IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni (pagina 30)

Recensioni

DON ANTONIO Don Antonio

don antonio
Un disco particolare, all'interno del quale è facile incrociare frammenti diversi: dal rock al blues, il tutto nel nome della world music con un affaccio sul Mediterraneo e un sognare i Caraibi, il Brasile. "Don Antonio" è il primo lavoro solista di Antonio Gramentieri, musicista, produttore, fondatore di Sacri Cuori e autore di musiche per il cinema, il teatro, la televisione e la pubblicità. Registrato in Sicilia (allo Zen Arcade, con la collaborazione di Cesare Basile) e rifinito in Romagna, l'album si ascolta con estrema facilità: la scaletta è fluida, le linee melodiche sono discrete, i ritmi tra lo sfacciato e…

Score

QUALITA' - 65%

65%

65

Un disco particolare, all’interno del quale è facile incrociare frammenti diversi: dal rock al blues, il tutto nel nome della world music con un affaccio sul Mediterraneo e un sognare i...

Leggi Articolo »

SAWARA L'eccitante attesa

sawara eccitante attesa
Non fatevi fregare dalla copertina (veramente brutta), perché "L'eccitante attesa" in realtà ha contenuti interessanti. Classico caso di "abito che non fa il monaco", o robe simili. Il disco di Sawara, nome d'arte del brianzolo Fabio Agnesina, si compone di otto tracce più un remix della canzone d'apertura a cura di Marco Menaballi, anche autore - ahilui - della copertina. Partiamo con il dire che l'album è un'autoproduzione, e ci teniamo a rimarcarlo perché il livello qualitativo è discreto, c'è professionalità, non c'è improvvisazione e ci sono diversi aspetti della proposta che ci piacciono, a partire dalla voce particolarissima di Agnesina.…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

Non fatevi fregare dalla copertina (veramente brutta), perché “L’eccitante attesa” in realtà ha contenuti interessanti. Classico caso di “abito che non fa il monaco”, o robe simili. Il disco di...

Leggi Articolo »

SICK TAMBURO Un giorno nuovo

sick tamburo un giorno nuovo
Gian Maria Accusani non molla la presa. A vivisezionare il suo percorso musicale ci sarebbe materiale buono per fare una tesi universitaria, dal momento che ha attraversato la scena indipendente (e non solo) degli ultimi vent'anni come un proiettile. Il suo nome sarà sempre legato all'esperienza dei Prozac+, ma va anche detto che coi Sick Tamburo ha messo in fila un certo numero di dischi di qualità. E attenzione: non è scontato continuare a fare buona musica dopo aver sbancato le classifiche con un singolone ("Acida") e poi tornare in un ambito ristretto come quello indipendente. «"Un giorno nuovo" è…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

Gian Maria Accusani non molla la presa. A vivisezionare il suo percorso musicale ci sarebbe materiale buono per fare una tesi universitaria, dal momento che ha attraversato la scena indipendente...

Leggi Articolo »

DRONING MAUD Beautiful Mistakes

droning maud beautiful mistakes
L'atmosfera generale del disco è carina, però la sensazione è che "Beautiful Mistakes" sia un album fatto con il freno a mano tirato. Diciamo questo perché quasi tutte le linee melodiche faticano a trovare una bella via, un'espressione che dia alle varie canzoni un senso compiuto. Così alla fine l'impressione che resta (all'ascoltatore) è quella di un disco che non riesce a detonare tutta la sua forza. Quello dei Droning Maud è un album di rock-folk cantautorale con delle chitarre veramente belle (sono indiscutibilmente il pezzo forte del compact) - a noi non piacciono granché le code strumentali, però…

Score

QUALITA' - 61%

61%

61

L’atmosfera generale del disco è carina, però la sensazione è che “Beautiful Mistakes” sia un album fatto con il freno a mano tirato. Diciamo questo perché quasi tutte le linee...

Leggi Articolo »

DIODATO Cosa siamo diventati

diodato cosa diventati
Premessa: "E forse sono pazzo" resta ancora oggi un bellissimo esempio di moderno rock d'autore con influenze pop. "Cosa siamo diventati" arriva a quattro anni da quel lavoro notevole, ed è un disco con pochi contenuti, un album di tanto fumo e arrosto scarso. Gli arrangiamenti sono il pezzo forte: ricchi di sfumature, corposi, decisamente interessanti. Un bel vestito, ma a mancare è il corpo. Nel senso che le 12 canzoni in scaletta non sono granché, cercano di continuo l'atmosfera, perdendo di vista l'essenza stessa del fare musica, cioè intrattenere ed emozionare. Ebbene, i brani di "Cosa siamo diventati" intrattengono poco ed…

Score

QUALITA' - 50%

50%

50

Premessa: “E forse sono pazzo” resta ancora oggi un bellissimo esempio di moderno rock d’autore con influenze pop. “Cosa siamo diventati” arriva a quattro anni da quel lavoro notevole, ed è un...

Leggi Articolo »

NICE Tap Tempo

nice tap tempo
Missato e co-prodotto da Taketo Gohara, "Tap Tempo" è un disco registrato in presa diretta e in un’unica take. I Nice hanno fatto un buon lavoro. O meglio, c'è da capire le ambizioni: se l'obiettivo era farsi notare, il traguardo è stato raggiunto perché il loro esordio è ben confezionato, c'è professionalità e ci sono idee. Se invece l'ambizione era/è puntare a un pubblico più ampio rispetto a quello delle nicchie, allora c'è da lavorare ancora sodo sull'orecchiabilità, c'è da dare aria alle linee melodiche, che spesso vengono strozzate sul nascere. Insomma, ci sono aspetti che possono essere migliorati per portare…

Score

QUALITA' - 64%

64%

64

Missato e co-prodotto da Taketo Gohara, “Tap Tempo” è un disco registrato in presa diretta e in un’unica take. I Nice hanno fatto un buon lavoro. O meglio, c’è da capire...

Leggi Articolo »

USUAL Just Feel Alright

usual just feel alright
Quello degli Usual è un progetto musicale nato nel 2015 da un incontro (non tanto casuale) tra 4 musicisti trentini già noti alla scena musicale underground locale per aver militato in diverse altre formazioni affermatesi in zona. "Just Feel Alright" è un EP di rock con influenze diverse e una passione (neppure nascosta) per il pop. In scaletta quattro assaggi che dicono abbastanza del potenziale della band, che maneggia l'orecchiabilità senza sbracare e adattando gli arrangiamenti alle necessità del caso. . Questo ci piace parecchio, nutriamo solo qualche…

Score

QUALITA' - 65%

65%

65

Quello degli Usual è un progetto musicale nato nel 2015 da un incontro (non tanto casuale) tra 4 musicisti trentini già noti alla scena musicale underground locale per aver militato in...

Leggi Articolo »

EFFENBERG Elefanti per cena

effenberg elefanti cena
“Elefanti per cena” è il disco d’esordio ufficiale di Effenberg, pseudonimo di Stefano Pomponi. Siamo nel campo del cantautorato, con l'artista che accelera e decelera sulla linea del tempo, pescando cose della vecchia tradizione italiana ed elementi più moderni. Entrando nel dettaglio, . Il disco non ha linee melodiche particolarmente... eccitanti, e anche la personalità delle canzoni non convince. Insomma, luci e ombre. La sufficienza, al momento, è un miraggio, anche perché per farsi strada in un ambito inflazionatissimo come…

Score

QUALITA' - 51%

51%

51

“Elefanti per cena” è il disco d’esordio ufficiale di Effenberg, pseudonimo di Stefano Pomponi. Siamo nel campo del cantautorato, con l’artista che accelera e decelera sulla linea del tempo, pescando...

Leggi Articolo »

LEVANTE Nel caos di stanze stupefacenti

levante caos stanze stupefacenti
Una foto sexy in copertina e - notizia di pochi giorni fa - la cattedra di "X-Factor" 2017. Levante ha scelto di flirtare con i rischi e non è un caso che la crescita esponenziale del "personaggio" sia coincisa anche con una crescita dei commenti sgradevoli attorno al suo percorso artistico. Per quanto ci riguarda, nutriamo dubbi e curiosità sulla sua partecipazione al Talent in veste di giurata (spudorata scelta di marketing?), mentre la sua musica propone con "Nel caos di stanze stupefacenti" sorprese e conferme. Levante è indiscutibilmente brava a maneggiare il pop, inoltre ha una voce così espressiva…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

Una foto sexy in copertina e – notizia di pochi giorni fa – la cattedra di “X-Factor” 2017. Levante ha scelto di flirtare con i rischi e non è un...

Leggi Articolo »

CHRYSTA BELL We Dissolve

chrysta bell we dissolve
David Lynch stravede per lei. E per il suo nuovo lavoro, l'enigmatica Chrysta Bell ha goduto della partecipazione di John Parish alla produzione: la presenza dello storico collaboratore di PJ Harvey è discreta ma si sente. Altra cosa: nella nuova edizione di "Twin Peaks", la cantautrice americana avrà un suo spazio. Insomma, questi dettagli sono utili per inquadrare l'immaginario dentro il quale si muove "We Dissolve", che è un compact solido, senza grosse sbavature e con diverse canzoni che dimostrano di possedere personalità. La nostra preferita è "Over You", ma occhio anche a "Beautiful". Si tratta di un disco pop con…

Score

QUALITA' - 68%

68%

68

David Lynch stravede per lei. E per il suo nuovo lavoro, l’enigmatica Chrysta Bell ha goduto della partecipazione di John Parish alla produzione: la presenza dello storico collaboratore di PJ Harvey è...

Leggi Articolo »