IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Tag Archivi: Vrec

Tag Archivi: Vrec

GIULIO CASALE bootleg #3

giulio casale bootleg 3
"bootleg #3" è l'album dal vivo di Giulio Casale, il primo della carriera solista per l’ex voce degli Estra. Nel disco vivono tre anime diverse abilmente amalgamate: l’ultimo album di inediti “Inexorable”, uscito l’anno scorso in cd e vinile, lo spettacolo “Le notti bianche” da cui è estratta la rivisitazione di “Cosa sono le nuvole” di Modugno/Pasolini, e lo spettacolo “Frammenti di un discorso poetico”, una suite jazzata di musiche e parole insieme a Nicola Alesini. Da quest’ultimo spettacolo, andato in scena una sola unica volta, sono estratti i brani “The Golden Way” (di David Sylvian), “Incubo numero zero” (di Claudio Lolli)…

Score

QUALITA' - 72%

72%

72

“bootleg #3” è l’album dal vivo di Giulio Casale, il primo della carriera solista per l’ex voce degli Estra. Nel disco vivono tre anime diverse abilmente amalgamate: l’ultimo album di inediti...

Leggi Articolo »

MORENO DELSIGNORE FEAT. LUCA SASSI Chamber Rock

moreno delsignore
Ascoltare un disco di cover è piacevolissimo, recensirlo è un tormento. Per due motivi: il peso delle versioni originali è spesso ingombrante (anche se provi a sgombrare la testa), inoltre partiamo sempre un po' benevoli perché in Italia si è persa l'abitudine del fare album di cover, e quindi ci sentiamo in dovere di sostenere (a prescindere) certi progetti. "Chamber Rock" vede Moreno Delsignore, insieme al chitarrista Luca Sassi, realizzare un “omaggio” in versione acustica, riarrangiando grandi classici del rock contemporaneo: da "Black Hole Sun" (Soundgarden) a "Life on Mars" (David Bowie), passando per "Enjoy the silence" dei Depeche Mode. Il risultato…

Score

QUALITA' - 63%

63%

63

Ascoltare un disco di cover è piacevolissimo, recensirlo è un tormento. Per due motivi: il peso delle versioni originali è spesso ingombrante (anche se provi a sgombrare la testa), inoltre...

Leggi Articolo »

OLDEN Prima che sia tardi

olden prima che sia tardi
"Prima che sia tardi” è il quinto album del cantautore catalano di origini perugine Olden. La produzione artistica è di Flavio Ferri (Delta V) e si sente tutta, soprattutto negli arrangiamenti e nella corposità del suono. Nella bonus track “Fiume Amaro” compare anche il mai celebrato abbastanza Umberto Maria Giardini, la cui presenza rappresenta una sorta di post-it per ricordarci le coordinate del cantautorato di Olden. La poetica di "Prima che sia tardi" attraversa le epoche, e abbraccia De André (in "Aquilone") e il Manuel Agnelli di "Padania". A Olden piace parlare di sentimenti, la sua scrittura è matura per muoversi agile fra…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

“Prima che sia tardi” è il quinto album del cantautore catalano di origini perugine Olden. La produzione artistica è di Flavio Ferri (Delta V) e si sente tutta, soprattutto negli arrangiamenti e...

Leggi Articolo »

MAX ZANOTTI A un passo

max zanotti a un passo
Max Zanotti, da sempre, ha con l'intimità un rapporto di devozione. Quindi questo "A un passo" non sorprende, perché se da un lato è vero che l'ex leader dei Deasonika mette distanza fra sé e il rock (la materia prima della sua carriera artistica), dal lato opposto questo compact sembra avere tutti i connotati dell'urgenza artistica. Insomma, non un disco da fare tanto per fare, ma un disco da fare per il bisogno di farlo, abbassando i toni e raggruppando un po' di amici. Sì, perché lungo la scaletta troviamo - ad esempio - Georgeanne Kalweit (Delta V) e Francesco Setta,…

Score

QUALITA' - 69%

69%

69

Max Zanotti, da sempre, ha con l’intimità un rapporto di devozione. Quindi questo “A un passo” non sorprende, perché se da un lato è vero che l’ex leader dei Deasonika...

Leggi Articolo »

DHARMA108 L'alba sul mio nome

dharma108
Un po' dei Timoria, un po' dei Tool, qualcosa dei Ritmo Tribale e in generale di quel rock Anni Novanta che in Italia si è annacquato lungo la strada sino a scomparire - purtroppo. Insomma, le coordinate di "L'alba sul mio nome" sono queste. La band veronese ha un buon rapporto con la melodia e le chitarre sono molto espressive, ma la proposta è ancora acerba e ha ancora bisogno di essere personalizzata a dovere, in particolar modo sul piano sonoro, perché se è vero che le liriche (in italiano) cercano strade originali, la parte musicale invece paga un…

Score

QUALITA' - 56%

56%

56

Un po’ dei Timoria, un po’ dei Tool, qualcosa dei Ritmo Tribale e in generale di quel rock Anni Novanta che in Italia si è annacquato lungo la strada sino...

Leggi Articolo »

LEON Via da qui

leon via da qui
E' molto strano il percorso che sta facendo Leon, che dopo un esordio folgorante ha perso per strada un po' di strafottenza e spensieratezza, e oggi è diventato un artista pop che alterna cose buone a cose meno convincenti. In questo senso "Via da qui" è un album che ben fotografa lo stato delle cose e che ci spiazza un po', perché più che una evoluzione vediamo un'involuzione. Per carità, Leon scrive discretamente e canta molto bene, ma le 10 canzoni in scaletta ci sembrano arrangiate in maniera anonima e con un taglio un po' troppo classico per un…

Score

QUALITA' - 55%

55%

55

E’ molto strano il percorso che sta facendo Leon, che dopo un esordio folgorante ha perso per strada un po’ di strafottenza e spensieratezza, e oggi è diventato un artista...

Leggi Articolo »

GIULIO CASALE Inexorable

giulio casale inexorable
Giulio Casale è da anni ormai un cantore dei nostri tempi. E questi sono tempi irregolari, isterici, frenetici. "Inexorable" è in perfetta sintonia con questi anni strani e non facilmente fotografabili in uno scatto singolo. Diciamo questo perché anche le nuove canzoni di Casale risentono - dal punto di vista musicale - di . “Inexorable” è il quarto album della carriera solista di Giulio Casale. Il titolo nasce da un verso di Michel Houellebecq, che evoca “un…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

Giulio Casale è da anni ormai un cantore dei nostri tempi. E questi sono tempi irregolari, isterici, frenetici. “Inexorable” è in perfetta sintonia con questi anni strani e non facilmente...

Leggi Articolo »

THE BANKROBBER Missing

bankrobber missing
"Missing" è un album di gradevolissimo pop in salsa british, quindi grandi concessioni all'orecchiabilità ma senza perdere di vista l'attitudine rock della band. I The Bankrobber hanno il grosso pregio di maneggiare la melodia senza calcare la mano, aggiungendo un filo di elettronica e dando sempre l'impressione di aver già chiaro il tipo di suono che vogliono portare all'attenzione dell'ascoltatore, e questo permette loro di azzardare evitando di giocare sulla difensiva (soprattutto con gli arrangiamenti). In scaletta 10 pezzi per 36 minuti di musica. La prima parte ha in "Gold" e "Closer" degli ottimi biglietti da visita, la seconda…

Score

QUALITA' - 69%

69%

69

“Missing” è un album di gradevolissimo pop in salsa british, quindi grandi concessioni all’orecchiabilità ma senza perdere di vista l’attitudine rock della band. I The Bankrobber hanno il grosso pregio...

Leggi Articolo »

CASABLANCA Pace, Violenza o Costume

casablanca pace violenza costume
I Casablanca sono un colpo al cuore quando decidono di accelerare. Il loro "Pace, Violenza o Costume" ha diversi episodi che riconnettono l'ascoltatore con la scena rock Anni Novanta, e non c'è nulla di tristemente "vecchio" nella proposta dei Nostri, che fra Soundgarden ed A Perfect Circle - giusto per citare i primi due gruppi che ci sono venuti in mente ascoltando l'album - trovano sempre un approdo sicuro per valorizzare il loro stile. Max Zanotti è ormai molto distante dall'esperienza Deasonika, soprattutto nel cantato: la sua voce infatti non vive di rendita e già da diversi anni si è…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

I Casablanca sono un colpo al cuore quando decidono di accelerare. Il loro “Pace, Violenza o Costume” ha diversi episodi che riconnettono l’ascoltatore con la scena rock Anni Novanta, e...

Leggi Articolo »

MISTONOCIVO «Gli Anni Novanta spaccavano!»

MISTONOCIVO
E' un percorso che ha radici lontane, quello dei Mistonocivo. Un percorso iniziato in pieni Anni Novanta e che lo scorso gennaio ha visto la band ritornare in pista con “Superego”, il quinto album in studio, uscito su etichetta Vrec, distribuzione Audioglobe. Un album per sancire il ritorno sulle scene del gruppo nato nel 1994 a Vicenza, a 8 anni di distanza dall'ultimo lavoro. . Senza troppa nostalgia. O forse sì. Giusto un po'. …

Score

0

E’ un percorso che ha radici lontane, quello dei Mistonocivo. Un percorso iniziato in pieni Anni Novanta e che lo scorso gennaio ha visto la band ritornare in pista con...

Leggi Articolo »