IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni

Recensioni

FLAVIO FERRI Testimone di passaggio

flavio ferri testimone di passaggio
"Testimone di passaggio" è il nuovo album di Flavio Ferri, con i testi di Luca Ragagnin, scrittore celebre per la collaborazione nelle liriche con i Subsonica. Il risultato? Beh, il fondatore e sound designer dei Delta V ha qui scelto la via della sperimentazione, coinvolgendo parecchi ospiti: da Gianni Maroccolo a Livio Magnini dei Bluvertigo, passando per Marco Trentacoste dei Deasonika, ma la lista è ancora lunga. Guai tuttavia a considerarlo un album collettivo, questo è al 100% un disco di Flavio Ferri (e Ragagnin), con le collaborazioni che arrivano a contaminare il territorio in maniera discreta, senza mai invadere…

Score

QUALITA' - 72%

72%

72

“Testimone di passaggio” è il nuovo album di Flavio Ferri, con i testi di Luca Ragagnin, scrittore celebre per la collaborazione nelle liriche con i Subsonica. Il risultato? Beh, il...

Leggi Articolo »

LIVIO CORI Femmena

livio cori femmena
"Femmena" arriva dopo l'ottimo esordio del 2019, “Montecalvario (Core senza paura)”, pubblicato durante il Festival di Sanremo dello stesso anno - l’artista napoletano partecipò alla kermesse nazional-popolare in coppia con Nino D'Angelo. Il nuovo cd di Livio Cori ci lascia qualche dubbio circa la strada imboccata. Perché se è vero che il debutto era un lavoro con qualche lacuna ma comunque ben strutturato, quest'opera continua a girare attorno ai generi che piacciono all'artista campano (soul, rhythm and blues, pop) ma senza mai davvero assestare un colpo forte, preciso - la produzione non è il punto di forza. Ed è…

Score

QUALITA' - 55%

55%

55

“Femmena” arriva dopo l’ottimo esordio del 2019, “Montecalvario (Core senza paura)”, pubblicato durante il Festival di Sanremo dello stesso anno – l’artista napoletano partecipò alla kermesse nazional-popolare in coppia con...

Leggi Articolo »

PINO MARINO Tilt

pino marino tilt
In occasione del suo ventennale discografico, Pino Marino arriva con un album dal titolo "Tilt", anticipato dal singolo "Calcutta". Quello di Pino Marino è un cantautorato aggrappato alla radice di una pianta che nonostante gli scossoni e l'arrivo di nuovi generi all'attenzione dei più giovani, continua a dare frutti. Se volessimo dare delle coordinate, potremmo mettere questo "Tilt" vicino a Lucio Dalla, Samuele Bersani, insomma, sono canzoni che mettono assieme pop e gusto per la narrazione. L'album vede anche presenze - solo sulla carta - di valore: da Roberto Angelini a Ginevra Di Marco, passando per Tosca e Vinicio Marchioni.…

Score

QUALITA' - 58%

58%

58

In occasione del suo ventennale discografico, Pino Marino arriva con un album dal titolo “Tilt“, anticipato dal singolo “Calcutta”. Quello di Pino Marino è un cantautorato aggrappato alla radice di...

Leggi Articolo »

MYSS KETA Il cielo non è un limite

myss keta
Produzioni ottime ma contenuto povero. "Il cielo non è un limite" ribassa le quotazioni di Myss Keta perché se è vero che a livello musicale l'EP è un bel prodotto contemporaneo, europeo, gagliardo, è altrettanto vero che sotto il profilo lirico la situazione è grigia: (vedi il singolo "Giovanna Hardcore") e la netta sensazione che le parole siano un sussurro da annegare dentro basi potenti sparate sul dancefloor. Insomma, fumo negli occhi per un pubblico che ha poche pretese.

Score

QUALITA' - 41%

41%

41

Produzioni ottime ma contenuto povero. “Il cielo non è un limite” ribassa le quotazioni di Myss Keta perché se è vero che a livello musicale l’EP è un bel prodotto...

Leggi Articolo »

NERO KANE Tales of Faith and Lunacy

nero kane tales
C'è chi lo cerca, c'è chi crede di averlo e c'è chi ce l'ha. Ecco, Nero Kane ha uno stile, lui ce l'ha. La sua musica ha un profilo chiaro, definito, che attinge da un certo immaginario - un dark/folk tanto caro alle primissime cose di Nick Cave, giusto per citare un esempio fra i tanti possibili. "Tales of Faith and Lunacy" è un album compatto, che potrebbe persino essere letto come una traccia unica, una lunga traccia di 37 minuti dove l'atmosfera è cupa ma non pallosa e neppure autoreferenziale. Nero Kane tiene aperta la porta all'ascoltatore che…

Score

QUALITA' - 73%

73%

73

C’è chi lo cerca, c’è chi crede di averlo e c’è chi ce l’ha. Ecco, Nero Kane ha uno stile, lui ce l’ha. La sua musica ha un profilo chiaro,...

Leggi Articolo »

LIGHTPOLE Daylight

lightpole daylight
Se invece di 51 minuti, "Daylight" fosse durato 30 o anche 40 minuti sarebbe risultato un disco migliore. E non è una premessa utile a spianare la strada a una recensione negativa, ma è solo un modo - speriamo efficace - per dire che le canzoni funzionano quasi tutte, ma quasi sempre sono appesantite da arrangiamenti che invece di premiare la capacità dei Lightpole di costruire melodie interessanti, annacquano la proposta, rendendo difficoltoso il riascolto. In scaletta 10 pezzi che ruotano tutti attorno a un continuo ricorrersi tra rock ed elettronica, con l'Inghilterra a rappresentare un punto di riferimento…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

Se invece di 51 minuti, “Daylight” fosse durato 30 o anche 40 minuti sarebbe risultato un disco migliore. E non è una premessa utile a spianare la strada a una...

Leggi Articolo »

D.IN.GE.CC.O Linear Burns

dingecco
D.In.Ge.Cc.O è un progetto creato dal compositore e artista Gianluca D’Ingecco. "Linear Burns" è un album dove l'elettronica intrattiene e mescola assieme varie fascinazioni. E' un'elettronica ricca di rimandi al jazz, al rap, alla dance, in un continuo andare & tornare fra decadi diverse. E' un album coraggioso, perché nell'epoca del mordi & fuggi, 12 pezzi e oltre 60 minuti di ascolto sono un bel banco di prova anche per l'ascoltatore più paziente, ma il disco piace e funziona perché ha il grande pregio di accompagnare l'utente lungo un viaggio che è sempre piacevole e privo di scossoni, fra…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

D.In.Ge.Cc.O è un progetto creato dal compositore e artista Gianluca D’Ingecco. “Linear Burns” è un album dove l’elettronica intrattiene e mescola assieme varie fascinazioni. E’ un’elettronica ricca di rimandi al...

Leggi Articolo »

PUSCIFER Existential Reckoning

puscifer existential reckoning
Lo avevamo approcciato molto prevenuti - e chissà che questo non abbia inciso sul giudizio finale - fatto sta che alla fine questo "Existential Reckoning" ci è piaciuto, e parecchio. Intanto perché è un disco solido, che in una certa misura nobilita il progetto di Maynard James Keenan, che negli anni ha sempre ondeggiato fra serietà e cazzeggio, in un limbo strano, stretto tra la morsa dei Tool e degli A Perfect Circle, che per inciso restano band di un altro livello, ma possiamo tranquillamente dire che con "Existential Reckoning" i Puscifer prendono uno slancio nuovo. In scaletta 12…

Score

QUALITA' - 81%

81%

81

Lo avevamo approcciato molto prevenuti – e chissà che questo non abbia inciso sul giudizio finale – fatto sta che alla fine questo “Existential Reckoning” ci è piaciuto, e parecchio....

Leggi Articolo »

FRANCESCO BELLUCCI Situazioni sconvenienti

francesco bellucci
Francesco Bellucci canta e scrive come Vasco Rossi ma la sua proposta è comunque originalissima, perché la lezione del Blasco, qui, è usata come leva per raccontare storie di provincia credibili, sfrontate, talvolta persino esagerate come il singolo "Stanotte Uccido Mio Padre". Il risultato è questo "Situazioni sconvenienti" che sfida le mode del momento - trap e indie - con le armi del rock, quello tipicamente italiano di qualche decennio fa, e con la forza di arrangiamenti semplici e intelligenti. Insomma, ecco un album che ha qualcosa da dire e che lo dice senza rincorrere chissà quali paroloni, ma…

Score

QUALITA' - 78%

78%

78

Francesco Bellucci canta e scrive come Vasco Rossi ma la sua proposta è comunque originalissima, perché la lezione del Blasco, qui, è usata come leva per raccontare storie di provincia...

Leggi Articolo »

HIGHSNOB Yang

highsnob yang
Con "Yang" Highsnob mette un altro tassello (importante) per certificare ciò che è stata (finora) la sua carriera, cioè un percorso con pochi scivoloni e tante scelte azzeccate. Il suo disco è un'epifania di pezzi orecchiabili che vanno oltre l'universo e l'immaginario della trap; per certi versi - pur trattando temi spesso leggeri - lo stile dell'artista spezzino fonde il basso con un alto fatto di citazioni e incastri lirici pregiati, proponendo una narrazione che non è mai eccessivamente autoreferenziale, inoltre la sensazione è che il Nostro ancora si diverta un sacco a proporre le sue cose senza una…

Score

QUALITA' - 76%

76%

76

Con “Yang” Highsnob mette un altro tassello (importante) per certificare ciò che è stata (finora) la sua carriera, cioè un percorso con pochi scivoloni e tante scelte azzeccate. Il suo...

Leggi Articolo »