IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Live > MANUEL AGNELLI

MANUEL AGNELLI Teatro della Tosse, Genova, Italia - 19 aprile 2019

manuel agnelliConfessiamo che avevamo qualche dubbio su questi live di Manuel Agnelli dedicati agli Afterhours e a un generico “altro”. Perché avevamo il timore di assistere a una celebrazione autoreferenziale di un’epoca irripetibile, quella degli Anni Novanta, ma se è vero che quell’Era è al centro della scena nello spettacolo, è altrettanto vero che Agnelli si è inventato (si fa per dire) un format che potrebbe essere portato in giro per parecchio tempo, perché in grado di mescolare passato e presente, Afterhours, chicche e attualità. Insomma, un bel minestrone di cose sfiziose che fanno scivolare facile facile il tempo a chi è seduto in platea.

La data che abbiamo visto è stata quella di Genova, al Teatro della Tosse – location risicata per un concerto che sarebbe potuto essere proposto tranquillamente al Carlo Felice vista la forte richiesta di tagliandi.

Sul palco, oltre ad Agnelli, il sodale Rodrigo D’Erasmo, e in apertura un Giovanni Succi che è un po’ come il nero: lo puoi mettere su tutto e in tutte le stagioni e fa sempre un figurone. Per lui l’appendice iniziale dello show, e poi un ulteriore passaggio durante i bis per proporre la sempre valida “Bukowski”. Nel mezzo, ovviamente, tante canzoni e aneddoti firmati da Manuel Agnelli: con canzoni come “Male di miele” e “Come vorrei” a dare il senso di un percorso iniziato oltre due decenni fa e che con “Padania” e “Non è per sempre” ha portato in cima alle classifiche la band milanese. E poi le cover, con “Video Games” di Lana Del Rey e “You Know You’re Right” dei Nirvana carine ma non brillanti.

Insomma, un artista tutt’altro che bollito.

Tag