IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni (pagina 60)

Recensioni

HOPE YOU’RE FINE BLONDIE Quasi

HOPE YOURE FINE BLONDIE quasi
Belli tonici. Gli Hope You're Fine Blondie sono una botta di rock vecchia scuola. Abbiamo passato un paio di ascolti a chiederci se il loro suono è o non è sfacciatamente derivativo, poi siamo arrivati alla conclusione che se una cosa funziona non devi stare lì a menartelo con definizioni e confini. Tutte robe che fregano una mazza a chi ascolta. . In cabina di regia…

Score

QUALITA' - 67%

67%

67

Belli tonici. Gli Hope You’re Fine Blondie sono una botta di rock vecchia scuola. Abbiamo passato un paio di ascolti a chiederci se il loro suono è o non è sfacciatamente...

Leggi Articolo »

MORENO Slogan

moreno slogan
Premessa: ma quanto è bravo, Big Fish? "Slogan" è il disco di Moreno, ma la firma sulle produzioni è in larga parte di Massimiliano Dagani. Ed è una firma che porta sostanza sui brani del rapper genovese, che non è uno sprovveduto, non fatevi fregare dalla faccia da buono: Moreno è un dritto. La prova? La squadra che ha messo assieme per questo lavoro, perché oltre a Big Fish, trovano spazio anche Emiliano Pepe, Federica Abbate, Deborah Iurato e Antonio Maggio. Gente che ha numeri grossi in ambito pop. "Slogan" è un disco senza grosse pretese. In scaletta 12 episodi per…

Score

QUALITA' - 60%

60%

60

Premessa: ma quanto è bravo, Big Fish? “Slogan” è il disco di Moreno, ma la firma sulle produzioni è in larga parte di Massimiliano Dagani. Ed è una firma che porta...

Leggi Articolo »

LUCHÈ Malammore

LUCHE malammore
Ok, nel rap di Luchè ci sono spesso accenti modaioli (droga, troie, esagerazioni da livello superiore) però l'artista napoletano è davvero bravo. Mantiene un flow pazzesco, Luchè. E soprattutto ha una qualità: non annoia mai. E non è un dettaglio, perché fa parte di una generazione di rapper che ha partorito (e partorisce ancora) delle cagate pazzesche per dirla alla Ugo Fantozzi. "Malammore" è un disco lunghissimo: 17 pezzi, 2 bonus e 74 minuti di musica. Luchè racconta storie piuttosto personali che sono tuttavia accessibili. Ondeggia fra italiano e napoletano, e ci piace in entrambi i casi. Ha uno stile…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

Ok, nel rap di Luchè ci sono spesso accenti modaioli (droga, troie, esagerazioni da livello superiore) però l’artista napoletano è davvero bravo. Mantiene un flow pazzesco, Luchè. E soprattutto ha...

Leggi Articolo »

DULCAMARA Indiana

DULCAMARA indiana
Mattia Zani è anima e corpo del progetto Dulcamara. Vogliamo partire da lui perché musiche, testi e arrangiamenti sono suoi. Iniziamo dalle musiche: "Indiana" è un disco di folk cantautorale, l'America è il punto di riferimento ma non siamo al più classico dei "Tu vuò fa l'americano", nel senso che Zani non esagera coi riferimenti e non snatura il suo suono rendendolo eccessivamente derivativo. Gli arrangiamenti sono funzionali, discreti, intelligenti. . La scaletta…

Score

QUALITA' - 68%

68%

68

Mattia Zani è anima e corpo del progetto Dulcamara. Vogliamo partire da lui perché musiche, testi e arrangiamenti sono suoi. Iniziamo dalle musiche: “Indiana” è un disco di folk cantautorale, l’America...

Leggi Articolo »

ANTONIO FIRMANI La galleria del vento

ANTONIO FIRMANI la galleria del vento
«Questo disco parla della vita di coppia al bivio dei trent’anni, i meccanismi che la muovono e le dinamiche che invece la immobilizzano. Mi piaceva l’idea di non scrivere un album di finzione, bensì di qualcosa che, seppure in parte, conosco e ho vissuto. Il fuoco delle storie è sulla mia generazione, quella dei trentenni, vista attraverso gli occhi dei due protagonisti del disco: Mario e Alice». Bella voce, quella di Antonio Firmani. Ma con una bella voce ci fai poco se non hai anche delle buone canzoni. Fortunatamente per lui, Firmani con "La galleria del vento" dimostra di avere…

Score

QUALITA' - 66%

66%

66

«Questo disco parla della vita di coppia al bivio dei trent’anni, i meccanismi che la muovono e le dinamiche che invece la immobilizzano. Mi piaceva l’idea di non scrivere un...

Leggi Articolo »

MEDULLA Al di là del buio

MEDULLA
"Al di là del buio" è un album di rock elettronico. Anzi, c'è più elettronica che rock, e lo sguardo delle 7 canzoni in scaletta è rivolto verso gli Anni Ottanta. . Insomma, un disco che lo ascolti un paio di volte (se proprio devi) e poi passi volentieri ad altro.

Score

QUALITA' - 48%

48%

48

“Al di là del buio” è un album di rock elettronico. Anzi, c’è più elettronica che rock, e lo sguardo delle 7 canzoni in scaletta è rivolto verso gli Anni...

Leggi Articolo »

TWOAS4 Marea Gluma

twoas4 marea gluma
Lavoro ambizioso, quello dei toscani Twoas4, che hanno il pregio di presentarsi con un bellissimo artwork. "Marea Gluma" è un album di rock (newyorchese) con svariate sfumature e una scaletta composta da undici brani che alternano italiano, inglese, rumeno. . Questo per dire che "Marea Gluma" si guarda tanto e troppo allo specchio, dando poche chiavi di lettura all'utente. La…

Score

QUALITA' - 58%

58%

58

Lavoro ambizioso, quello dei toscani Twoas4, che hanno il pregio di presentarsi con un bellissimo artwork. “Marea Gluma” è un album di rock (newyorchese) con svariate sfumature e una scaletta composta...

Leggi Articolo »

IL GRANDE CAPO Promesse.

GRANDE CAPO promesse
Ancora non ci siamo del tutto, ma la strada imboccata è quella giusta. Il primo disco de Il Grande Capo sta in equilibrio fra canzone d'autore e sintetizzatore, fra Anni Settanta e Anni Duemila, fra poesia, pop, rock e quotidianità. Nel maneggiare la melodia il gruppo lascia intravvedere ampi margini di miglioramento, così come nell'allestire una scaletta efficace, ma "Promesse." ha anche degli aspetti positivi evidenti: intanto dal punto di vista lirico c'è grande qualità nei testi di Elio D'Alessandro, inoltre la band si è presa dei rischi nell'arrangiamento dei brani - in questo senso date un ascolto a "Pubalgia".…

Score

QUALITA' - 67%

67%

67

Ancora non ci siamo del tutto, ma la strada imboccata è quella giusta. Il primo disco de Il Grande Capo sta in equilibrio fra canzone d’autore e sintetizzatore, fra Anni...

Leggi Articolo »

ASSALTI FRONTALI Mille Gruppi Avanzano

ASSALTI FRONTALI mille gruppi avanzano
"Mille Gruppi Avanzano" è il solito disco di Assalti Frontali. Intendiamoci, non è una critica, anzi, è proprio il contrario. Perché Militant A ha scelto, già da diversi anni, di marchiare contenuti sempre diversi con uno stile riconoscibilissimo. E al centro di tutto, naturalmente, ci sono le parole, perché i contenuti sono nulla senza la bontà di un messaggio raccontato con maestria. Militant A è un fine narratore. Ed è anche un uomo fortunato, visto che lungo la strada ha incontrato tempo fa Bonnot, uno che ha un tocco (sui suoni) eccezionale. "Mille Gruppi Avanzano" è un album pieno di…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

“Mille Gruppi Avanzano” è il solito disco di Assalti Frontali. Intendiamoci, non è una critica, anzi, è proprio il contrario. Perché Militant A ha scelto, già da diversi anni, di...

Leggi Articolo »

ZEBRA FINK Zeno

ZEBRA FINK zeno
Gli Zebra Fink fanno rock alternativo. Si fossero mossi negli Anni Novanta si sarebbero guadagnati di sicuro alcuni passaggi su VideoMusic, ma nel 2016 il loro suono arriva al traguardo fuori tempo massimo e con il fiatone. Questo per dire che "Zeno" non è un album particolarmente originale, e dispiace perché dal punto di vista lirico c'è impegno e voglia di cercare soluzioni persino azzardate, ma .

Score

QUALITA' - 50%

50%

50

Gli Zebra Fink fanno rock alternativo. Si fossero mossi negli Anni Novanta si sarebbero guadagnati di sicuro alcuni passaggi su VideoMusic, ma nel 2016 il loro suono arriva al traguardo...

Leggi Articolo »