IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni (pagina 19)

Recensioni

MANITOBA Divorami

manitoba divorami
"Divorami" è il titolo del primo album scritto da Filippo Santini e Giorgia Rossi Monti, che dal 2014 si esibiscono sui palchi di tutto lo Stivale sotto il moniker Manitoba. Questo disco è nato con ogni probabilità da una scintilla accesa quasi 15 anni fa in riva al mare di Baratti, vicino Piombino, quando i due protagonisti di questa storia s’incontrarono per la prima volta e, ancora senza saperlo, si legarono indissolubilmente per gli anni a venire in un sodalizio artistico e di vita. E così come fu naturale giocare su quel bagnasciuga, estate dopo estate, nella fase della vita in cui tutto è più…

Score

QUALITA' - 72%

72%

72

“Divorami” è il titolo del primo album scritto da Filippo Santini e Giorgia Rossi Monti, che dal 2014 si esibiscono sui palchi di tutto lo Stivale sotto il moniker Manitoba. Questo disco è nato con ogni...

Leggi Articolo »

OZZO #pastislost

ozzo pastislost
Sei tracce di rock elettronico a presa rapida, l'elogio dell'essenzialità applicato alla musica. "#pastislost" è un EP che si rifa alla lezione dei Depeche Mode, quindi epicità, melodie non sfacciate ma intriganti e costruzioni sonore che non concedono nulla al superfluo - . Il deejay e art director milanese, oZZo, si gioca il pezzo migliore subito: "As fast as you can" è un perfetto biglietto da visita e ricalca alla perfezione quanto detto in precedenza circa gli obiettivi del progetto. Anche "Change" fa una…

Score

QUALITA' - 68%

68%

68

Sei tracce di rock elettronico a presa rapida, l’elogio dell’essenzialità applicato alla musica. “#pastislost” è un EP che si rifa alla lezione dei Depeche Mode, quindi epicità, melodie non sfacciate...

Leggi Articolo »

A PERFECT CIRCLE Eat the Elephant

perfect circle eat elephant
"Eat the Elephant" è un album bellissimo. Quindi potete tranquillamente fermarvi qui, evitare di continuare a leggere la recensione e godervi le 12 tracce in scaletta. Non è necessario dilungarsi troppo quando i fatti hanno un'evidenza tale che ogni possibile commento rischia di risultare superfluo. Quindi "buon ascolto" a chi si fermerà qui. Per tutti gli altri, iniziamo con il dire che ci sono voluti quasi tre lustri per mettere attorno a un tavolo (con idee chiare sull'indirizzo del progetto) Maynard James Keenan e Billy Howerdel. Ma crediamo che sia stato soprattutto il primo a prendersela con calma, visto l'andazzo…

Score

QUALITA' - 89%

89%

89

“Eat the Elephant” è un album bellissimo. Quindi potete tranquillamente fermarvi qui, evitare di continuare a leggere la recensione e godervi le 12 tracce in scaletta. Non è necessario dilungarsi...

Leggi Articolo »

WRONGONYOU Rebirth

wrongonyou rebirth
Wrongonyou è lo pseudonimo di Marco Zitelli, giovane musicista romano, classe 1990. E se negli ultimi mesi non avete sentito parlare di lui, sentitevi in colpa, perché quello di Wrongonyou è uno dei progetti più chiacchierati e presi come esempio di musica-fatta-da-un-italiano-ma-con-un-respiro-internazionale. E per una volta non si tratta della classica frase ad effetto messa lì per agguantare gli allocchi. E' tutto vero. "Rebirth" è l'esordio di Zitelli, e colpisce per tre motivi: la maturità della scrittura, il cantato dell'artista (molto espressivo) e per le linee melodiche che vanno oltre i classici territori del folk sino a lambire il pop,…

Score

QUALITA' - 72%

72%

72

Wrongonyou è lo pseudonimo di Marco Zitelli, giovane musicista romano, classe 1990. E se negli ultimi mesi non avete sentito parlare di lui, sentitevi in colpa, perché quello di Wrongonyou è...

Leggi Articolo »

PAOLO SAPORITI Acini

paolo saporiti acini
Paolo Saporiti ha vestito tanti panni nel corso della sua carriera. Quello di "Acini" è un Saporiti più... tranquillo, più riflessivo, più interessato a capire che a tagliare le cose per entrarci dentro. Il suo disco omonimo del 2014 resta fra le cose migliori partorite dalla scena indipendente negli ultimi due lustri (un album enorme), quattro anni dopo ecco un Saporiti diverso ma fedele a se stesso: . In scaletta 10 episodi di moderna canzone d'autore, con la…

Score

QUALITA' - 63%

63%

63

Paolo Saporiti ha vestito tanti panni nel corso della sua carriera. Quello di “Acini” è un Saporiti più… tranquillo, più riflessivo, più interessato a capire che a tagliare le cose...

Leggi Articolo »

LEADTOGOLD I

leadtogold i
Non sappiamo dirvi di preciso che musica facciano i LeadtoGold, perché il loro suono è isterico, e anche le loro canzoni risentono di questi continui saliscendi, però il mix di rock, elettronica, tempi lenti, un vago sapore trip hop, voce maschile e femminile che si intrecciano, ci piace, magari non aspettatevi che ci venga facile spiegarvi i motivi di questo colpo di fulmine, però fidatevi, "I" non è un disco banale o ruffiano, è generoso di spunti interessanti ed è come quelle storie che si concludono ma lasciano intravedere la possibilità di un seguito. "Come" è la traccia più commerciale,…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

Non sappiamo dirvi di preciso che musica facciano i LeadtoGold, perché il loro suono è isterico, e anche le loro canzoni risentono di questi continui saliscendi, però il mix di rock,...

Leggi Articolo »

A TOYS ORCHESTRA Lub Dub

toys orchestra lub dub
"Siamo tutti inesorabilmente dentro la stessa macchina, la stessa barca, lo stesso tempo, la stessa vita. Come se chiunque al mondo avesse un medesimo cuore dentro al medesimo petto che batte, adesso, ora, in questo istante: “lub-dub, lub-dub, lub-dub, lub-dub…”. Gli A Toys Orchestra sono come quei piloti che fanno un figurone in qualunque condizione meteo e di pista. . Sorprendente perché dopo anni e anni di musica, non è facile tirare fuori un disco…

Score

QUALITA' - 81%

81%

81

“Siamo tutti inesorabilmente dentro la stessa macchina, la stessa barca, lo stesso tempo, la stessa vita. Come se chiunque al mondo avesse un medesimo cuore dentro al medesimo petto che batte,...

Leggi Articolo »

ERIO Inesse

erio inesse
Ancor prima di parlare del nuovo disco, ci viene una riflessione: chi può criticare Erio? Chi può permettersi il lusso di criticare un artista (italiano) con un potenziale così grande? Insomma, davanti al talento, quello cristallino, si alzano le mani in segno di resa e si parte comunque bendisposti. Sempre. Ecco perché - e qui chiudiamo la riflessione - secondo noi è impossibile criticare Erio, si può al massimo ragionare sul presente e su quello che può ancora sviluppare per arrivare al largo pubblico, perché l'ambito indipendente alla lunga risulterà stretto. "Inesse" è un disco molto bello dal punto…

Score

QUALITA' - 73%

73%

73

Ancor prima di parlare del nuovo disco, ci viene una riflessione: chi può criticare Erio? Chi può permettersi il lusso di criticare un artista (italiano) con un potenziale così grande?...

Leggi Articolo »

MIRIAM Questo è Pop

miriam questo pop
"Questo è Pop" è un disco essenziale, onesto e diretto: 7 canzoni, 23 minuti di musica, un concentrato di melodie e ritornelli molto carini, orchestrati con la produzione artistica di Mario Conte, uno che ha una sensibilità rara per i suoni. Il titolo dell'album dei Miriam è una sorta di spoiler sulle intenzioni e anticipa il risultato finale. In effetti il pop è l'ingrediente principale del menù, ma attenzione, parliamo di un pop moderno, che confina col rock e che, nei testi, non scivola in alcun tipo di smanceria. E non è neppure quel tipo di pop "da finto sfigato" che va…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

“Questo è Pop” è un disco essenziale, onesto e diretto: 7 canzoni, 23 minuti di musica, un concentrato di melodie e ritornelli molto carini, orchestrati con la produzione artistica di Mario Conte,...

Leggi Articolo »

PATERLINI Fuori tempo massimo

paterlini fuori tempo massimo
"Fuori tempo massimo" vede la supervisione artistica di Daniele “Bengi” Benati dei Ridillo e si muove fra jazz, pop, cantautorato e semplicità. Quelle di Emiliano Paterlini sono canzoni da Festival di Sanremo, non il Festival ingessato di trent'anni fa, ma quello che ogni tanto sa tirare fuori dal cilindro qualcosa di interessante partendo da posizioni dove la forma-canzone è valorizzata al massimo della sua espressione. Figlio d’arte (il padre CarloAlberto Paterlini era nel Clan Celentano), Emiliano propone un mix sonoro che rende omaggio a un cantautorato di cui si sono un po' perse le tracce in ambito indipendente, quindi atmosfere leggere, un tocco di eleganza qua e là e ritornelli killer.…

Score

QUALITA' - 67%

67%

67

“Fuori tempo massimo” vede la supervisione artistica di Daniele “Bengi” Benati dei Ridillo e si muove fra jazz, pop, cantautorato e semplicità. Quelle di Emiliano Paterlini sono canzoni da Festival di Sanremo, non il Festival ingessato di...

Leggi Articolo »