IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Tag Archivi: Dischi Soviet Studio

Tag Archivi: Dischi Soviet Studio

BRILLA La Tuta di Goldrake

brilla
Metà ligure, metà toscano, Andrea Brilla ha trascorso la sua adolescenza ad ascoltare i cantautori italiani e a scrivere le sue prime canzoni. Nelle sue orecchie sono così passati gli ascolti di Battiato, Battisti, Dalla. Quindi non stupisce che questo "La Tuta di Goldrake" sia infarcito di atmosfere cantautorali e pop. . Questo per dire che l'album di Brilla non ha grosse pretese e - purtroppo…

Score

QUALITA' - 51%

51%

51

Metà ligure, metà toscano, Andrea Brilla ha trascorso la sua adolescenza ad ascoltare i cantautori italiani e a scrivere le sue prime canzoni. Nelle sue orecchie sono così passati gli ascolti...

Leggi Articolo »

LO STRANO FRUTTO Lo Strano Frutto

lo strano frutto
Lo Strano Frutto è il progetto solista di Enrico Teno Cappozzo. Il Nostro è qui impegnato in un EP di 5 pezzi dove la chitarra si mescola talvolta al sax, creando un mix di rock cantautorale e jazz gradevole al primo ascolto - con ampie concessioni all'orecchiabilità. Quasi tutti i brani tengono botta, e nel complesso l'EP sta in piedi. Episodi come l'iniziale "Tutto bene (per adesso)" e "Le mie gambe fragili" hanno indiscutibilmente qualcosa da dire perché esaltano l'istrionismo vocale dell'autore, che si trova a suo agio quando i toni si alzano ed è così libero... di liberare…

Score

QUALITA' - 69%

69%

69

Lo Strano Frutto è il progetto solista di Enrico Teno Cappozzo. Il Nostro è qui impegnato in un EP di 5 pezzi dove la chitarra si mescola talvolta al sax,...

Leggi Articolo »

INFUSO Sestante

infuso
Suono derivativo al massimo, liriche debolucce e ritornelli non sempre efficaci. Questo il biglietto da visita di "Sestante". . Insomma, manca un'identità, un'impronta che possa dare un senso a questo rock alternativo troppo attaccato alla lezione degli Anni Novanta. In scaletta 10 pezzi per 45 minuti di musica. Tecnicamente ci siamo, non c'è approssimazione, ma bisogna lavorare su tutti gli aspetti…

Score

QUALITA' - 49%

49%

49

Suono derivativo al massimo, liriche debolucce e ritornelli non sempre efficaci. Questo il biglietto da visita di “Sestante“. Gli Infuso sono un trio post-rock che ha ancora bisogno di definire...

Leggi Articolo »

PINO NUVOLA Fremor Arborum

pino nuvola
"Fremor Arborum" è un gradevole viaggio nei territori del folk. Gradevole perché - mancando i testi - i progetti strumentali o stanno in piedi oppure annoiano a morte, e qui dobbiamo dire che le cose funzionano piuttosto bene, perché lungo i 9 episodi presenti in scaletta non ci sono mai grosse sbavature o scivoloni terribili. La proposta di Pino Nuvola cammina spedita guardando con ammirazione l'America, ma mostrando anche una sensibilità tutta europea per la melodia. Ecco così che si arriva al termine dei 36 minuti di ascolto convinti e consapevoli di aver valorizzato al meglio il proprio tempo…

Score

QUALITA' - 68%

68%

68

“Fremor Arborum” è un gradevole viaggio nei territori del folk. Gradevole perché – mancando i testi – i progetti strumentali o stanno in piedi oppure annoiano a morte, e qui...

Leggi Articolo »

VALENTE Il blu di ieri

valente il blu di ieri
E' un buon disco "Il blu di ieri". Valente attinge a piene mani da una stagione - quella degli Anni Ottanta - che ancora oggi continua a trasmettere semi vitali, ma il suo lavoro non sa di vecchio, perché nell'arrangiamento dei brani si è scelta una strada coraggiosa. Ecco quindi che la scaletta è invasa da un rock che si piega qua e là ai voleri della new wave, del pop, dell'elettronica, della canzone d'autore moderna e anche del jazz, complice un sassofono perfetto che entra nei momenti giusti arricchendo i brani. "Il blu di ieri" è un buon…

Score

QUALITA' - 68%

68%

68

E’ un buon disco “Il blu di ieri“. Valente attinge a piene mani da una stagione – quella degli Anni Ottanta – che ancora oggi continua a trasmettere semi vitali,...

Leggi Articolo »

ALCESTI Monumenti

alcesti monumenti
E' un brutto EP, "Monumenti". Brutto perché non riesce a trasmettere granché. . Così così la parte musicale (alcune linee melodiche sono carine), maluccio i testi, che sono anonimi, pretenziosi e con immagini spesso poco brillanti. Dal naufragio salviamo la title track, il resto è notte fonda.

Score

QUALITA' - 50%

50%

50

E’ un brutto EP, “Monumenti“. Brutto perché non riesce a trasmettere granché. Le quattro canzoni in scaletta parlano la lingua del pop alternativo ma senza riuscire a dialogare con l’ascoltatore....

Leggi Articolo »

DON RODRIGUEZ La Sostanza dei Fatti

don rodriguez sostanza fatti
Il secondo disco dei DON rodriguez, dal titolo “La Sostanza dei Fatti”, è stato prodotto, registrato e mixato da Ivan A. Rossi. Le 10 canzoni della band piemontese seguono la via indicata dai Baustelle, quindi un'idea di rock che guarda alla canzone d'autore e poi arrangiamenti senza grosse pretese che devono essenzialmente sostenere ritornelli dalla chiara matrice pop. . Insomma, un lavoro che non soddisfatta. Inevitabile la bocciatura. loading...

Score

QUALITA' - 50%

50%

50

Il secondo disco dei DON rodriguez, dal titolo “La Sostanza dei Fatti”, è stato prodotto, registrato e mixato da Ivan A. Rossi. Le 10 canzoni della band piemontese seguono la...

Leggi Articolo »

NEKO AT STELLA Shine

neko at stella shine
Troviamo prima di tutto le coordinate: "Shine" sta in un incrocio fra rock americano, blues e psichedelia, e nel mezzo ci passano almeno tre decadi di suoni, ovvero gli Anni Settanta, gli Ottanta e i Novanta. Il disco dei Neko At Stella è un mix di suoni già sentiti ma che negli ultimi anni - in Italia - sono usciti dai radar della scena indipendente. Alle chitarre il compito di indicare la via, alla voce di Glauco Boato, invece, il merito di tenere in pista un album che in alcuni passaggi si guarda troppo alla specchio e sembra non voler tendere…

Score

QUALITA' - 64%

64%

64

Troviamo prima di tutto le coordinate: “Shine” sta in un incrocio fra rock americano, blues e psichedelia, e nel mezzo ci passano almeno tre decadi di suoni, ovvero gli Anni...

Leggi Articolo »

HOPE YOU’RE FINE BLONDIE Quasi

HOPE YOURE FINE BLONDIE quasi
Belli tonici. Gli Hope You're Fine Blondie sono una botta di rock vecchia scuola. Abbiamo passato un paio di ascolti a chiederci se il loro suono è o non è sfacciatamente derivativo, poi siamo arrivati alla conclusione che se una cosa funziona non devi stare lì a menartelo con definizioni e confini. Tutte robe che fregano una mazza a chi ascolta. . In cabina di regia…

Score

QUALITA' - 67%

67%

67

Belli tonici. Gli Hope You’re Fine Blondie sono una botta di rock vecchia scuola. Abbiamo passato un paio di ascolti a chiederci se il loro suono è o non è sfacciatamente...

Leggi Articolo »

GIUDAH! Giudah!

GIUDAH!
La strada che hanno scelto i Giudah! (mixare rock, elettronica, noise) è stata già ampiamente battuta nell'ultimo decennio. Cosa portano di nuovo i Nostri? Nulla. Però se è vero che il loro suono non è originalissimo, . Questo per dire che il debutto omonimo dei Giudah! - al netto dei difetti - è un buon lavoro, che ascoltato ad alto volume conquista senza alcuna esitazione. In scaletta 9 episodi per 35 minuti di musica. Quando…

Score

QUALITA' - 65%

65%

65

La strada che hanno scelto i Giudah! (mixare rock, elettronica, noise) è stata già ampiamente battuta nell’ultimo decennio. Cosa portano di nuovo i Nostri? Nulla. Però se è vero che il...

Leggi Articolo »