IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Electro (pagina 20)

Electro

SCHWARZ DONT CRACK No Hard Feelings

SCHWARZ DONT CRACK no_hard_feelings
Schwarz Dont Crack è il nome scelto da Ahmad Larnes e Sebastian Kreis, il primo di New York mentre il secondo di Berlino. . Insomma, "vecchio" e "nuovo" convivono all'interno di questo album che ha un'orecchiabilità spiccata ma anche una eccellente raffinatezza/ricercatezza sonora. La scaletta contiene 12 episodi per 43 minuti di musica.…

Score

QUALITA' - 80%

80%

80

Schwarz Dont Crack è il nome scelto da Ahmad Larnes e Sebastian Kreis, il primo di New York mentre il secondo di Berlino. Il loro “No Hard Feelings” ha un...

Leggi Articolo »

SIRUAN Gocce

SIRUAN gocce
Che progetto strano, quello che ruota attorno a "Gocce". Il nuovo lavoro di Siruan non si potrà scaricare per intero, non si potrà ascoltare in concerto e non è dato conoscerne la tracklist. Le sette tracce di cui è composto saranno sparse in giro per il web, ospitate su varie piattaforme, siti, blog e portali rilasciando una traccia al mese da aprile fino a ottobre 2016. Un progetto anti-radiofonico, anti-discografico e volutamente incommerciabile. Musica fine a se stessa, che non ha alcuna ambizione se non quella di soddisfare le istanze dell'artista, che la definisce: «Un'interpretazione poetica su strumentali di musica…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

Che progetto strano, quello che ruota attorno a “Gocce“. Il nuovo lavoro di Siruan non si potrà scaricare per intero, non si potrà ascoltare in concerto e non è dato...

Leggi Articolo »

MESSINA SIGNORILE Banaba

MESSINA SIGNORILE banaba
Marco Messina dei 99 Posse e il pianista Mirko Signorile sono i genitori di questo "Banaba", un album che gli stessi hanno definito "di elettro-jazz", ma onestamente noi dentro ci abbiamo trovato un sacco di cose (uguali e diverse), a partite da certe fascinazioni elettroniche tipicamente Anni Novanta, sino al rock, alla melodia, alla classica. Il disco vede la presenza di vari ospiti: dalla sempre brava Erica Mou, a Ursula Rucker, passando per Paolo Fresu e Juliana Maruggi. La scaletta prende per mano l'ascoltatore e lo porta in una dimensione soffice, dove i suoni sono sì gentili ma anche concreti, ben calibrati, non…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

Marco Messina dei 99 Posse e il pianista Mirko Signorile sono i genitori di questo “Banaba“, un album che gli stessi hanno definito “di elettro-jazz”, ma onestamente noi dentro ci abbiamo...

Leggi Articolo »

MALENKY SLOVOS Mood Swings

MALENKY SLOVOS mood swings
Due le cose che i Malenky Slovos hanno sbagliato: scegliersi un nome che sembra uno scioglilingua ed esordire con un album lunghissimo, fatto di 16 pezzi per quasi un'ora di musica, onestamente un'eternità. A favore - per loro fortuna - ci sono però più di due cosette, . Insomma, l'immaginario è quello, anche se il suono qui proposto ha personalità, un incedere deciso. E non sono rari i cambi di registro. I primi…

Score

QUALITA' - 68%

68%

68

Due le cose che i Malenky Slovos hanno sbagliato: scegliersi un nome che sembra uno scioglilingua ed esordire con un album lunghissimo, fatto di 16 pezzi per quasi un’ora di musica,...

Leggi Articolo »

ALMAMEGRETTA EnnEnne

ALMAMEGRETTA ennenne
L'idea di battere sempre le stesse strade o di riciclare (riciclarsi) non deve piacere granché agli Almamegretta. La prova è "EnnEnne", un album sì in linea con la tradizione della band napoletana - il suono degli Almamegretta, complice la voce di Raiz, ormai è riconoscibilissimo - ma è anche un album che prova a proporre nuove idee, nuovi immaginari, nuove prospettive, andandosi a prendere dei rischi soprattutto dal punto di vista melodico. Non è un disco facilissimo, ha bisogno di un paio di ascolti ravvicinati per mostrare il suo potenziale. Ma alla fine la pazienza viene ricompensata. "EnnEnne" è…

Score

QUALITA' - 68%

68%

68

L’idea di battere sempre le stesse strade o di riciclare (riciclarsi) non deve piacere granché agli Almamegretta. La prova è “EnnEnne“, un album sì in linea con la tradizione della...

Leggi Articolo »

P.O.M.A. Paranoid Room

P.O.M.A. paranoid room
P.O.M.A., acronimo di Performance Orale Mistica Astrale, è un duo di matrice sperimentale formatosi nel maggio del 2013 dall’unione di Paolo Oliva e Massimiliano Alfi. Il loro "Paranoid Room" è un disco di elettronica con accenti ambient e ritmiche austere che rubano l'attenzione e finiscono per esaltare. . Pochissimi i momenti di flessione. Un lavoro…

Score

QUALITA' - 74%

74%

74

P.O.M.A., acronimo di Performance Orale Mistica Astrale, è un duo di matrice sperimentale formatosi nel maggio del 2013 dall’unione di Paolo Oliva e Massimiliano Alfi. Il loro “Paranoid Room” è un disco...

Leggi Articolo »

LEILA Leila

LEILA
Leila ci piace un sacco quando sperimenta, quando mischia elettronica, pop e folk. Quando la sua proposta è... soltanto folk, l'indice del suo valore scende drasticamente, questo perché la sua musica si fa ordinaria, simile a mille altre cose già sentite in Italia e all'estero. . E a nostro avviso il progetto di Leila può dare…

Score

QUALITA' - 63%

63%

63

Leila ci piace un sacco quando sperimenta, quando mischia elettronica, pop e folk. Quando la sua proposta è… soltanto folk, l’indice del suo valore scende drasticamente, questo perché la sua...

Leggi Articolo »

THE ACADEMY Drunk Yoga Velvet Club

THE ACADEMY drunk_yoga_velvet_club
La prima cosa che vogliamo farvi notare è una cosa che potrete però notare/apprezzare soltanto una volta che avrete il disco dei The Academy, ci riferiamo all'artwork, davvero figo, molto originale, con una custodia a sorpresa. La cosa curiosa è che - mediamente - gli artwork più belli ormai arrivano da progetti o autoprodotti o senza grossi mezzi alle spalle, mentre etichette indipendenti e major hanno perso da tempo il piacere di offrire arte anche dal punto di vista visivo. "Drunk Yoga Velvet Club" è un album di elettronica elegante. Il cantato in inglese va alla ricerca del pop ma l'incontro-scontro non…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

La prima cosa che vogliamo farvi notare è una cosa che potrete però notare/apprezzare soltanto una volta che avrete il disco dei The Academy, ci riferiamo all’artwork, davvero figo, molto originale, con...

Leggi Articolo »

LEO PARI Spazio

LEO PARI spazio
Lucio Battisti e l'elettronica degli Anni Ottanta, il pop che si fa arte nobile e non becera rima cuore-amore o robe simili. Leo Pari non si nasconde: con "Spazio" lancia la sua personale sfida al pop, fregandosene dei luoghi comuni tanto cari alla scena indipendente italiana. . Canzoni spesso nate dalla base strumentale, piene di sintetizzatori e suoni dilatati, per cercare prima di tutto immediatezza e dove…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

Lucio Battisti e l’elettronica degli Anni Ottanta, il pop che si fa arte nobile e non becera rima cuore-amore o robe simili. Leo Pari non si nasconde: con “Spazio” lancia la...

Leggi Articolo »

PASHMAK Indigo

PASHMAK indigo
EP velocissimo, appena 4 canzoni per 13 minuti di musica. . Tutti i pezzi ci piacciono e hanno il pregio di sembrare figli della stessa radice, cioè accomunati da un minimo comun denominatore - fosse un album vero e proprio potremmo parlare di "concept". Insomma, un EP che riesce a conquistare l'attenzione dell'ascoltatore grazie alle idee. L'episodio migliore?…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

EP velocissimo, appena 4 canzoni per 13 minuti di musica. Quello dei Pashmak è un viaggio senza fermate tra elettronica, rock e pop, un mix proposto con il chiaro intento di colpire...

Leggi Articolo »