IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Top Reviews 2017

Top Reviews 2017

ERALDO BERNOCCHI – FM EINHEIT – JO QUAIL Rosebud

rosebud
In colpevole ritardo, ci è arrivato sottomano questo "Rosebud", che è uscito quasi un anno fa, ma che ci teniamo a recensire perché è un buonissimo esempio di sperimentazione sonora - e purtroppo l'originalità attorno a questo genere scarseggia negli ultimi anni. Il chitarrista sperimentale, produttore elettronico e sound designer italiano Eraldo Bernocchi ha qui unito le sue forze con quelle del percussionista e membro originario degli Einstürzende Neubauten, FM Einheit, e con quelle della violoncellista e compositrice britannica Jo Quail. Il risultato è un disco dove l'industrial chiede spesso e volentieri spazio, e viene proposto con tocco originale…

Score

QUALITA' - 73%

73%

73

In colpevole ritardo, ci è arrivato sottomano questo “Rosebud“, che è uscito quasi un anno fa, ma che ci teniamo a recensire perché è un buonissimo esempio di sperimentazione sonora...

Leggi Articolo »

GIANCARLO ONORATO Quantum

giancarlo onorato quantum
Arriviamo in tremendo ritardo a recensire "Quantum", perché pur avendolo lì da un sacco di tempo, ci è sempre sfuggito dalle mani. Esce così tanta roba nel panorama italiano (e non solo) che bisognerebbe essere in cento per recensire tutto e tutti, e invece in redazione siamo giusto un decimo di quel cento, ed è fin normale che qualcosa possa sfuggire. E lo confessiamo: quel qualcosa a volte sfugge e resta giusto un ascolto distratto, mentre altre volte, non si può proprio fare a meno di scriverci sopra. Ecco, "Quantum" è un album veramente bello per farlo scivolare negli ascolti…

Score

QUALITA' - 74%

74%

74

Arriviamo in tremendo ritardo a recensire “Quantum“, perché pur avendolo lì da un sacco di tempo, ci è sempre sfuggito dalle mani. Esce così tanta roba nel panorama italiano (e...

Leggi Articolo »

GIORGIO STAMMATI La festa patronale

giorgio stammati festa patronale
Per scelta non diamo mai meno di 5 e più di 7 agli EP. In questo caso, però, ci dispiace un pochino avere dei limiti, perché l'esordio del cantautore laziale (precisamente di Formia) Giorgio Stammati meriterebbe oggettivamente qualcosa di più, magari un mezzo punto. "La festa patronale" è un album di canzone d'autore. Stammati mescola assieme Guccini, Le luci della centrale elettrica, Iosonouncane. Il risultato non ha nulla di derivativo ed è molto interessante. La poetica del Nostro è fresca, ha incisività e si fa forza su una capacità di scrittura non banale. In appena 6 brani, Stammati riesce a definire perfettamente…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

Per scelta non diamo mai meno di 5 e più di 7 agli EP. In questo caso, però, ci dispiace un pochino avere dei limiti, perché l’esordio del cantautore laziale (precisamente...

Leggi Articolo »

STELLA MARIS Stella Maris

stella maris
I progetti che sono la somma di artisti di spessore non sempre si rivelano gravidi di idee e mosse azzeccate. Anzi, spesso capita proprio il contrario. Spesso, in musica, capita che 1+1+1+1+1 dia come risultato poco, pochino, qualcosina se va proprio bene. In questo caso le cose sono andate in maniera diversa, e ci sentiamo di dire che gli Stella Maris non sono somma algebrica, ma un progetto con un'identità abbastanza definita e il mirino puntato con decisione sul rock-pop. Insomma, sono un gruppo. Alla voce c'è Umberto Maria Giardini, a cui è stato affidato il compito di vestire le…

Score

QUALITA' - 72%

72%

72

I progetti che sono la somma di artisti di spessore non sempre si rivelano gravidi di idee e mosse azzeccate. Anzi, spesso capita proprio il contrario. Spesso, in musica, capita...

Leggi Articolo »

DA BLACK JEZUS They can't cage the light

black jezus
"They can't cage the light" non è il classico disco folk. C'è in più l'elettronica, è vero, ma non è neppure questo il valore aggiunto. L'album funziona, piace, perché ha una personalità propria, definita, non suggerisce all'ascoltatore rimandi evidenti ad altri artisti, ma tiene tutti incollati all'attualità, cioè alle nove canzoni proposte. L'atmosfera è scura, la voce di Luca Impellizzeri è una piccola meraviglia di luce e buio, mentre i "giocattoli" elettronici di Ivano Amata sono così discreti da restare costantemente due passi indietro rispetto alle parole e all'incedere dei brani. Il panorama sonoro - oltre al folk - si arricchisce…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

“They can’t cage the light” non è il classico disco folk. C’è in più l’elettronica, è vero, ma non è neppure questo il valore aggiunto. L’album funziona, piace, perché ha...

Leggi Articolo »

LEBOWSKI Cura Violenta

lebowski cura violenta
"Cura Violenta" è un disco originale, perché partendo da posizioni rock va a prendersi dei rischi lungo le strade del pop contemporaneo, della sperimentazione, del punk, del noise, . Detto che le liriche sono un evidente valore aggiunto, la parte musicale tiene il passo e alle percussioni del…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

“Cura Violenta” è un disco originale, perché partendo da posizioni rock va a prendersi dei rischi lungo le strade del pop contemporaneo, della sperimentazione, del punk, del noise, mescolando il...

Leggi Articolo »

ELETTRONOIR Suzu

elettronoir suzu
Anni fa andava di moda una parola per descrivere un bel progetto originale, oggi quella parola è stata sostituita da "figo", ma possiamo tranquillamente rispolverarla per descrivere "Suzu", che è un disco "stiloso", cioè elegante, con dei suoni che mescolano con disinvoltura passato e presente, e soprattutto con delle bellissime atmosfere. “Inizialmente doveva essere un disco che parlasse della figura della Santa Muerte, il culto latino americano che esorcizza la morte e la rende dolce e salvifica – spiega la band -. Poi, mentre registravamo, immagini della Siria, di Aleppo, dei campi profughi, degli sbarchi, hanno cominciato ad assalirci. Quelle trame ci schiacciavano. Non…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

Anni fa andava di moda una parola per descrivere un bel progetto originale, oggi quella parola è stata sostituita da “figo”, ma possiamo tranquillamente rispolverarla per descrivere “Suzu“, che è...

Leggi Articolo »

CIRCO BOIA Circoboia

circo boia circoboia
Questi sono bravi davvero. "Circoboia" è il disco d'esordio dei Circo Boia, dieci tracce scritte e composte tra l'Italia e gli Stati Uniti dove la band ha già organizzato due tour abbracciando la cultura musicale americana e fondendola con influenze più europee. La produzione è stata affidata a Gian Maria Accusani (Sick Tamburo, Prozac+) che ha fatto un lavoro strepitoso in cabina di regia. Erika Fassari (chitarra, voce) e Joey Chiarello (basso, backing vocals) vengono da Grosseto e sono i titolari di questo progetto che partendo da posizioni tipicamente rock, entra a gamba tesa nei territori del pop, confezionando delle atmosfere che creano subito intimità con…

Score

QUALITA' - 80%

80%

80

Questi sono bravi davvero. “Circoboia” è il disco d’esordio dei Circo Boia, dieci tracce scritte e composte tra l’Italia e gli Stati Uniti dove la band ha già organizzato due tour...

Leggi Articolo »

TULIPA RUIZ Dancê

tulipa ruiz dance
"Dancê" è il terzo album in studio della cantante Tulipa Ruiz. Il disco ha vinto il Grammy latino come miglior album pop contemporaneo brasiliano ed è stato prodotto da Gustavo Ruiz, fratello dell’artista, chitarrista e coautore in 10 delle 11 nuove composizioni. Il disco gravita attorno alle coordinate del pop e della world music, ma dall’inizio alla fine è concepito per ballare. «E' un compact per lasciarsi andare». Così ha parlato Gustavo Ruiz. E in effetti è un disco frizzante, potente, dal suono accattivante, che sa conquistarsi l'attenzione dell'ascoltatore al primo contatto. La voce di Tulipa è perfetta, molto…

Score

QUALITA' - 78%

78%

78

“Dancê” è il terzo album in studio della cantante Tulipa Ruiz. Il disco ha vinto il Grammy latino come miglior album pop contemporaneo brasiliano ed è stato prodotto da Gustavo...

Leggi Articolo »

PAUL DRAPER Spooky Action

paul draper spooky action
Dischi come "Spooky Action" sono i più facili da recensire, perché pure un bambino, dopo 3 o 4 canzoni, avrebbe già le idee chiare. E' la forza della qualità, bellezza. Se una cosa ha spessore, te ne accorgi subito, non serve neppure dilungarsi troppo in ascolti su ascolti oppure mettersi a cercare una doppia lettura. "Spooky Action" è un disco solido, ben strutturato, generoso di idee e in costante bilico fra pop, rock, epicità e azzardi. Paul Draper è stato il frontman dei Mansun, una delle band più iconiche della fine degli Anni '90. Durante il loro picco di successo…

Score

QUALITA' - 79%

79%

79

Dischi come “Spooky Action” sono i più facili da recensire, perché pure un bambino, dopo 3 o 4 canzoni, avrebbe già le idee chiare. E’ la forza della qualità, bellezza....

Leggi Articolo »