IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Autoproduzione (pagina 10)

Autoproduzione

PROOFTOP The Proof

PROOFTOP proof
Dal punto di vista lirico la proposta è ancora un po' acerba, ma suono, produzione e mixaggio sono basi solide, sopra le quali poter costruire in futuro. "The Proof" è un disco di rap con la classica atmosfera romana Anni Novanta, qui usata per caratterizzare e dare una cornice al lavoro dei Prooftop, non certo per scimmiottare il passato. L'elettronica arricchisce il menù e rende fresche le 12 tracce in scaletta. .…

Score

QUALITA' - 62%

62%

62

Dal punto di vista lirico la proposta è ancora un po’ acerba, ma suono, produzione e mixaggio sono basi solide, sopra le quali poter costruire in futuro. “The Proof” è...

Leggi Articolo »

FRANCESCO D’ACRI Il principio di Archimede

francesco dacri principio archimede
Cantautorato classico. Ma anche no. Perché Francesco D'Acri ha uno stile che pesca sì dal passato, ma poi negli arrangiamenti, nelle linee melodiche e anche nelle liriche è molto moderno. Insomma, siamo all'evoluzione della specie. E diciamola tutta: per fortuna, perché di cantautori nati... vecchi, che fanno il verso a De André, Guccini o De Gregori, ne abbiamo già troppi. . I pezzi migliori?…

Score

QUALITA' - 69%

69%

69

Cantautorato classico. Ma anche no. Perché Francesco D’Acri ha uno stile che pesca sì dal passato, ma poi negli arrangiamenti, nelle linee melodiche e anche nelle liriche è molto moderno. Insomma,...

Leggi Articolo »

OKLAND Okland

okland
Gli Okland sono una band nata a Torino nel 2016 dall'incontro di Andrea De Carlo, Luca Vergano e Jacopo Angeleri, musicisti già attivi in diverse realtà della scena musicale cittadina. Il loro esordio discografico (omonimo) è all'insegna dell'elettronica: i quattro brani in scaletta incuriosiscono e mettono in mostra un buon tocco, ma non consentono di individuare uno stile preciso e soprattutto il senso di "già sentito" (in alcuni passaggi) ci suggerisce di muoverci coi piedi di piombo. Insomma, da valutare meglio sulla lunga distanza. Il brano migliore? Non abbiamo alcun dubbio: "Dive" ha oggettivamente una marcia in più e…

Score

QUALITA' - 60%

60%

60

Gli Okland sono una band nata a Torino nel 2016 dall’incontro di Andrea De Carlo, Luca Vergano e Jacopo Angeleri, musicisti già attivi in diverse realtà della scena musicale cittadina....

Leggi Articolo »

GRANADA Silence Gets Louder

granada silence gets louder
Quando abbiamo per le mani un'autoproduzione, la prima cosa che ci chiediamo sempre è: il progetto è amatoriale o c'è della professionalità? Quello dei Granada è un disco che soddisfa pienamente la seconda parte della domanda: c'è professionalità, c'è un impianto sonoro solido e diverse idee azzeccate. I Granada sono un gruppo rock di Roma, nato dall’iniziativa di Fabio Mangiatordi e Alessio Corasaniti nel 2008. La formazione attuale è composta dai due fondatori con Gianfilippo Bonafede al basso e Lorenzo D’Angella alla batteria. Il loro suono ha orecchiabilità e un approccio al rock molto Anni Ottanta e Novanta, ci…

Score

QUALITA' - 63%

63%

63

Quando abbiamo per le mani un’autoproduzione, la prima cosa che ci chiediamo sempre è: il progetto è amatoriale o c’è della professionalità? Quello dei Granada è un disco che soddisfa...

Leggi Articolo »

PIET MONDRIAN Di che stiamo parlando

piet mondrian stiamo parlando
Michele Baldini e Francesca Storai dei Piet Mondrian hanno un bel modo di rincorrersi sul cantato: hanno voci distinte ma complementari. Del loro disco ci piace anche la parte sonora: un'elettronica dal taglio molto rock/pop che ti fa venire subito in mente gli Anni Ottanta e un sapore che col tempo si è perso. Andiamo al sodo: "Di che stiamo parlando" è un buon disco? E' un lavoro che nel complesso non ci convince troppo, soprattutto le liriche ci lasciano qualche dubbio, con un "intellettualismo" spinto agli eccessi e una traiettoria non facile da decifrare per l'ascoltatore. Tanto per intenderci: c'è…

Score

QUALITA' - 55%

55%

55

Michele Baldini e Francesca Storai dei Piet Mondrian hanno un bel modo di rincorrersi sul cantato: hanno voci distinte ma complementari. Del loro disco ci piace anche la parte sonora: un’elettronica dal...

Leggi Articolo »

GIOVANNI CINQUE Hobo

giovanni cinque hobo
Partiamo dalle cose che non ci piacciono: c'è troppo, lungo la scaletta, e quel "troppo" è talvolta usato per allungare il brodo oltremisura. L'album di Giovanni Cinque dura quasi 50 minuti, ma il Nostro avrebbe potuto tranquillamente limare 15 minuti di musica senza snaturare alcunché. Insomma, l'essenzialità non abita qui. Detto questo, veniamo alle cose che ci piacciono. "Hobo" è un disco di cantautorato vecchio-stampo-e-moderno. Giovanni Cinque ha un bel modo di scrivere e di ricercare la melodia: non fa il verso a nessun mito del passato, il suo stile ricorda vagamente quello di Zibba o quello di Gnut, ma sono soltanto suggestioni,…

Score

QUALITA' - 66%

66%

66

Partiamo dalle cose che non ci piacciono: c’è troppo, lungo la scaletta, e quel “troppo” è talvolta usato per allungare il brodo oltremisura. L’album di Giovanni Cinque dura quasi 50 minuti, ma...

Leggi Articolo »

FUKJO Quello che mi do

fukjo quello mi do
Ci siamo? Ni. La proposta dei Fukjo è un giro sulle montagne russe del rock alternativo, fra salite (registrazione e mixaggio a cura di Giulio "Ragno" Favero) e discese (i 5 pezzi in scaletta hanno strutture troppo simili). . Per adesso la band pugliese assomiglia a tanti altri progetti di rock alternativo che girano in Italia. C'è…

Score

QUALITA' - 58%

58%

58

Ci siamo? Ni. La proposta dei Fukjo è un giro sulle montagne russe del rock alternativo, fra salite (registrazione e mixaggio a cura di Giulio “Ragno” Favero) e discese (i 5 pezzi...

Leggi Articolo »

WOPS Il Giorno Onirico

WOPS giorno onirico
Wops è un progetto nato nel 2006 tra amici volenterosi di fare musica originale, insieme, più come una famiglia che come una band. Da sempre troppo mainstream per l'underground e troppo undergound per il mainstream si definiscono middleground per la loro emancipazione dai generi. Ok, non abbiamo capito cosa sia nel dettaglio il middleground, però ci piace. "Il Giorno Onirico" è un album particolare, con un livello qualitativo discreto per essere un'autoproduzione. Ci piace un po' tutto del disco: il cantato (in italiano), i testi oscuri, la parte musicale che mescola chitarre, tastiere, batteria e una voglia di fare rock…

Score

QUALITA' - 66%

66%

66

Wops è un progetto nato nel 2006 tra amici volenterosi di fare musica originale, insieme, più come una famiglia che come una band. Da sempre troppo mainstream per l’underground e...

Leggi Articolo »

IL DILUVIO Il Diluvio

diluvio
Cinque brani (cantati in inglese) per un esordio che contiene al suo interne tantissimo rock alternativo e anche diverse pecche. La prima è quella più evidente: spesso si tende ad allungare il brodo con parti strumentali che sinceramente non aggiungono sostanza alla scaletta e finiscono per risultare come semplicissimi esercizi di stile, un modo per ammirarsi allo specchio. Quello dei Il Diluvio è un album che ha intuizioni interessanti per quanto riguarda la parte elettronica, ma nel complesso le canzoni sono debolucce e c'è da lavorare parecchio su tutti gli aspetti della proposta. E soprattutto c'è da asciugare, badando di…

Score

QUALITA' - 50%

50%

50

Cinque brani (cantati in inglese) per un esordio che contiene al suo interne tantissimo rock alternativo e anche diverse pecche. La prima è quella più evidente: spesso si tende ad...

Leggi Articolo »

ISTERICA Pensieri Parole Opere Omissioni

ISTERICA pensieri parole opere omissioni
Nella musica degli Isterica c'è un retrogusto che riporta la mente ai Prozac+. Chissà se per il trio è un complimento. Le coordinate del progetto sono chiarissime: punk a tutto campo, poi rock e orecchiabilità. . Bocciamo il lavoro in studio: le tracce sono state registrate maluccio e anche il mixaggio non esalta il materiale a…

Score

QUALITA' - 67%

67%

67

Nella musica degli Isterica c’è un retrogusto che riporta la mente ai Prozac+. Chissà se per il trio è un complimento. Le coordinate del progetto sono chiarissime: punk a tutto...

Leggi Articolo »