IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Pop

Pop

IO E LA TIGRE Grrr Power

grrr power
Molte cose bene, ma non tutto benissimo. "Grrr Power" non è un disco (d'amore?) facilissimo da recensire, perché è prima di tutto un lavoro emotivo, e quindi si rischia di essere o troppo cattivi, o troppo indulgenti, o troppo superficiali. In questo gioco di equilibri, proviamo la via salomonica del dire senza però calcare la mano. Partiamo dunque con il dire che , tenendo la barra dritta…

Score

QUALITA' - 69%

69%

69

Molte cose bene, ma non tutto benissimo. “Grrr Power” non è un disco (d’amore?) facilissimo da recensire, perché è prima di tutto un lavoro emotivo, e quindi si rischia di...

Leggi Articolo »

BLÙMIA Wild Type

blumia wild type
"Wild Type" è un concentrato di tante cose, un mix di suoni che si muovono nel solco dell'orecchiabilità, poi di volta in volta l'ispirazione si arricchisce di rock, soul, funk, elettronica, entra in scena anche il sax quando è necessario, come nel caso del singolo "Life's Trains". L'album è piacevolissimo, scorre via facile facile. A colpire però è la differente resa con le due lingue usate da Azzurra Buccoliero: i brani in inglese fanno un figurone, invece quando canta in italiano (complice i testi non proprio brillantissimi) perde parecchio e la qualità della proposta si annacqua. Accanto alla Buccoliero, Cristiano Meleleo,…

Score

QUALITA' - 72%

72%

72

“Wild Type” è un concentrato di tante cose, un mix di suoni che si muovono nel solco dell’orecchiabilità, poi di volta in volta l’ispirazione si arricchisce di rock, soul, funk,...

Leggi Articolo »

THE JOY FORMIDABLE Aarth

the joy formidable aaarth
La prima cosa che balza all'occhio di "Aarth" è che su 11 brani, 5 superano i 4 minuti. E questo, spesso, è il segnale evidente che si è voluto indugiare sulla parte musicale a svantaggio del cantato. Il disco dei The Joy Formidable è l'eccezione che conferma la regola: la scaletta, infatti, dosa al meglio suoni, fascinazioni e parole, creando un mix di originalissimo rock con ampie concessioni alla melodia. Il compact si apre con l'ipnotica "Y Bluen Eira", che ricorda vagamente "Numb" degli U2: il registro stilistico è sì diverso, ma c'è qualcosa che rimanda alla band di Bono.…

Score

QUALITA' - 74%

74%

74

La prima cosa che balza all’occhio di “Aarth” è che su 11 brani, 5 superano i 4 minuti. E questo, spesso, è il segnale evidente che si è voluto indugiare...

Leggi Articolo »

INFRARED Souls

infrared souls
Cose buone e cose da perfezionare, slanci e frenate brusche. "Souls" è un disco di sensazioni contrastanti: ad esempio la voce di Tania Tiozzo è una fortuna, l'eccessiva durata del compact è una sfortuna - 41 minuti non sono troppi, intendiamoci, ma almeno 10 minuti stanno lì a riempire. Insomma, l'avessimo prodotto noi il compact, avremmo asciugato parecchio i contenuti, magari avremmo tagliato un paio di brani ed eliminato qualche parte strumentale. Gli Infrared cercano qui una loro strada fra rock Anni Novanta e pop, e il risultato è un disco che battibecca di continuo con la melodia alla ricerca di…

Score

QUALITA' - 64%

64%

64

Cose buone e cose da perfezionare, slanci e frenate brusche. “Souls” è un disco di sensazioni contrastanti: ad esempio la voce di Tania Tiozzo è una fortuna, l’eccessiva durata del compact...

Leggi Articolo »

IL CORPO DOCENTI Scivoli

il corpo docenti scivoli
Cari Il Corpo Docenti, la strada è ancora lunga. Eh sì, perché "Scivoli", l'EP d'esordio della band milanese, è più un "assomiglia a" piuttosto che un lavoro dotato di identità e gambe proprie. Tolta la tecnica dei Nostri, il resto è un cantiere aperto che necessita di cure e lavoro certosino: il suono non ha personalità, i testi sono cantati con la grinta giusta ma non dicono granché, e la mente dell'ascoltatore va troppe volte dietro l'impressione che le canzoni non siano altro che una rivisitazione di quanto offerto dai Ministri in questi anni. La parte melodica dei brani è…

Score

QUALITA' - 50%

50%

50

Cari Il Corpo Docenti, la strada è ancora lunga. Eh sì, perché “Scivoli“, l’EP d’esordio della band milanese, è più un “assomiglia a” piuttosto che un lavoro dotato di identità e...

Leggi Articolo »

LALA LALA The Lamb

lala lala the lamb
Questo "The Lamb" (distribuito in Italia da Audioglobe) ha un'atmosfera generale molto bella, quello che però gli manca è la capacità di portare all'incasso tutte le melodie abbozzate. Il nuovo disco dei Lala Lala – progetto di Lillie West con sede a Chicago - è come un razzo colorato che è pronto a partire, che magari decolla pure ma non prende mai quota. E così l'ascoltatore sta lì - canzone dopo canzone - ad aspettare il botto che però non arriva mai, perché la qualità media è sì accettabile, ma di guizzi neppure l'ombra. Morale: "The Lamb" finisce per essere…

Score

QUALITA' - 58%

58%

58

Questo “The Lamb” (distribuito in Italia da Audioglobe) ha un’atmosfera generale molto bella, quello che però gli manca è la capacità di portare all’incasso tutte le melodie abbozzate. Il nuovo...

Leggi Articolo »

THEGIORNALISTI Love

thegiornalisti love
Genio vero o truffatore? Poeta moderno o furbacchione? Attorno alla figura di Tommaso Paradiso si discuterà ancora parecchio, sia perché il personaggio stuzzica, sia perché le sue canzoni piacciono. "Love" è quello che oggi farebbero Luca Carboni e Vasco Rossi se avessero una trentina di anni in meno. Ok, dovrebbero mettersi vicino pure il buon Dario Faini, che in questo nuovo capitolo della saga Thegiornalisti ha curato meravigliosamente la produzione, ma diciamo che la vecchia scuola del pop italiano farebbe oggi quello che sta facendo Paradiso, cioè riconnettere l'ascoltatore nostrano a un immaginario pop (tipicamente tricolore) che affonda le sue…

Score

QUALITA' - 78%

78%

78

Genio vero o truffatore? Poeta moderno o furbacchione? Attorno alla figura di Tommaso Paradiso si discuterà ancora parecchio, sia perché il personaggio stuzzica, sia perché le sue canzoni piacciono. “Love”...

Leggi Articolo »

CAGE Images

cage images
Anno 2018. Non hai grosse strade se vuoi fare prog: o lo ripensi attualizzandolo oppure finisci a fare cover, perché diciamolo: il genere ha già detto parecchio e le invenzioni attorno al tema sono ormai pochine. I Cage hanno scelto la prima strada. Parliamo di un gruppo della scena progressive italiana formatosi nei primi anni ‘90 con il nome di Soundproof Red. L’ingresso nella band delle due voci femminili ed il cambio di numerosi componenti nel corso degli ultimi anni hanno portato lo stile della band molto più vicino al rock pur mantenendo l’attitudine prog, soprattutto nell’approccio allo strumento sempre…

Score

QUALITA' - 75%

75%

75

Anno 2018. Non hai grosse strade se vuoi fare prog: o lo ripensi attualizzandolo oppure finisci a fare cover, perché diciamolo: il genere ha già detto parecchio e le invenzioni...

Leggi Articolo »

MIMOSA Hurrah

mimosa hurrah
Partiamo dalla critica: in questo suo secondo lavoro Mimosa si è messa a nudo (e non ci riferiamo soltanto alla foto in copertina), ha accettato di confrontarsi con il suo intimo e di metterlo a disposizione dell'ascoltatore. Lo ha fatto, però, con il freno a mano tirato, cioè: alla fine ti sembra di aver capito il suo concetto di sentimenti e amore, ma a rifletterci bene non tutto è stato proposto in maniera chiara, didascalica, e così quell'immedesimazione che tanto piace a chi ascolta musica e cerca consolazione e riflesso nel vissuto altrui è stata un po' tradita. Questo…

Score

QUALITA' - 69%

69%

69

Partiamo dalla critica: in questo suo secondo lavoro Mimosa si è messa a nudo (e non ci riferiamo soltanto alla foto in copertina), ha accettato di confrontarsi con il suo...

Leggi Articolo »

ONORATA SOCIETÀ L'Anima Animale

onorata societa
Disco veloce, quello dell'Onorata Società: 8 pezzi per 28 minuti di musica. Pochi orpelli, tanta sostanza. Un continuo muoversi fra denuncia sociale e la lezione dei 99 Posse, tra rock, pop, rap e ritmi caldi. “L’Anima Animale” è auspicio ad una conciliazione tra gli istinti dell’animale uomo e l’identità globale “che ci vuole sempre più denaturalizzati e deumanizzati”. Le intenzioni hanno raggiunto, alla fine, il risultato sperato. Perché l'album esprime tematiche sì inflazionate, ma proposte con un taglio accattivante e soprattutto - visto che parliamo di musica - con una discreta varietà negli arrangiamenti. La scaletta stupisce in avvio:…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

Disco veloce, quello dell’Onorata Società: 8 pezzi per 28 minuti di musica. Pochi orpelli, tanta sostanza. Un continuo muoversi fra denuncia sociale e la lezione dei 99 Posse, tra rock,...

Leggi Articolo »