IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Italiano > THEGIORNALISTI

THEGIORNALISTI Love

Genio vero o truffatore? Poeta moderno o furbacchione? Attorno alla figura di Tommaso Paradiso si discuterà ancora parecchio, sia perché il personaggio stuzzica, sia perché le sue canzoni piacciono. "Love" è quello che oggi farebbero Luca Carboni e Vasco Rossi se avessero una trentina di anni in meno. Ok, dovrebbero mettersi vicino pure il buon Dario Faini, che in questo nuovo capitolo della saga Thegiornalisti ha curato meravigliosamente la produzione, ma diciamo che la vecchia scuola del pop italiano farebbe oggi quello che sta facendo Paradiso, cioè riconnettere l'ascoltatore nostrano a un immaginario pop (tipicamente tricolore) che affonda le sue…

Score

QUALITA' - 78%

78%

78

thegiornalisti love

Genio vero o truffatore? Poeta moderno o furbacchione? Attorno alla figura di Tommaso Paradiso si discuterà ancora parecchio, sia perché il personaggio stuzzica, sia perché le sue canzoni piacciono.

Love” è quello che oggi farebbero Luca Carboni e Vasco Rossi se avessero una trentina di anni in meno. Ok, dovrebbero mettersi vicino pure il buon Dario Faini, che in questo nuovo capitolo della saga Thegiornalisti ha curato meravigliosamente la produzione, ma diciamo che la vecchia scuola del pop italiano farebbe oggi quello che sta facendo Paradiso, cioè riconnettere l’ascoltatore nostrano a un immaginario pop (tipicamente tricolore) che affonda le sue radici negli Anni Settanta e Ottanta. E così finisce che le canzoni di Paradiso non solo sono gradevoli, ma persino familiari, perché sono nuove quanto le cose che i quarantenni di oggi ascoltavano in macchina coi genitori ai tempi in cui le macchinate verso il mare (senza aria condizionata) erano carovane ritmate dalle autoradio.

“Love” è il miglior disco di pop italiano che potete trovare in circolazione attualmente: ogni canzone è una potenziale hit, la scaletta è agilissima, i testi semplici, la musica graziosa. Insomma, come può non piacere? E’ un autentico discone se lo valutiamo per quello che è, cioè una compilation di canzoncine che possono cavalcare una stagione e diventare persino dei classici con il passare del tempo. Paradiso dovrà ringraziare in eterno la lezione dei vari Vasco Rossi e Luca Carboni, ma anche la capacità di rimaneggiare il passato facendolo proprio è un talento, un dono da mettere all’incasso.

I brani migliori? “Zero Stare Sereno” e “Felicità Puttana”.

Tag