IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni (pagina 50)

Recensioni

PLEASE DIANA Esodo

please diana esodo
Rock... cantautorale con testi ambiziosi e accenti pop. Il disco dei Please Diana è tutto qui. C'è poca originalità in "Esodo". Il livello della scaletta è pressoché costante. Che tradotto significa: la sensazione di "già sentito" è fortissima per tutta la durata del compact, gli arrangiamenti non aggiungono nulla alla struttura base delle canzoni e le liriche (ambiziose, come detto in precedenza) convincono a fasi alterne. .

Score

QUALITA' - 51%

51%

51

Rock… cantautorale con testi ambiziosi e accenti pop. Il disco dei Please Diana è tutto qui. C’è poca originalità in “Esodo“. Il livello della scaletta è pressoché costante. Che tradotto significa: la...

Leggi Articolo »

TUNGUSKA A Glorious Mess

tunguska glorious mess
Proviamo a darvi queste coordinate per inquadrare il debutto degli italianissimi Tunguska: il loro rock-pop richiama certe produzioni inglesi tipicamente Anni Novanta, qui proposte in versione lo-fi, inoltre la voce del chitarrista Gennaro Spaccamonti in alcuni passaggi ti fa venire in mente il timbro di Billy Corgan, anche se al Nostro manca (volutamente) la... cattiveria del genio degli Smashing Pumpkins. Detto questo, che valore dare a "A Glorious Mess"? Le costruzioni melodiche sono sì accattivanti ma anche abbastanza elementari, i cambi di registro pressoché assenti e per tutta la durata del compact l'impressione è che il duo (l'altro musicista è il…

Score

QUALITA' - 58%

58%

58

Proviamo a darvi queste coordinate per inquadrare il debutto degli italianissimi Tunguska: il loro rock-pop richiama certe produzioni inglesi tipicamente Anni Novanta, qui proposte in versione lo-fi, inoltre la voce del...

Leggi Articolo »

PICCIOTTO StoryBorderline

picciotto storyborderline
Recensiamo sempre meno rap perché se da un lato è vero che il genere porta un botto di contatti, è altrettanto vero che sono sempre meno i lavori che meritano attenzione. "StoryBorderline" è una piacevole eccezione. Picciotto ha scelto di raccontarsi e di raccontare storie, che poi è come dire che l'acqua calda scotta, nel senso che il rap è nato proprio con questo intento: usare le rime per snocciolare spaccati della propria quotidianità o spaccati della vita altrui. Insomma, Picciotto ha scelto in questo lavoro di fare il... rapper. In scaletta 15 brani (troppi...), c'è una discreta fruibilità…

Score

QUALITA' - 75%

75%

75

Recensiamo sempre meno rap perché se da un lato è vero che il genere porta un botto di contatti, è altrettanto vero che sono sempre meno i lavori che meritano...

Leggi Articolo »

PARRANDA GROOVE FACTORY Nothing but the rhythm

parranda groove factory nothing_but_the_rhythm
Un producer di musica elettronica, un bassista e 8 percussionisti uniti in un progetto chiaro: mischiare gli strumenti della tradizione percussiva brasiliana con le sonorità della musica funky, reggae, folk ed elettronica. , ma il risultato qual è? Partiamo col dire che l'ascolto è gradevole e sulle ritmiche è stato fatto un eccellente lavoro. La buona volontà, cioè la voglia di mescolare generi diversi alla…

Score

QUALITA' - 62%

62%

62

Un producer di musica elettronica, un bassista e 8 percussionisti uniti in un progetto chiaro: mischiare gli strumenti della tradizione percussiva brasiliana con le sonorità della musica funky, reggae, folk...

Leggi Articolo »

CALM’N’CHAOS Unextraterrestrial

calmnchaos unextraterrestrial
Calm'n'Chaos è il progetto elettronico di Christian Cutuli, produttore, compositore, arrangiatore e polistrumentista italiano. "Unextraterrestrial" è un album che sta in equilibrio tra rock ed elettronica, tra pop sintetico e sperimentazione, insomma, gli estremi potrebbero essere i Depeche Mode (con annessa scena Anni Ottanta) e la modernità elettronica dei giorni nostri, elementi ai quali va poi aggiunta una voce particolarissima. Sì, perché Christian Cutuli ha un modo di cantare veramente efficace: le sue canzoni le senti addosso, ti arrivano alle spalle come un velo caldo, nel suo modo di cantare c'è una teatralità che ti fa subito correre la mente…

Score

QUALITA' - 80%

80%

80

Calm’n’Chaos è il progetto elettronico di Christian Cutuli, produttore, compositore, arrangiatore e polistrumentista italiano. “Unextraterrestrial” è un album che sta in equilibrio tra rock ed elettronica, tra pop sintetico e...

Leggi Articolo »

JULIAN MENTE Non c'è proprio niente da ridere

julian mente niente ridere
"Non c'è proprio niente da ridere" è un classico disco di rock alternativo italiano, fedelissimo alla lezione impartita nei decenni scorsi dagli Afterhours e dai Marlene Kuntz - giusto per citare due nomi a caso, ma potremmo pure nominare Pierpaolo Capovilla - ovvero chitarre, ritmiche e voce potenti, e testi ambiziosissimi. Inquadrate le coordinate, veniamo alla recensione vera e propria. . I cambi di…

Score

QUALITA' - 49%

49%

49

“Non c’è proprio niente da ridere” è un classico disco di rock alternativo italiano, fedelissimo alla lezione impartita nei decenni scorsi dagli Afterhours e dai Marlene Kuntz – giusto per...

Leggi Articolo »

JENNY HVAL Blood Bitch

jenny hval blood bitch
Ci sono dischi che fai una fatica boia a definire, a collocare, persino a descrivere a parole, perché hanno una personalità così forte che l'unica cosa sensata da dire sarebbe "andate di corsa ad ascoltarlo". E' il caso di "Blood Bitch", un compact fuori dagli schemi, pieno di idee interessanti e con un mix di folk e suoni elettronici e sperimentazione da spiazzare anche l'ascoltatore più scafato. I dieci capitoli di "Blood Bitch" parlano di storie sanguinarie, tra realtà, fantasia e fiction cinematografica. Il nuovo album di Jenny Hval è un concept legato al ruolo del sangue nella società moderna e passata. Il…

Score

QUALITA' - 77%

77%

77

Ci sono dischi che fai una fatica boia a definire, a collocare, persino a descrivere a parole, perché hanno una personalità così forte che l’unica cosa sensata da dire sarebbe “andate...

Leggi Articolo »

NICOLÒ CARNESI Bellissima Noia

carnesi bellissima noia
Palermo e il Nord Europa. Che piaccia o no, Nicolò Carnesi ha creato uno stile particolare: approccio cantautorale e - in questo caso - un tessuto sonoro moderno, molto... islandese in certi passaggi. "Bellissima Noia" è un album dove le parole sono sempre protagoniste. Rispetto al passato, l'ombra lunga di Franco Battiato si avverte meno nelle immagini di Carnesi, che ha ormai imboccato la strada dell'emancipazione dai miti dell'adolescenza. In Italia sono pochi i giovani cantautori sotto i 30 anni che scrivono bene come l'autore siciliano, Carnesi ha il dono di raccontare storie credibili, frammenti di vita quotidiana che incuriosiscono…

Score

QUALITA' - 64%

64%

64

Palermo e il Nord Europa. Che piaccia o no, Nicolò Carnesi ha creato uno stile particolare: approccio cantautorale e – in questo caso – un tessuto sonoro moderno, molto… islandese...

Leggi Articolo »

KATIE GATELY Color

katie gately color
Un album veramente bello. "Color" si prende così tanti azzardi, affronta così tante curve spingendo sull'acceleratore che alla fine ti stupisci che l'ascolto sia comunque così omogeneo, solido, persino coerente, e attenzione: le 7 tracce in scaletta sono diverse le une dalle altre. Katie Gately ha tirato fuori dal cilindro un disco meraviglioso, dove elettronica e sperimentazione non sono al servizio della nicchia di turno (noi odiamo le nicchie...), ma hanno potenza e capacità di parlare a un pubblico trasversale. In 41 minuti, questa ragazza nata nel Bronx, cresciuta a Brooklyn, e attualmente di casa a Los Angeles, è riuscita a dar vita a un…

Score

QUALITA' - 79%

79%

79

Un album veramente bello. “Color” si prende così tanti azzardi, affronta così tante curve spingendo sull’acceleratore che alla fine ti stupisci che l’ascolto sia comunque così omogeneo, solido, persino coerente,...

Leggi Articolo »

ANGEL OLSEN My Woman

angel olsen my woman
Angel Olsen in "My Woman" fa correre spesso la testa a certe cose di Lana Del Rey e alla sfrontatezza vocale di Amanda Palmer. Ad essere precisini: sono più i punti di contatto con la Del Rey rispetto a quelli con la Palmer. Sono giusto delle fascinazioni, intendiamoci, ma che aiutano a farsi un'idea della proposta di questa giovane promessa della scena indipendente americana. La Olsen interpreta benissimo i suoi brani, e il suo folk-rock cantautorale arriva sempre alla meta senza perdersi lungo la strada. La fruibilità pop dei pezzi è discreta e nel complesso la produzione non mostra grosse…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

Angel Olsen in “My Woman” fa correre spesso la testa a certe cose di Lana Del Rey e alla sfrontatezza vocale di Amanda Palmer. Ad essere precisini: sono più i...

Leggi Articolo »