IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Alternative

Alternative

HELL RICO Una vita all'inferno

hell rico
Un po' ruvido il primo ascolto, le cose migliorano un pochino con gli ascolti successivi, anche se resta l'impressione iniziale, cioè è tutto un po' nervoso in questo "Una vita all'inferno". E non ci riferiamo esclusivamente all'aspetto sonoro, ma proprio alla produzione e all'arrangiamento di un disco che fatica a trovare al suo interno un centro di gravità permanente, giusto per citare l'immortale Battiato. Gli Hell Rico fanno un rock alternativo con ampie concessioni alle chitarre distorte e una devozione verso la scena Anni Novanta. Il loro è un prodotto - cantato in italiano - fuori moda, e quest'ultimo…

Score

QUALITA' - 59%

59%

59

Un po’ ruvido il primo ascolto, le cose migliorano un pochino con gli ascolti successivi, anche se resta l’impressione iniziale, cioè è tutto un po’ nervoso in questo “Una vita...

Leggi Articolo »

PIQUED JACKS Synchronizer

piqued jacks synchronizer
"Synchronizer" ci dice due cose dei Piqued Jacks: quando il ritmo sale, infilano una potenziale hit dietro l'altra e dimostrano di aver fatto propria la lezione delle rock band inglesi; quando invece c'è da confrontarsi con le ballate, con quella capacità tipicamente italiana di piegare la melodia, allora i colpi restano in canna, tanto che ascoltando certi pezzi di questo terzo disco della band toscana si finisce per restare spiazzati da una differenza così netta fra brani ritmicamente sì diversi, ma dopo tutto figli della stessa radice. La scaletta è perfetta. L'iniziale "Golden Mine" è un ottimo biglietto da…

Score

QUALITA' - 69%

69%

69

“Synchronizer” ci dice due cose dei Piqued Jacks: quando il ritmo sale, infilano una potenziale hit dietro l’altra e dimostrano di aver fatto propria la lezione delle rock band inglesi;...

Leggi Articolo »

ALTERIA Vita Imperfetta

alteria vita imperfetta
La qualità di un disco si può misurare. Bastano due concetti: deve destare interesse dalla prima all'ultima canzone ed emotivamente deve trasmettere qualcosa. Poi - per carità - musiche, produzione, arrangiamenti e tutta quella roba lì sono cose importanti, ma se non c'è un'anima, non c'è un disco da valutare. "Vita Imperfetta" è un album che risponde alle due caratteristiche appena menzionate. Se poi aggiungiamo che Max Zanotti in cabina di regia ha fatto un ottimo lavoro, possiamo tranquillamente dire che il quadro restituisce l'immagine di un lavoro solido, pensato bene e sviluppato meglio. Alteria canta le sue canzoni…

Score

QUALITA' - 73%

73%

73

La qualità di un disco si può misurare. Bastano due concetti: deve destare interesse dalla prima all’ultima canzone ed emotivamente deve trasmettere qualcosa. Poi – per carità – musiche, produzione,...

Leggi Articolo »

DIECI Vitamine

dieci
"Vitamine" è l’esordio di Dieci, ovvero Roberto Grosso Sategna, polistrumentista piemontese – ma di base a Bologna ormai da svariati anni - già membro dei Drink To Me. In scaletta dieci pezzi (il numero era obbligatorio...) che a livello musicale spaziano dal folk, al cantautorato italiano degli Anni Settanta, per abbracciare l'elettronica, il pop, i ritmi caraibici, e un'altra manciata di fascinazioni sonore, compreso un rimando al primissimo Vasco in "Scogli". Questo per dire che non c'è uno stile preciso, ma tutto è mescolato assieme: prendere o lasciare. A livello lirico, Dieci tratteggia piccole storie personali con un linguaggio…

Score

QUALITA' - 64%

64%

64

“Vitamine” è l’esordio di Dieci, ovvero Roberto Grosso Sategna, polistrumentista piemontese – ma di base a Bologna ormai da svariati anni – già membro dei Drink To Me. In scaletta...

Leggi Articolo »

TONNO Quando ero satanista

tonno
I Tonno riescono nell'esperimento di mettere assieme i primissimi Radiohead con il Grignani degli esordi. : i testi della band, infatti, sono scritti bene, con proprietà di linguaggio e raramente le rime sono chiuse in maniera poco efficace. "Quando ero satanista" ha uno stile preciso, in scaletta ci sono dieci pezzi per una durata che supera di un soffio i 30 minuti e almeno 3 o 4 brani sono dei potenziali singoli: "Sovrappensiero", "Credevo di averti vista", "Ragazza bonsai",…

Score

QUALITA' - 72%

72%

72

I Tonno riescono nell’esperimento di mettere assieme i primissimi Radiohead con il Grignani degli esordi. Il risultato è un rock cantautorale non originalissimo dal punto di vista musicale, ma estremamente...

Leggi Articolo »

THE MILLS Cerise

the mills
Impossibile recuperare la paternità originaria del rock proposto dai The Mills, perché si perde nella notte dei tempi ed è un po' come le stelle, che sono di tutti e di nessuno. Questo primo disco è un concentrato di rock Anni Settanta/Ottanta/Novanta, che fa venire in mente le cose più scanzonate dei Nirvana, ma in realtà i rimandi possono essere tanti e vari. Questo per dire che il suono di "Cerise" è estremamente derivativo, così derivativo che le canzoni potrebbero persino essere delle cover. Insomma, l'originalità non abita qui, ma l'album intrattiene e la perfetta durata (24 minuti) danno…

Score

QUALITA' - 60%

60%

60

Impossibile recuperare la paternità originaria del rock proposto dai The Mills, perché si perde nella notte dei tempi ed è un po’ come le stelle, che sono di tutti e...

Leggi Articolo »

ARIANNA POLI Grovigli

arianna poli
"Grovigli" è il secondo EP di Arianna Poli e ripercorre - in tre episodi - il tour della giovane artista terminato lo scorso dicembre. I pezzi girano tutti attorno a un pop non scontato, che intrattiene e sbanda, che ben impressiona e lascia qualche dubbio. Entrando nel merito: "Finché esisto" è veramente un buon colpo (lo abbiamo inserito nella nostra playlist 2020), "Ryanair" è un brano un po' troppo adolescenziale, mentre "Quando tornerai dall'estero" è una via di mezzo. L'ombra lunga di Giorgieness e de Le luci della centrale elettrica - quest'ultimo soprattutto nella traccia conclusiva - si allunga…

Score

QUALITA' - 60%

60%

60

“Grovigli” è il secondo EP di Arianna Poli e ripercorre – in tre episodi – il tour della giovane artista terminato lo scorso dicembre. I pezzi girano tutti attorno a...

Leggi Articolo »

UBBA BOND Mangiasabbia

ubba bond
Un po' Massimo Volume in "Bob", un po' Vasco Rossi in "Girasoli olandesi", un po' De André in "Sale", un po' spiazzanti per quel nome - Ubba Bond - che in tempo di "Corona Bond" concessi e negati, suona come l'ennesima proposta da supercazzola della politica. E invece ecco che "Mangiasabbia" (pure questo un titolo spiazzante) arriva a confortare e a rigenerare. Perché questa autoproduzione così anarchica e indefinibile dal punto di vista stilistico risulta aria fresca nel panorama indipendente italiano e contribuisce a battere un colpo dove di colpi ad effetto - ahinoi - se ne vedono sempre…

Score

QUALITA' - 74%

74%

74

Un po’ Massimo Volume in “Bob”, un po’ Vasco Rossi in “Girasoli olandesi”, un po’ De André in “Sale”, un po’ spiazzanti per quel nome – Ubba Bond – che...

Leggi Articolo »

CRM Who are you exactly?

crm
“Who are you exactly?” è il disco d’esordio dei CRM, Customer Relationship Madness. L'album è . Il compact ci piace per tre motivi: ogni traccia è diversa dall'altra pur restando fedele allo stile del gruppo; sono tanti i riff che restano in testa già al primo ascolto; è un prodotto originale per il…

Score

QUALITA' - 72%

72%

72

“Who are you exactly?” è il disco d’esordio dei CRM, Customer Relationship Madness. L’album è un bel miscuglio attorno alle coordinate del rock, con la scena newyorchese sullo sfondo, i...

Leggi Articolo »

BUZZY LAO Universo/Riflesso

buzzy lao universo riflesso
"Universo/Riflesso" è un disco di pop cantautorale dove la penombra si fa preferire alla luce e dove le chitarre sono suonate in maniera eccellente, preferendo toni lievi ad andature fuori dalle righe. Quello di Buzzy Lao è un buon album per tre motivi: l'orecchiabilità non è il fine ma un mezzo per arricchire le canzoni; gli arrangiamenti sono semplici, essenziali e portano a creare subito sintonia con l'ascoltatore; la scaletta è composta da 8 brani, e quasi tutti hanno personalità - in "Haya", con l'intervento di Dargen D'Amico, c'è anche una carina divagazione attorno al tema centrale del compact.…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

“Universo/Riflesso” è un disco di pop cantautorale dove la penombra si fa preferire alla luce e dove le chitarre sono suonate in maniera eccellente, preferendo toni lievi ad andature fuori...

Leggi Articolo »