IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Electro

Electro

GIUSEPPE FIORI Spazi di vita scomodi

giuseppe fiori spazi vita scomodi
"Spazi di vita scomodi" è l'esordio di Giuseppe Fiori. In cabina di regia c'è LeLe Battista, uno che in Italia sa maneggiare il pop come pochi. C'è anche Andy dei Bluvertigo (con il suo sax) in un brano. Cos'altro c'è? C'è un'elettronica discreta, che sa stare al suo posto e che arriva sempre un passo dopo la ricerca cantautorale. Insomma, un perfetto mix tra modernità e tradizione. L'album ha una prima e un'ultima parte molto convincenti, nel mezzo un filotto di brani che forse potevano essere valorizzati meglio dal punto di vista melodico, magari spingendo a tavoletta sugli arrangiamenti.…

Score

QUALITA' - 68%

68%

68

“Spazi di vita scomodi” è l’esordio di Giuseppe Fiori. In cabina di regia c’è LeLe Battista, uno che in Italia sa maneggiare il pop come pochi. C’è anche Andy dei...

Leggi Articolo »

ADAM CARPET Hardcore Problem Solver

adam carpet hardcore problem solver
Elettronica, di quella che piace a noi. Cioè pochi punti fissi, tante divagazioni attorno al tema centrale e un muoversi con passo svelto fra epoche diverse (sempre con una valigia piena di idee): dagli Anni Ottanta di "Hector Mann" sino al rock Anni Novanta della title track. . I quattro brani in scaletta (due cantati e due strumentali) non lasciano campo a grosse critiche: funzionano, sono suonati bene e…

Score

QUALITA' - 69%

69%

69

Elettronica, di quella che piace a noi. Cioè pochi punti fissi, tante divagazioni attorno al tema centrale e un muoversi con passo svelto fra epoche diverse (sempre con una valigia piena...

Leggi Articolo »

MULAI Remixes

mulai remixes
L'EP di Mulai porta in dote due buone notizie: la prima è che all'inizio del 2018 uscirà il primo album di Giovanni Bruni Zani (questo il suo vero nome), la seconda è che Mulai non sbaglia un colpo, lui sa come si fa. Il nuovo lavoro contiene un inedito (con Marianna Pluda, già voce dei Red Lines) e 4 remix tratti da brani sia del primo EP "Something for Someone" che del secondo EP "Glue" e sono ad opera di Larry Gus (DFA Records), Furtherset (White Forest Records), Pigro on Sofa e Stefano Moretti. Il disco offre punti di vista (sonori)…

Score

QUALITA' - 67%

67%

67

L’EP di Mulai porta in dote due buone notizie: la prima è che all’inizio del 2018 uscirà il primo album di Giovanni Bruni Zani (questo il suo vero nome), la...

Leggi Articolo »

FORM FOLLOWS Morfosi

form follows morfosi
Form Follows è un giovane duo nato a Livorno nell'inverno 2016, creato dalle menti di Filippo Conti e Fabio Saggese. "Morfosi" è un disco di elettronica varia e variegata, ci sono così tante influenze da rendere l'ascolto non fluido, macchinoso, ostico. Prese singolarmente le 9 tracce in scaletta riescono a intrattenere, ma quando si tratta di dare un valore all'opera nel suo insieme l'azione si fa più difficile perché fra accenti trip hop e jazz è un attimo smarrirsi. E forse anche i Nostri si sono un po' persi per strada in fase di lavorazione... "Morfosi" è un buon disco,…

Score

QUALITA' - 55%

55%

55

Form Follows è un giovane duo nato a Livorno nell’inverno 2016, creato dalle menti di Filippo Conti e Fabio Saggese. “Morfosi” è un disco di elettronica varia e variegata, ci sono...

Leggi Articolo »

CECILIA Mari e Venti

cecilia mari venti
Siamo contenti che il disco di Cecilia (alias Mari Regazzoni) non sia una merda, perché ci sarebbe dispiaciuto scriverne male: Mari da più di un decennio porta avanti un percorso controcorrente con la sua etichetta, la Jestrai, e fa parte di quei personaggi che hanno "dato" e non solo "preso" alla/dalla scena indie italiana. E' anche la madre di Alberto e Luca Ferrari dei Verdena, ma questo è un altro discorso - non leggete malizia in questa affermazione perché non ce n'è... "Mari e Venti" è un album che ha una bellissima atmosfera, un'elettronica che puntella la vena cantautorale dell'artista e che riesce…

Score

QUALITA' - 66%

66%

66

Siamo contenti che il disco di Cecilia (alias Mari Regazzoni) non sia una merda, perché ci sarebbe dispiaciuto scriverne male: Mari da più di un decennio porta avanti un percorso controcorrente con...

Leggi Articolo »

KRANG Comfort Zone

krang comfort zone
Bravi, intelligenti e furbi. I Krang per lanciare il loro EP si sono affidati senza esitazione a "I Wanna Love But My Ego Is So Hard", un brano killer, con un ritornello potentissimo e un arrangiamento finalizzato a buttare la palla in rete al primo affondo. Provenienti da Como, i Krang sono un duo elettro pop formato da Fabio Zago e Marco Rip. Il loro "Comfort Zone" contiene 5 brani per 18 minuti di musica ed è un buon biglietto da visita, anche se lascia aperte diverse strade, perché i Nostri un po' pescano dai Daft Punk e dalla scena francese, un…

Score

QUALITA' - 64%

64%

64

Bravi, intelligenti e furbi. I Krang per lanciare il loro EP si sono affidati senza esitazione a “I Wanna Love But My Ego Is So Hard”, un brano killer, con un...

Leggi Articolo »

EKAT BORK Yasdyes

ekat bork yasdyes
C'è qualcosa di Florence And The Machine, ma l'accostamento più pertinente - a nostro avviso - è con Zola Jesus. Ekat Bork ha un modo di maneggiare l'elettronica (un'elettronica all'apparenza fredda, glaciale) con uno stile che suggerisce all'ascoltatore facili collegamenti con cose già sentite in giro nell'ultimo lustro. Intendiamoci, ci guardiamo bene dal dire che l'artista siberiana è una sfacciatissima copiona, diciamo che le sue influenze si notano abbastanza bene, e si nota abbastanza bene (anche) che ha talento nel modellare le linee melodiche per meglio esaltare il suo materiale. "Yasdyes" è un disco che può esercitare fascino su un…

Score

QUALITA' - 72%

72%

72

C’è qualcosa di Florence And The Machine, ma l’accostamento più pertinente – a nostro avviso – è con Zola Jesus. Ekat Bork ha un modo di maneggiare l’elettronica (un’elettronica all’apparenza fredda,...

Leggi Articolo »

GUI AMABIS Ruivo em Sangue

GUI AMABIS
"Ruivo em Sangue" (letteralmente “Rosso in Sangue”) è il terzo album del cantautore, polistrumentista e produttore brasiliano Gui Amabis. Registrato tra São Paulo e Lisbona e prodotto da Amabis stesso, il disco mette assieme buio e luce, chitarra e programmazione elettronica, classico e moderno. La mente corre a certe cose di Jay-Jay Johanson. Gui riesce a coniugare alla perfezione l’approccio cantautorale, con un personalissimo utilizzo dei campioni, dimostrando una maturità notevole in fase di produzione. C'è originalità lungo la scaletta e l'ascolto - complice una durata ridotta, appena 29 minuti - risulta estremamente fluido. Insomma, un album per chi oltre…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

“Ruivo em Sangue” (letteralmente “Rosso in Sangue”) è il terzo album del cantautore, polistrumentista e produttore brasiliano Gui Amabis. Registrato tra São Paulo e Lisbona e prodotto da Amabis stesso, il...

Leggi Articolo »

CLARK Death Peak

clark death peak
A farci scoprire Clark è stata Tying Tiffany, che un paio di anni fa, compilando le sue "five songs", ci mise dentro "Black Stone" (tratto da "Iradelphic"), un brano particolare con un video che non puoi dimenticare dopo averlo visto. "Death Peak" è il nuovo disco di Clark ed è fatto di un'elettronica fuori dagli schemi. Le capacità del producer britannico sono qui tese verso due obiettivi: creare un suono corposo, solido, di chiara matrice mitteleruropea, e nel contempo fornire un'anima, qualcosa di vivo, alle sue tracce. Il risultato è un album che soddisfa entrambe le intenzioni di partenza. Il suono…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

A farci scoprire Clark è stata Tying Tiffany, che un paio di anni fa, compilando le sue “five songs“, ci mise dentro “Black Stone” (tratto da “Iradelphic”), un brano particolare...

Leggi Articolo »

TERSO L'altra parte

terso altra parte
La parte musicale è apprezzabile, sui testi invece c'è da lavorare ancora parecchio. "L'altra parte" dice sostanzialmente questo. . Le linee melodiche sono sufficienti anche se si sarebbe potuto spingere maggiormente sull'acceleratore per dare ulteriore rotondità all'orecchiabilità, che in alcuni passaggi sembra un po' strozzata. Sono i testi il vero problema: molto cerebrali, con un immaginario ambizioso che però non premia la buona volontà dell'ascoltatore. La bella voce di Marta Moretti ci…

Score

QUALITA' - 59%

59%

59

La parte musicale è apprezzabile, sui testi invece c’è da lavorare ancora parecchio. “L’altra parte” dice sostanzialmente questo. Nell’EP d’esordio dei Terso, band bolognese che debutta per l’etichetta Locale Internazionale,...

Leggi Articolo »