IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Electro (pagina 34)

Electro

FELPA Paura

FELPA_paura
Felpa è il progetto solista di Daniele Carretti degli Offlaga Disco Pax. Ovviamente non c'è Max Collini alla voce, ma in "Paura" (Sussidiaria/Audioglobe) è Daniele a fare tutto: voce, strumenti, paranoie. E' tutta roba sua. . Insomma, un disco intimo, che Daniele canta con una voce timida, annegata in un suono ben calibrato. Inutile dire che la paura è il tema cardine di quasi tutte le canzoni in scaletta. L'album è interessante e sa intrattenere. Le chitarre sono molto espressive, così espressive che alcuni…

Score

QUALITA' - 72%

72%

72

Felpa è il progetto solista di Daniele Carretti degli Offlaga Disco Pax. Ovviamente non c’è Max Collini alla voce, ma in “Paura” (Sussidiaria/Audioglobe) è Daniele a fare tutto: voce, strumenti, paranoie. E’ tutta roba...

Leggi Articolo »

GIANNI MAROCCOLO E CLAUDIO ROCCHI Vdb23/Nulla è andato perso

nulla andato perso
Non c'è dubbio: siamo davanti a un disco ambizioso. Che oltre a mettere assieme due bei personaggi come Gianni Maroccolo con Claudio Rocchi, si permette anche il lusso nella lunga "Rinascere Hugs Suite" - canzone di venti minuti che occupa la parte centrale del compact - di far sfilare . E dove - onestamente - Emidio Clementi dei Massimo Volume offre il contributo più incisivo. È un album ambizioso “Vdb23/Nulla è andato perso” che esce adesso ufficialmente dopo una prima pubblicazione limitata nel 2013, prodotta grazie al crowdfunding. Il rock è solo la base di…

Score

QUALITA' - 60%

60%

60

Non c’è dubbio: siamo davanti a un disco ambizioso. Che oltre a mettere assieme due bei personaggi come Gianni Maroccolo con Claudio Rocchi, si permette anche il lusso nella lunga “Rinascere Hugs...

Leggi Articolo »

MOLÈ Rgb

MOLÈ_rgb
Un po' Mogwai, un po' jazz classico. Il nuovo dei messicani Molè, in trio con il bassista di NYC di origine giapponese Stomu Takeishi, è un lavoro che ha il pregio di risultare interessante al primo ascolto. Ciò che convince meno di "Rgb" (RareNoiseRecords) è la lunghezza: quasi 70 minuti di carne al fuoco sono oggettivamente troppi per un progetto sì valido, ma che qua e là si guarda troppo allo specchio perdendo di vista la strada maestra. Come detto, lungo le nove tracce in scaletta c'è tanto rock à la Mogwai, ma il disco ondeggia tra sperimentazione, jazz e larghe aperture alla melodia. L'elettronica non è…

Score

QUALITA' - 65%

65%

65

Un po’ Mogwai, un po’ jazz classico. Il nuovo dei messicani Molè, in trio con il bassista di NYC di origine giapponese Stomu Takeishi, è un lavoro che ha il pregio di...

Leggi Articolo »

DUO BOTTASSO Crescendo

DUO_BOTTASSO_crescendo
. Con "Crescendo" (Visage Music, con distribuzione Materiali Sonori) hanno provato a portare il folk a contatto con l'elettronica non riuscendo però ad affondare il piede sull'acceleratore. Sì, perché il loro disco non porta grosse novità sulla scena e sembra un lavoro che forse, con un minimo di azzardo in più, avrebbe potuto proporre qualcosa di originale. . Il compact è impreziosito da alcune collaborazioni, in quest'ottica ci permettiamo di citare…

Score

QUALITA' - 50%

50%

50

I piemontesi Simone (organetto diatonico) e Nicolò Bottasso (violino) sono musicisti di valore e maneggiano la loro arte con sicurezza e attenzione. Con “Crescendo” (Visage Music, con distribuzione Materiali Sonori) hanno provato...

Leggi Articolo »

AMANA MELOMÈ Lock and Key

AMANA_MELOMÈ_lock_and_key
E' una voce liquida, languida, setosa, quella di . "Lock and Key" è un ep dove l'elettronica è chiamata a vestire la voce elegante della Melomè, senza però reclamare troppo spazio. L'amore di Amana per il jazz è evidente in tutti i 5 pezzi in scaletta, ma per chi necessita di rimandi a progetti più familiari, azzardiamo il parallelismo: se vi piacciono le cose che abitualmente fa la…

Score

QUALITA' - 63%

63%

63

E’ una voce liquida, languida, setosa, quella di Amana Melomè, artista caraibica-americana nata in Germania e cresciuta intorno al mondo, nonché nipote di Jimmy Woode, contrabbassista nell’orchestra di Duke Ellington e musicista...

Leggi Articolo »

ELETTRONOIR E che non se ne parli più

elettronoir
Se il nuovo disco degli Elettronoir fosse un incrocio, si ammasserebbero al centro un mucchio di fascinazioni complementari e diverse. Perché in "E che non se ne parli più" c'è davvero tanta roba, a partire dalla scaletta extra large (18 brani sono una esagerazione), ma ci sono anche dosi generose di rock, elettronica, canzone d'autore, melodia, pop. A chiudere il cerchio un cantato uomo/donna che fa tanto retrò. Tutte queste componenti finiscono per esaltare la resa di un compact che, tolti alcuni passaggi a vuoto, sta in piedi benissimo e che sa di prodotto da circolo letterario, forse perché nelle ambizioni…

Score

QUALITA' - 74%

74%

74

Se il nuovo disco degli Elettronoir fosse un incrocio, si ammasserebbero al centro un mucchio di fascinazioni complementari e diverse. Perché in “E che non se ne parli più” c’è...

Leggi Articolo »

MGZ Disco Inutile

MGZ_disco_inutile
Prendiamo spunto dalla biografia di MGZ per inquadrare il personaggio. MGZ viene avvistato per la prima volta sulla Terra intorno alla metà degli anni ’90. Il sedicente “Ultimo Profeta” afferma di giungere dal Pianeta Burulandia e di essere atterrato qui per una non meglio precisata “missione”.  Si rende ben presto conto che le canzoni sono una delle strade per arrivare più velocemente al cuore della gente, e si improvvisa rockstar, mutuando look, movenze e filastrocche dagli improbabili protagonisti delle trasmissioni televisive intergalattiche della sua mirabolante infanzia.  Negli ultimi vent'anni di strada ne ha fatta parecchia MGZ. Con gli umani continua a…

Score

QUALITA' - 69%

69%

69

Prendiamo spunto dalla biografia di MGZ per inquadrare il personaggio. MGZ viene avvistato per la prima volta sulla Terra intorno alla metà degli anni ’90. Il sedicente “Ultimo Profeta” afferma...

Leggi Articolo »

NAZARIO DI LIBERTO All Waste Town

NAZARIO_DI_LIBERTO_all_waste_town
Partiamo da una considerazione così superficiale da provare preventivamente vergogna: se fai elettronica e hai il vivo desiderio di farla a un certo livello, non puoi usare il tuo nome e cognome, devi per forza di cose inventarti un nick (anche brutto) ma devi averne uno, altrimenti alla lunga non sei credibile. Messa da parte la superficialità, veniamo a questo "All Waste Town" (Irma Records) che ci piace davvero parecchio perché mette in mostra un'elettronica varia con voci filtrate che rimandano la testa a certe cose dei Sigur Rós, ma le fascinazioni non si fermano qui: "Useless" è un pezzo che sa vagamente di…

Score

QUALITA' - 73%

73%

73

Partiamo da una considerazione così superficiale da provare preventivamente vergogna: se fai elettronica e hai il vivo desiderio di farla a un certo livello, non puoi usare il tuo nome e cognome,...

Leggi Articolo »

METIBLA Crimson Within

METIBLA_crimson_within
Il nuovo disco dei romani Metibla - il secondo - è un lavoro che ci convince. Di "Crimson Within" ci piace innanzitutto la produzione e a ruota la voglia della band di dar vita a un album dal suono asciutto, capace di privilegiare quindi le idee piuttosto che l'estetica fine a se stessa. Questo però non ha impedito al gruppo capitolino di creare un compact raffinato dove istinto e ragione convivono e si dividono le quote della società in parti uguali. Il rock dei Metibla affonda le sue radici nella storia e nella cultura americana, anche se non mancano gli omaggi…

Score

QUALITA' - 72%

72%

72

Il nuovo disco dei romani Metibla – il secondo – è un lavoro che ci convince. Di “Crimson Within” ci piace innanzitutto la produzione e a ruota la voglia della band...

Leggi Articolo »

BEATRICE ANTOLINI Beatitude

BEATRICE_ANTOLINI_beatitude
"Beatitude" esce per La Tempesta International, divisione estera de La Tempesta Dischi dei Tre Allegri Ragazzi Morti. E segna il ritorno di Beatrice Antolini, che non sai mai dove voglia andare a parare con le sue incursioni al di qua e al di là dell'elettronica, ma c'è da dire che raramente i suoi lavori sono avari di stile. "Beatitude" non è l'eccezione che conferma la regola, . A scanso di equivoci, ci teniamo a dire che l'album ci piace. Dal punto di vista musicale ci siamo,…

Score

QUALITA' - 68%

68%

68

“Beatitude” esce per La Tempesta International, divisione estera de La Tempesta Dischi dei Tre Allegri Ragazzi Morti. E segna il ritorno di Beatrice Antolini, che non sai mai dove voglia andare...

Leggi Articolo »