IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Psichedelia (pagina 3)

Psichedelia

BOL&SNAH So? Now?

bolsnah sonow
“So? Now?” è il primo album di Bol&Snah, side project di “Snah” Hans Magnus Ryan, fondatore e chitarrista dei Motorpsycho, insieme al trio Bol, per l’etichetta Gigafon Records. Il disco prende come pretesto il rock per allargare rapidamente gli orizzonti e toccare lidi diversi: all'interno è facile infatti trovare prog, un filino di pop, psichedelia, sperimentazione, elettronica. Insomma, non è un lavoro facile da classificare, più facile sondarlo usando le emozioni che provoca, e sotto questo punto di vista "So? Now?" è un disco generoso di atmosfere epiche in grado di coinvolgere l'ascoltatore. L'iniziale "The Sidewalks" è un ottimo…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

“So? Now?” è il primo album di Bol&Snah, side project di “Snah” Hans Magnus Ryan, fondatore e chitarrista dei Motorpsycho, insieme al trio Bol, per l’etichetta Gigafon Records. Il disco...

Leggi Articolo »

ENTROFOBESSE Sounds of a Past Generation

ENTROFOBESSE sounds_of_a_past_generation
Suoni di una generazione passata è il concetto primario attorno al quale ruota tutto quello che c'è di nuovo negli Entrofobesse. Un ritorno al passato verso modelli di convivenza più genuini, il dissenso intransigente verso i sistemi che mettono in commercio strutture mentali preconfezionate, il malessere di vivere in un mondo dove è crescente la decadenza eco-umana. "Sounds of a Past Generation" è un buon disco. Sarebbe potuto, però, essere un disco ancora migliore se invece di appesantirlo (si sfiora l'ora di ascolto) si fosse scelta una strada diversa, sposando l'agilità invece della pesantezza. Gli Entrofobesse partendo dal rock, infarciscono…

Score

QUALITA' - 64%

64%

64

Suoni di una generazione passata è il concetto primario attorno al quale ruota tutto quello che c’è di nuovo negli Entrofobesse. Un ritorno al passato verso modelli di convivenza più...

Leggi Articolo »

THE CHANFRUGHEN Shah Mat

THE CHANFRUGHEN shah mat
Rock e psichedelia. E poco altro. "Shah Mat" è un album che si perde facilmente per strada, ed è un peccato. Perché . Dal punto di vista musicale, però, la proposta dei The Chanfrughen non ci pare particolarmente originale e le melodie non riescono mai a premiare la pazienza dell'ascoltatore. Insomma, un lavoro a metà: ok le liriche, ma musicalmente nulla lascia il segno, e anzi, a volte si ha la netta sensazione che con le…

Score

QUALITA' - 51%

51%

51

Rock e psichedelia. E poco altro. “Shah Mat” è un album che si perde facilmente per strada, ed è un peccato. Perché il cantato e i testi ci piacciono parecchio...

Leggi Articolo »

IL PARADISO DEGLI ORCHI Il Corponauta

IL PARADISO DEGLI ORCHI il_corponauta
Il Paradiso degli Orchi è una giovane band di Brescia attiva dal 2010. Il loro genere è un crossover di diverse influenze: prog rock, psichedelia, pop, indie, atmosfere cantautorali, profumi etnici, elettronica. Hanno esordito nel 2011 e ora sono qui alle prese con un album ambizioso, un concept ispirato dal libro omonimo di Flavio Emer. Il tutto prodotto dal grande Fabio Zuffanti.  Il disco è un bel mattoncino di quasi 80 minuti, difficilissimo da ascoltare in un colpo solo e che spesso divaga, allunga la strada. L'essenzialità non abita qui, ecco perché ci vogliono tempo e pazienza per trovare il feeling…

Score

QUALITA' - 58%

58%

58

Il Paradiso degli Orchi è una giovane band di Brescia attiva dal 2010. Il loro genere è un crossover di diverse influenze: prog rock, psichedelia, pop, indie, atmosfere cantautorali, profumi...

Leggi Articolo »

RED LINES Red Lines EP

RED LINES
Quello dei Red Lines è un duo (in quartetto dal vivo) formato da Marianna Pluda, ventunenne residente a Londra, e Simone Apostoli, diciassettenne bresciano. Assieme non arrivano a fare 40 anni. Alla loro età sarebbe legittimo fare musica di merda, copiare e scopiazzare qua e là, e invece ci ritroviamo fra le mani un lavoro molto maturo, con un'eccellente fruibilità pop e degli arrangiamenti da gruppo fatto e finito. In scaletta 5 pezzi (in inglese) fra elettronica, rock, pop e un pizzico di psichedelia. Marianna ha un modo di cantare che fa subito venire in mente Lana Del Rey e PJ Harvey, mentre…

Score

QUALITA' - 69%

69%

69

Quello dei Red Lines è un duo (in quartetto dal vivo) formato da Marianna Pluda, ventunenne residente a Londra, e Simone Apostoli, diciassettenne bresciano. Assieme non arrivano a fare 40 anni. Alla...

Leggi Articolo »

SLOW STEVE Adventures

SLOW STEVE adventures
Slow Steve è il moniker dietro cui si cela l'artista francese Rémi Letournelle, ex membro dei Fenster. Folk, pop ed elettronica vintage sono gli elementi portanti di "Adventures", album che onestamente fatica a ritagliarsi uno spazio nei territori dell'originalità. I suoni oscillano tra il "carino" e il "fighetto", ma se siete alla ricerca di sostanza, di qualcosa da mettere e riascoltare piuttosto che ascoltare e scordare, allora siete nel posto sbagliato e al momento sbagliato. La scaletta offre 11 episodi per 40 minuti di musica: molte le suggestioni proposte, così come sono diverse le aperture alla psichedelia, ma nulla…

Score

QUALITA' - 50%

50%

50

Slow Steve è il moniker dietro cui si cela l’artista francese Rémi Letournelle, ex membro dei Fenster. Folk, pop ed elettronica vintage sono gli elementi portanti di “Adventures“, album che...

Leggi Articolo »

MAGNET ANIMALS Butterfly Killer

MAGNET ANIMALS butterfly killer
I Magnet Animals sono Todd Clouser (chitarre, voce), Eyal Maoz (chitarre), Shanir Ezra Blumenkranz (basso elettrico), Jorge Servin (batteria). E' un disco, questo dei Magnet Animals, di buona, vitalissima americana. E non solo. C'è tanto altro ancora. "Butterfly Killer" parla alla pancia – con un road blues di tradizione - ma anche alla mente. . Alcune soluzioni sonore sembrano mutuate dai lavori recenti di Warren Ellis sul doppio fronte…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

I Magnet Animals sono Todd Clouser (chitarre, voce), Eyal Maoz (chitarre), Shanir Ezra Blumenkranz (basso elettrico), Jorge Servin (batteria). E’ un disco, questo dei Magnet Animals, di buona, vitalissima americana. E non solo. C’è...

Leggi Articolo »

CLOWNS FROM OTHER SPACE Zeng

CLOWNS FROM OTHER SPACE zeng
“Zeng” è il debutto dei Clowns From Other Space, band abruzzese che qui propone un rock orecchiabile cantato in inglese e con fascinazioni che arrivano proprio dal Regno Unito. A voler essere didascalici, potremmo parlare di un suono che cerca i primi U2, i primissimi Radiohead, i Muse e che rincorre la psichedelia, che sbanda raramente ma che ha ancora bisogno di un'aggiustatina per poter mostrare uno stile, un'identità tutta sua. Al momento i Clowns From Other Space sono una band che svolge al meglio il compito assegnato, ma per farsi spazio in un ambiente super affollato come quello indipendente italiano sono…

Score

QUALITA' - 64%

64%

64

“Zeng” è il debutto dei Clowns From Other Space, band abruzzese che qui propone un rock orecchiabile cantato in inglese e con fascinazioni che arrivano proprio dal Regno Unito. A...

Leggi Articolo »

THE COMET IS COMING Channel The Spirits

THE COMET IS COMING channel_the_spirits
C'è talmente tanta roba in questo "Channel The Spirits" che già solo elencare le fascinazioni prese in prestito diventa una bella prova. Dentro infatti c'è il rock, sì, il rock, ma mescolato assieme a un'infinità di generi: psichedelia, funk, tanto jazz, elettronica, un pizzico di noise e poi buttiamoci dentro anche la voglia di sperimentare e mettiamoci pure un vago richiamo all'Africa. Insomma, un bel polpettone di suoni. Quello dei londinesi The Comet Is Coming è un progetto (attivo da un paio di anni) capace di incuriosire parecchio, e crediamo che dal vivo abbia tanto da offrire. La scaletta è abbastanza agile…

Score

QUALITA' - 66%

66%

66

C’è talmente tanta roba in questo “Channel The Spirits” che già solo elencare le fascinazioni prese in prestito diventa una bella prova. Dentro infatti c’è il rock, sì, il rock,...

Leggi Articolo »

HUMANOIRA Fedeli alla linea

HUMANOIRA fedeli_alla_linea
Ci abbiamo messo un sacco prima di decidere cosa scrivere di questo album. Perché alcune cose ci piacciono parecchio, mentre altre molto, molto meno. Iniziamo dalle cose che ci piacciono: l'atmosfera vagamente Anni Novanta, la voglia di non sposare soluzioni comode negli arrangiamenti, la voglia di osare e anche spiazzare all'occorrenza. Ecco, ed , perché dal rock scivolano verso decine di altre fascinazioni (elettronica…

Score

QUALITA' - 58%

58%

58

Ci abbiamo messo un sacco prima di decidere cosa scrivere di questo album. Perché alcune cose ci piacciono parecchio, mentre altre molto, molto meno. Iniziamo dalle cose che ci piacciono:...

Leggi Articolo »