IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Electro

Electro

STEFANELLI No Coffee

stefanelli
Stefanelli, già bassista dei Blindur e cantante co-fondatore del gruppo Kafka Sulla Spiaggia, arriva qui al primo EP da solista, dal titolo "No Coffee". . Il risultato è un lavoro che ha il grosso difetto di dialogare poco con l'ascoltatore e di rimanere troppo nel proprio mondo. Ok che è stato registrato tra aprile e maggio 2020 - pieno lockdown - ma un po' di sole (fuor di metafora: una maggior attenzione alle melodie) avrebbe sicuramente giovato all'EP.

Score

QUALITA' - 54%

54%

54

Stefanelli, già bassista dei Blindur e cantante co-fondatore del gruppo Kafka Sulla Spiaggia, arriva qui al primo EP da solista, dal titolo “No Coffee“. Il lavoro mette in vetrina un...

Leggi Articolo »

PINHDAR Parallel

pinhdar
Il merito di "Parallel" è quello di essere stato lavorato dalle sapienti mani di Howie B senza che ciò si noti nell'ascolto. E questo è un concorso di meriti: . Una scelta - a nostro avviso - vincente guardando al risultato finale. L'album è stato interamente registrato durante il lockdown causato dall'epidemia di Covid-19 nello studio di Milano di proprietà del duo, che ha…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

Il merito di “Parallel” è quello di essere stato lavorato dalle sapienti mani di Howie B senza che ciò si noti nell’ascolto. E questo è un concorso di meriti: il...

Leggi Articolo »

LOU MORNERO Grilli

lou mornero grilli
C'è un immaginario sonoro ampio, in questo "Grilli": Depeche Mode, David Bowie, anche un po' di David Sylvian, poi rock, folk, blues. La title track - posta all'inizio - è un biglietto da visita che dice parecchio delle intenzioni di Lou Mornero: incedere solenne, testo asciutto, un mantra da processione. La successiva "La cosa vuota" è più strutturata e ha una forma-canzone più chiara e classica ma l'atmosfera resta solenne, piacevolmente snob, con accenti blues che riportano la memoria dell'ascoltatore a certi panorami americani con il rosso del Sole a scaldare i deserti più aridi. E' un pezzo fortissimo,…

Score

QUALITA' - 64%

64%

64

C’è un immaginario sonoro ampio, in questo “Grilli“: Depeche Mode, David Bowie, anche un po’ di David Sylvian, poi rock, folk, blues. La title track – posta all’inizio – è...

Leggi Articolo »

ALTERIA Vita Imperfetta

alteria vita imperfetta
La qualità di un disco si può misurare. Bastano due concetti: deve destare interesse dalla prima all'ultima canzone ed emotivamente deve trasmettere qualcosa. Poi - per carità - musiche, produzione, arrangiamenti e tutta quella roba lì sono cose importanti, ma se non c'è un'anima, non c'è un disco da valutare. "Vita Imperfetta" è un album che risponde alle due caratteristiche appena menzionate. Se poi aggiungiamo che Max Zanotti in cabina di regia ha fatto un ottimo lavoro, possiamo tranquillamente dire che il quadro restituisce l'immagine di un lavoro solido, pensato bene e sviluppato meglio. Alteria canta le sue canzoni…

Score

QUALITA' - 73%

73%

73

La qualità di un disco si può misurare. Bastano due concetti: deve destare interesse dalla prima all’ultima canzone ed emotivamente deve trasmettere qualcosa. Poi – per carità – musiche, produzione,...

Leggi Articolo »

MATTATOIO5 Escapes

mattatoio5
La band post rock padovana Mattatoio5 torna qui con un nuovo progetto ricco di sfumature elettroniche, con la produzione artistica di quel genio sottovalutato di Amaury Cambuzat. Partiamo dai difetti. "Escapes" ha troppe cose al suo interno, si dilunga parecchio e non è facile mantenere la concentrazione lungo i 55 minuti di ascolto. Gli manca un profilo definito e a patire questo limite sono soprattutto le canzoni, che non riescono a trovare una loro efficacia al primo contatto con l'ascoltatore. Dal lato opposto c'è anche da dire che è un lavoro coraggioso, fuori dai tempi moderni (ormai si osa…

Score

QUALITA' - 62%

62%

62

La band post rock padovana Mattatoio5 torna qui con un nuovo progetto ricco di sfumature elettroniche, con la produzione artistica di quel genio sottovalutato di Amaury Cambuzat. Partiamo dai difetti....

Leggi Articolo »

SAMUEL Brigata Bianca

samuel brigata bianca
Da ascoltare e poi mettere via. "Brigata Bianca" non è certo un disco che si candida a restare nella memoria di questo 2021 appena iniziato. Per carità, Samuel è sempre un Signor cantante, ma questo lavoro è povero di contenuti. Tutto gira attorno a un'idea di pop elettronico che forse a livello sonoro può anche risultare interessante, ma linee melodiche, ritornelli, testi e immaginario segnano una caduta libera. Nel gioco dei rimandi, potremmo inserire questo progetto in una galassia dove in lontananza si vedono i Subsonica (ed è normale), poi Annalisa (che però questo pop lo maneggia con una…

Score

QUALITA' - 48%

48%

48

Da ascoltare e poi mettere via. “Brigata Bianca” non è certo un disco che si candida a restare nella memoria di questo 2021 appena iniziato. Per carità, Samuel è sempre...

Leggi Articolo »

LINDA COLLINS Tied

linda collins
Quello dei Linda Collins è un esordio convincente che speriamo non resti un episodio isolato. Anzi, mettiamola così: sarà stato un debutto convincente se fra qualche anno sapranno replicare le cose positive (suono, arrangiamenti e atmosfere) e migliorare la forma-canzone, che al momento dialoga con l'ascoltatore soltanto a fasi alterne (forse giusto in "External"). Insomma, . Il genere dei Nostri? Un indie pop a tratti jazzato con ampie concessioni all'elettronica e al post-rock - un'atmosfera che tende la…

Score

QUALITA' - 68%

68%

68

Quello dei Linda Collins è un esordio convincente che speriamo non resti un episodio isolato. Anzi, mettiamola così: sarà stato un debutto convincente se fra qualche anno sapranno replicare le...

Leggi Articolo »

DJ MYKE & GABRIEL Voyager

dj myke gabriel voyager
In un'epoca in cui tenersi aperta una strada alternativa a quella principale è sempre cosa intelligente, Dj Myke potrebbe avere un futuro come talent scout. Perché "Voyager" mette in vetrina questo giovanissimo e sconosciuto Gabriel (classe 2002) che è veramente una sorpresa grossa: flow da campione, testi maturi e zero incertezze. Ricorda molto da vicino la classe di un socio storico del buon Myke, cioè Rancore, ma è solo un retrogusto. Ovvio, sull'ottima resa di Gabriel pesano un quintale le basi del navigato producer, che anche in questo lavoro sceglie di viaggiare a kilometri di distanza da quello che…

Score

QUALITA' - 80%

80%

80

In un’epoca in cui tenersi aperta una strada alternativa a quella principale è sempre cosa intelligente, Dj Myke potrebbe avere un futuro come talent scout. Perché “Voyager” mette in vetrina...

Leggi Articolo »

GRAMMO DI SOMA No

grammo di soma no
"No" è il terzo disco di Grammo di Soma, che ormai ci ha preso gusto a bazzicare i territori del rumore e della sperimentazione, con un'indole - talvolta - più da outsider che da veterano della discografia. Questo lavoro, infatti, ha un tratto istintivo e mette assieme 6 episodi che possono tranquillamente essere "letti" come una traccia unica, dove rumori, batteria, sintetizzatori, basso e voci creano un magma sonoro che ci mette un po' a svelarsi. Questo per dire che il primo ascolto non è un granché e risulta persino spiazzante, ma le cose vanno a migliorare con gli…

Score

QUALITA' - 67%

67%

67

“No” è il terzo disco di Grammo di Soma, che ormai ci ha preso gusto a bazzicare i territori del rumore e della sperimentazione, con un’indole – talvolta – più...

Leggi Articolo »

JOE SHAMANO Electro Trip

joe shamano
"Electro Trip" è il nuovo progetto di Joe Shamano, che qui porta all'attenzione un EP . E sono proprio Jim Morrison & soci a farsi strada fra i rimandi possibili ascoltando i 5 pezzi in scaletta, ma c'è anche tanto altro ancora, a partire da un uso della chitarra che non è mai autoreferenziale o finalizzato a stupire l'ascoltatore, ma è sempre intelligente e utile a creare una lunga atmosfera che…

Score

QUALITA' - 68%

68%

68

“Electro Trip” è il nuovo progetto di Joe Shamano, che qui porta all’attenzione un EP dove chitarra e sintetizzatori sembrano le borracce necessarie per attraversare quei deserti dell’anima che –...

Leggi Articolo »