IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Canzone d’autore

Canzone d’autore

ROBBÈ Vecchie cicatrici

robbe
Ha una bella penna, Robbè. Nel senso che ha proprietà di linguaggio, ma il suo "Vecchie cicatrici" paga a caro prezzo - nel giudizio - la presenza di arrangiamenti tali da renderlo un lavoro molto, molto derivativo, finanche... vecchio, una riproposizione senza guizzi delle lezioni (musicali) dei Maestri, con Guccini in testa. Ecco che quindi l'ascolto delle 12 canzoni in scaletta si fa subito pesante, e impossibile da replicare a stretto giro. Noi - per la cronaca - l'abbiamo ascoltato quattro volte, e alla fine abbiamo sempre avuto l'impressione di un disco troppo ancorato al passato, quasi un omaggio…

Score

QUALITA' - 50%

50%

50

Ha una bella penna, Robbè. Nel senso che ha proprietà di linguaggio, ma il suo “Vecchie cicatrici” paga a caro prezzo – nel giudizio – la presenza di arrangiamenti tali...

Leggi Articolo »

TONNO Quando ero satanista

tonno
I Tonno riescono nell'esperimento di mettere assieme i primissimi Radiohead con il Grignani degli esordi. : i testi della band, infatti, sono scritti bene, con proprietà di linguaggio e raramente le rime sono chiuse in maniera poco efficace. "Quando ero satanista" ha uno stile preciso, in scaletta ci sono dieci pezzi per una durata che supera di un soffio i 30 minuti e almeno 3 o 4 brani sono dei potenziali singoli: "Sovrappensiero", "Credevo di averti vista", "Ragazza bonsai",…

Score

QUALITA' - 72%

72%

72

I Tonno riescono nell’esperimento di mettere assieme i primissimi Radiohead con il Grignani degli esordi. Il risultato è un rock cantautorale non originalissimo dal punto di vista musicale, ma estremamente...

Leggi Articolo »

GIULIO CASALE bootleg #3

giulio casale bootleg 3
"bootleg #3" è l'album dal vivo di Giulio Casale, il primo della carriera solista per l’ex voce degli Estra. Nel disco vivono tre anime diverse abilmente amalgamate: l’ultimo album di inediti “Inexorable”, uscito l’anno scorso in cd e vinile, lo spettacolo “Le notti bianche” da cui è estratta la rivisitazione di “Cosa sono le nuvole” di Modugno/Pasolini, e lo spettacolo “Frammenti di un discorso poetico”, una suite jazzata di musiche e parole insieme a Nicola Alesini. Da quest’ultimo spettacolo, andato in scena una sola unica volta, sono estratti i brani “The Golden Way” (di David Sylvian), “Incubo numero zero” (di Claudio Lolli)…

Score

QUALITA' - 72%

72%

72

“bootleg #3” è l’album dal vivo di Giulio Casale, il primo della carriera solista per l’ex voce degli Estra. Nel disco vivono tre anime diverse abilmente amalgamate: l’ultimo album di inediti...

Leggi Articolo »

CLAUDIA FOFI Teoria degli affetti

claudia fofi
Fare del buon cantautorato è - sulla carta - abbastanza facile: testi non banali, arrangiamenti efficaci e un lavoro sull'orecchiabilità per premiare l'ascoltatore senza ingolosirlo troppo. Insomma, basta poco. Tuttavia questo... poco ha un peso enorme, perché a conti fatti è frutto di un'alchimia oscura, non a caso il cantautorato italiano moderno è spesso una rielaborazione mediocre di cose già sentite, un fare musica negli Anni Duemila con lo sguardo rivolto agli Anni Sessanta. Ecco che quindi un disco come "Teoria degli affetti" arriva a rinfrescare l'aria, perché si muove bene e in maniera leggera lungo una strada impervia,…

Score

QUALITA' - 73%

73%

73

Fare del buon cantautorato è – sulla carta – abbastanza facile: testi non banali, arrangiamenti efficaci e un lavoro sull’orecchiabilità per premiare l’ascoltatore senza ingolosirlo troppo. Insomma, basta poco. Tuttavia...

Leggi Articolo »

CRISTIANO GODANO Mi ero perso il cuore

cristiano godano
Inatteso. Non sapremmo come definire in altro modo questo "Mi ero perso il cuore". Inatteso e spiazzante. Perché non ci aspettavamo che Cristiano Godano riuscisse a mettersi così a nudo dopo una così lunga carriera. Non per incapacità del leader dei Marlene Kuntz - indubbiamente la miglior penna della sua generazione - ma perché la maturità spesso coincide con un inevitabile declino compositivo e con la necessità (per sopravvivenza) di guardare oltre sé alla ricerca di una forma di ispirazione che alimenti la fiamma. E invece Godano è sceso giù giù sino al centro, mettendo in mostra una fragilità…

Score

QUALITA' - 79%

79%

79

Inatteso. Non sapremmo come definire in altro modo questo “Mi ero perso il cuore“. Inatteso e spiazzante. Perché non ci aspettavamo che Cristiano Godano riuscisse a mettersi così a nudo...

Leggi Articolo »

MICHELANGELO VOOD Rio nero

michelangelo vood
"Rio nero" è un buon esordio per Michelangelo Paolino, in arte Michelangelo Vood. Intanto : anche quando i versi risultano acerbi, il linguaggio usato è sempre fresco, originale, non banale; poi c'è da dire che "Ruggine" è un potenziale singolone. L'EP di Michelangelo Vood parla di sentimenti usando i mezzi del cantautorato e del pop. Tutti gli aspetti del suo progetto…

Score

QUALITA' - 66%

66%

66

“Rio nero” è un buon esordio per Michelangelo Paolino, in arte Michelangelo Vood. Intanto ha avuto il merito di destare la nostra attenzione in un mare di cartoline musicali (spesso...

Leggi Articolo »

GIULIA MUTTI La testa fuori

giulia mutti
Ai giornalisti - lo ammettiamo - piacciono da matti gli accostamenti. Quindi facciamo anche noi sfoggio di spiccata superficialità e accostiamo Giulia Mutti ad Alanis Morissette. Ovviamente è un'iperbole, un azzardo, ma il suo "La testa fuori" - specialmente quando alza il ritmo, leggi la title track - ci ha fatto venire in mente la popolare cantautrice canadese. Ora facciamo i seri. Quello di Giulia Mutti è un cantautorato pop che mette in mostra 9 brani scritti benissimo (quasi tutti i versi sono chiusi in rima bene, senza forzature) e se è vero che gli arrangiamenti sono semplici, è…

Score

QUALITA' - 69%

69%

69

Ai giornalisti – lo ammettiamo – piacciono da matti gli accostamenti. Quindi facciamo anche noi sfoggio di spiccata superficialità e accostiamo Giulia Mutti ad Alanis Morissette. Ovviamente è un’iperbole, un...

Leggi Articolo »

LUCA MADONIA La Piramide

luca madonia piramide
"La Piramide" è un disco di duetti: 9 brani inediti e la delicata rilettura di "Quello che non so di te" con Franco Battiato. Un album elegante, che rispecchia piuttosto bene la personalità di Luca Madonia, che ormai, dopo tanti anni di onorata carriera, maneggia il cantautorato con fare artigiano e piglio deciso. Muovendosi con disinvoltura fra epoche diverse e svecchiando i classici stilemi della canzone d'autore italiana. Ecco quindi che l'iniziale "Allora Fallo" (featuring Enrico Ruggeri), con il suo incedere funk, rappresenta un perfetto biglietto da visita. Ma è con "Guarda come scorre" (featuring Mario Venuti) che l'artista…

Score

QUALITA' - 73%

73%

73

“La Piramide” è un disco di duetti: 9 brani inediti e la delicata rilettura di “Quello che non so di te” con Franco Battiato. Un album elegante, che rispecchia piuttosto...

Leggi Articolo »

OLDEN Prima che sia tardi

olden prima che sia tardi
"Prima che sia tardi” è il quinto album del cantautore catalano di origini perugine Olden. La produzione artistica è di Flavio Ferri (Delta V) e si sente tutta, soprattutto negli arrangiamenti e nella corposità del suono. Nella bonus track “Fiume Amaro” compare anche il mai celebrato abbastanza Umberto Maria Giardini, la cui presenza rappresenta una sorta di post-it per ricordarci le coordinate del cantautorato di Olden. La poetica di "Prima che sia tardi" attraversa le epoche, e abbraccia De André (in "Aquilone") e il Manuel Agnelli di "Padania". A Olden piace parlare di sentimenti, la sua scrittura è matura per muoversi agile fra…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

“Prima che sia tardi” è il quinto album del cantautore catalano di origini perugine Olden. La produzione artistica è di Flavio Ferri (Delta V) e si sente tutta, soprattutto negli arrangiamenti e...

Leggi Articolo »

MAX ZANOTTI A un passo

max zanotti a un passo
Max Zanotti, da sempre, ha con l'intimità un rapporto di devozione. Quindi questo "A un passo" non sorprende, perché se da un lato è vero che l'ex leader dei Deasonika mette distanza fra sé e il rock (la materia prima della sua carriera artistica), dal lato opposto questo compact sembra avere tutti i connotati dell'urgenza artistica. Insomma, non un disco da fare tanto per fare, ma un disco da fare per il bisogno di farlo, abbassando i toni e raggruppando un po' di amici. Sì, perché lungo la scaletta troviamo - ad esempio - Georgeanne Kalweit (Delta V) e Francesco Setta,…

Score

QUALITA' - 69%

69%

69

Max Zanotti, da sempre, ha con l’intimità un rapporto di devozione. Quindi questo “A un passo” non sorprende, perché se da un lato è vero che l’ex leader dei Deasonika...

Leggi Articolo »