immaginazione?". . Rendendo così l'opera una vera e propria analisi filosofica cyberpunk, che alla fine porterà musicista e ascoltatore ad una non risposta. "Le macchine, create dalla mente umana, eventualmente la superano, rendendola obsoleta, ridondante. Esse stesse però si trovano ad affrontare la necessità dell'immaginazione, la ricreazione del sogno del bambino. Il superamento è alla fine quindi solo apparente, il problema irrisolto. Unica costante è quindi…

Score

QUALITA' - 79%

79%

79

“Può una macchina avere un’immaginazione?”. Questa è la domanda a cui gli Animation del sassofonista e compositore Bob Belden cercano risposta, avvalendosi di sonorità noise, jazz ed ambient per sostenere...

Leggi Articolo »

FREE NELSON MANDOOMJAZZ  Awakening Of A Capital

FREE_NELSON_MANDOOMJAZZ_awakening_of_a_capital
Il sax di Rebecca Sneddon pare quasi una voce, a tratti straziata, quasi a snaturalizzarsi, in altri malinconica in una forma più tradizionale - il basso profondo di Colin Stewart affiancato dalla batteria di Paul Archibald con i suoi ritmi cadenzati e lenti completano il trio, .  "Awakening Of A Capital" dei Free Nelson MandoomJazz è un album interessante sia per lo stile esecutivo sia per il missaggio (effettuato in italia dal grandissimo Eraldo Bernocchi). Brani…

Score

QUALITA' - 68%

68%

68

Il sax di Rebecca Sneddon pare quasi una voce, a tratti straziata, quasi a snaturalizzarsi, in altri malinconica in una forma più tradizionale – il basso profondo di Colin Stewart...

Leggi Articolo »

SEBASTIANO DE GENNARO All My Robots

SEBASTIANO-DE-GENNARO-All-My-Robots
Esce per la neonata etichetta MeMe di Taketo Gohara, il primo disco di Sebastiano De Gennaro, interamente composto da brani originali. . A testimonianza della sua unica ecletticità le collaborazioni sono innumerevoli: Baustelle, Le Luci Della Centrale Elettrica, Pacifico, Edda, Nada, Dente, Pierpaolo Capovilla, Marco Parente, Alessandro Fiori e molti altri. Il titolo del disco è un omaggio alla raccolta di racconti fantascientifici dello scrittore Isaac Asimov. Dodici composizioni per pianoforte, percussioni intonate ed elettronica, costituiscono il materiale fantastico, umano…

Score

QUALITA' - 50%

50%

50

Esce per la neonata etichetta MeMe di Taketo Gohara, il primo disco di Sebastiano De Gennaro, interamente composto da brani originali. Sebastiano è multi-percussionista, rumorista, batterista atipico, compositore autodidatta. Ha inizia...

Leggi Articolo »

THE SPANISH DONKEY Raoul

THE_SPANISH_DONKEY_raoul
Dietro The Spanish Donkey ci sono Joe Morris, Jamie Saft e Mike Pride. Non vogliamo dilungarci troppo e quindi preferiamo andare subito al sodo: . E' un disco che senza dubbio colpisce ma per stabilire un minimo di feeling ci vogliono diversi ascolti e comunque non è detto che alla fine si riesca a digerirlo del tutto - è eccessivamente corposo a nostro avviso. Il giudizio?…

Score

QUALITA' - 54%

54%

54

Dietro The Spanish Donkey ci sono Joe Morris, Jamie Saft e Mike Pride. Non vogliamo dilungarci troppo e quindi preferiamo andare subito al sodo: l’album si compone di tre pezzi (strumentali)...

Leggi Articolo »

ZIDIMA Buona sopravvivenza

ZIDIMA_buona_sopravvivenza
Come suonerebbero, oggi, i Massimo Volume degli Anni Novanta? E come suonerebbero i Massimo Volume se fossero mischiati alla crudeltà stilistica di un Cristiano Godano oppure a una certa new wave? ZiDima prova a fornire una risposta. "Buona sopravvivenza" è un album che guarda al passato con profondissimo rispetto e fa poco o nulla per nascondere i miti scelti. Con queste premesse, ci sentiamo di dire che è un compact che o vi piacerà subito, già dai primi 30 secondi, oppure non vi conquisterà alla distanza, perché mette le carte in tavola subito, non nasconde nulla e il ponte che getta verso i…

Score

QUALITA' - 60%

60%

60

Come suonerebbero, oggi, i Massimo Volume degli Anni Novanta? E come suonerebbero i Massimo Volume se fossero mischiati alla crudeltà stilistica di un Cristiano Godano oppure a una certa new wave?...

Leggi Articolo »

NU-SHU Nu-Shu

NU-SHU
I Nu-Shu sono nati nel giugno del 2013 da un’idea di Giuseppe Calabrese (basso) e Carmine Tundo (batteria e voce), quest'ultimo nel 2010 ha partecipato al Festival di Sanremo nella sezione "Giovani" con il brano “Come l’Autunno” e il nome di Romeus. Il loro esordio è curioso e convincente, spiazzante e isterico. Potremmo definirlo un disco rock, ma la verità è che abbraccia un sacco di generi e sottogeneri. Dentro infatti ci trovi blues, noise, hard rock, un filino di pop ben camuffato. Dopo il primo ascolto ti resta la sensazione di averci capito poco, ma la voglia di rimetterlo subito daccapo…

Score

QUALITA' - 69%

69%

69

I Nu-Shu sono nati nel giugno del 2013 da un’idea di Giuseppe Calabrese (basso) e Carmine Tundo (batteria e voce), quest’ultimo nel 2010 ha partecipato al Festival di Sanremo nella sezione “Giovani”...

Leggi Articolo »

ATARI TEENAGE RIOT Reset

ATARI_TEENAGE_RIOT_reset
Se gli Atari Teenage Riot in passato vi sono sempre risultati indigesti per via del terrore digitale che ha caratterizzato la maggior parte delle loro produzioni, forse questa potrebbe essere la volta buona per apprezzare meglio la band di Alec Empire. . L'elettronica assorbe ogni superficie libera del disco, ma è meno aggressiva rispetto al passato, come se gli Atari Teenage Riot sentissero…

Score

QUALITA' - 69%

69%

69

Se gli Atari Teenage Riot in passato vi sono sempre risultati indigesti per via del terrore digitale che ha caratterizzato la maggior parte delle loro produzioni, forse questa potrebbe essere la...

Leggi Articolo »

SYCAMORE AGE Perfect Laughter

SYCAMORE_AGE_PERFECT_LAUGHTER
I Sycamore Age hanno dato alle stampe un album senza dubbio ambizioso e vario, con un sacco di cambi di registro e un ventaglio sonoro ampio. Insomma, la band ha fatto di tutto per prendersi dei bei rischi. . C'è davvero tanto all'interno: rock, misticismo, Anni Sessanta, Settanta, Ottanta, un po' di prog, un po' di rumore, psichedelia e altro ancora. Dobbiamo essere sinceri: nonostante emani un certo fascino, l'album non ci convince sino in fondo. Fa poco per entrare in sintonia con l'ascoltatore e in…

Score

QUALITA' - 60%

60%

60

I Sycamore Age hanno dato alle stampe un album senza dubbio ambizioso e vario, con un sacco di cambi di registro e un ventaglio sonoro ampio. Insomma, la band ha fatto di...

Leggi Articolo »

IL VUOTO ELETTRICO Virale

IL_VUOTO_ELETTRICO_virale
"Virale" (Dreamingorilla Records/Banksville Records) sembra un disco fatto su misura per le vedove dei primissimi Massimo Volume. E ascoltando un brano come "Arianna Tace" - giusto per fare un esempio - è difficile non pensare a Emidio Clementi. Prodotto da Fabio Magistrali, il debutto de Il Vuoto Elettrico si incammina lungo una strada pericolosa, perché già battuta con successo da altre proposte sonore negli Anni Novanta o più recentemente da Il Teatro Degli Orrori o i Bachi da Pietra. Sotto il profilo musicale, l'album mette in mostra una certa tensione sostenuta da chitarre nervose e appuntite. Mentre i testi si fanno scortare verso l'ascoltatore…

Score

QUALITA' - 59%

59%

59

“Virale” (Dreamingorilla Records/Banksville Records) sembra un disco fatto su misura per le vedove dei primissimi Massimo Volume. E ascoltando un brano come “Arianna Tace” – giusto per fare un esempio –...

Leggi Articolo »