IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Live > MARCO POLO
marco polo

MARCO POLO Teatro Carlo Felice, Genova, Italia - 1 ottobre 2019

Quando le attese sono enormi, è anche enorme il rischio di vederle disattese. Che poi è il rischio che si è portato dietro il “Marco Polo” cinese, sbarcato al Teatro Carlo Felice di Genova per due appuntamenti europei esclusivi e accompagnato dall’etichetta di “evento”.

marco polo

Giuseppe Talamo nei panni di Marco Polo

Alla fine il risultato è stato di assoluto livello, e anche il timore di non riuscire a stare dietro a un’opera tutta in cinese con sovratitoli in italiano è evaporato davanti alla ricchezza delle scenografie e dei costumi e alle prove degli interpreti in scena.

Quasi 700 anni fa, Marco Polo stupì l’intera Europa con i suoi appunti, una cronaca dettagliata dei suoi 24 anni in Asia. Da allora, il suo nome simboleggia il legame tra Oriente e Occidente.

Il dramma è stato presentato come un’opera cinese. Infatti il Teatro Carlo Felice ha messo in palcoscenico l’orchestra, il coro e il set, ma i costumi, il cast (escludendo il personaggio Marco Polo, affidato a Giuseppe Talamo) e l’opera stessa sono stati affidati direttamente alla controparte cinese. Insomma, un vero e proprio kolossal capace di intercettare una platea ampia e non solo appassionata al genere.

marco polo

Xiaotong Cao nei panni di Chuan Yun

La prima cosa che il pubblico ha potuto apprezzare sono state le clip del video designer britannico Luke Halls, che a livello puramente estetico hanno dato subito un forte marchio alla caratterizzazione dell’opera e soprattutto hanno creato un link preciso fra tradizione e modernità. Inoltre – a nostro avviso – rappresentano una perfetta mano tesa verso un pubblico giovane.

Detto che il nostro Giuseppe Talamo ha fatto un figurone, andando ben oltre il ruolo e arricchendolo con una presenza scenica di grande qualità, a impressionare sono state le prove dell’intero cast cinese, con punte di eccellenza come nel caso di Hao Jiang Tian, protagonista nei panni di Kublai Khan. Senza dimenticare – a dire il vero – tutte le bravissime presenze femminili in scena, con una strepitosa Xiaotong Cao nei panni di Chuan Yun.

Tag