IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Autoproduzione

Autoproduzione

ROBERTO TAX FARANO & PAOLO SPACCAMONTI Young Till I Die

farano spaccamonti young till i die
"Young Till I Die" è un progetto discografico di Roberto Tax Farano (dei Negazione) e del chitarrista e compositore Paolo Spaccamonti: un tributo a Marco Mathieu (giornalista, e anni prima bassista dei Negazione), che dal luglio 2017 si trova in stato vegetativo in seguito ad un incidente stradale. Veramente difficile, in questi casi, scindere la cronaca dalla musica, perché nelle due tracce che compongono l'EP c'è tutta la dolcezza riversata dai due artisti addosso allo sfortunato Marco che, lo diciamo a uso e consumo di chi non ha avuto il piacere di incrociarlo, è sempre stato un uomo dal…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

“Young Till I Die” è un progetto discografico di Roberto Tax Farano (dei Negazione) e del chitarrista e compositore Paolo Spaccamonti: un tributo a Marco Mathieu (giornalista, e anni prima...

Leggi Articolo »

CARA Altri Occhi

cara altri occhi
Ci piace molto l'immaginario di Cara, alter ego della cantautrice lo-fi pop Daniela Resconi. Sarà che . Tra cantautorato e pop, Cara qui intreccia le sue musiche con sfumature esotiche e ampi rimandi agli Anni Ottanta. Guai però a pensare a un disco vecchio: le nove canzoni in scaletta hanno infatti freschezza ed espressività, sorrette da un lavoro efficace sulle liriche. L'iniziale "Prendi me" è un ottimo biglietto da visita ed è…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

Ci piace molto l’immaginario di Cara, alter ego della cantautrice lo-fi pop Daniela Resconi. Sarà che ci esaltiamo quando insicurezze e debolezze vengono tradotte in musica senza orpelli, e in...

Leggi Articolo »

AIM Stop Fighting

aim stop fighting
Questo EP rapidissimo degli Aim è come un certificato di sana e robusta costituzione, oppure è come l'appuntamento a cena con l'amico del cuore - rassicura e non delude. Ecco, "Stop Fighting" è proprio questo, cioè un lavoro che non cambia le coordinate dei Nostri e che sostanzialmente dice che la qualità abita ancora qui. Gli Aim hanno trovato già da tempo un loro stile e il rock che propongono ha respiro europeo. I pezzi della scaletta sono tirati e/o ipnotici come nel caso della title track. Non sono dei potenziali singoloni, ma sono realtà solide da dare in…

Score

QUALITA' - 69%

69%

69

Questo EP rapidissimo degli Aim è come un certificato di sana e robusta costituzione, oppure è come l’appuntamento a cena con l’amico del cuore – rassicura e non delude. Ecco,...

Leggi Articolo »

NERO KANE Love in a dying world

nero kane love in a dying world
Nero Kane (all'anagrafe Marco Mezzadri) è un musicista milanese che con la sua voce e la sua chitarra batte i territori del folk-rock-blues, con ampia fiducia nei panorami desertici americani. Il suo "Love in a dying world" è un muoversi lento e inesorabile dentro la notte. Non ci sono aperture di credito alla luce, e il disco ha un mood così preciso che persino l'ascolto diurno infastidisce. "Love in a dying world" è un album notturno, fatto per anime notturne, ideale per chi ha smarrito la strada ma non vuole perdere contatto con la realtà, con i ricordi, con l'auspicio di…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

Nero Kane (all’anagrafe Marco Mezzadri) è un musicista milanese che con la sua voce e la sua chitarra batte i territori del folk-rock-blues, con ampia fiducia nei panorami desertici americani. Il...

Leggi Articolo »

LA NOTTE DELLE STREGHE Klondike

la notte delle streghe klondike
Un po' De Andrè, un po' Le luci della centrale elettrica. Ma è solo un gioco di rimandi, perché "Klondike" vive di luce propria, è un disco che si basa su tre cardini: ha qualcosa da dire, propone un folk cantautorale moderno, è cantato ottimamente. L'album solista del cantautore bolognese Marco Degli Esposti, in arte La Notte delle Streghe, convince dal primo all'ultimo brano, nonostante un paio di episodi richiedano all'ascoltatore il massimo dell'attenzione, perché extralarge e distanti dalla classica struttura-canzone di 4 minuti. Marco Degli Esposti esagera, libera una poetica generosa di spunti narrativi e premia la pazienza dell'ascoltatore…

Score

QUALITA' - 76%

76%

76

Un po’ De Andrè, un po’ Le luci della centrale elettrica. Ma è solo un gioco di rimandi, perché “Klondike” vive di luce propria, è un disco che si basa...

Leggi Articolo »

NAILS AND CASTLES Still Chasing You

nails castles
Ancora non ci siamo. Lungo la via che porta a uno stile, i Nails and Castles ancora non hanno imboccato le curve giuste, però il passo è quello deciso di chi ha voglia di mettersi in discussione e di prendersi dei rischi. Ecco perché - al netto dei difetti del loro "Still Chasing You" - guardiamo con un certo favore al loro futuro: c'è una base sulla quale poter lavorare. In scaletta 8 pezzi (veloci) per 23 minuti di musica. L'immaginario dal quale attingono a piene mani è quello degli Anni Ottanta, valorizzato da un cantato (in inglese) espressivo e…

Score

QUALITA' - 59%

59%

59

Ancora non ci siamo. Lungo la via che porta a uno stile, i Nails and Castles ancora non hanno imboccato le curve giuste, però il passo è quello deciso di chi...

Leggi Articolo »

KROS Rough Romances

kros rough romances
Quello dei Kros è un errore che fanno in tanti in ambito indipendente, specialmente quando sono agli esordi, cioè concentrarsi troppo sull'atmosfera, sull'insieme, perdendo di vista la banalissima idea che una canzone debba prima di tutto avere una propria matrice, una forza in grado di trovare asilo in un ambiente che ormai sforna brani a getto continuo. Questo per dire che "Rough Romances" è un album di folk-rock-elettronica che non è né carne né pesce, troppo moscio per sorprendere, privo di rischi per spiccare il volo. In scaletta 5 brani per una ventina di minuti di musica. Quasi tutti…

Score

QUALITA' - 47%

47%

47

Quello dei Kros è un errore che fanno in tanti in ambito indipendente, specialmente quando sono agli esordi, cioè concentrarsi troppo sull’atmosfera, sull’insieme, perdendo di vista la banalissima idea che...

Leggi Articolo »

CAGE Images

cage images
Anno 2018. Non hai grosse strade se vuoi fare prog: o lo ripensi attualizzandolo oppure finisci a fare cover, perché diciamolo: il genere ha già detto parecchio e le invenzioni attorno al tema sono ormai pochine. I Cage hanno scelto la prima strada. Parliamo di un gruppo della scena progressive italiana formatosi nei primi anni ‘90 con il nome di Soundproof Red. L’ingresso nella band delle due voci femminili ed il cambio di numerosi componenti nel corso degli ultimi anni hanno portato lo stile della band molto più vicino al rock pur mantenendo l’attitudine prog, soprattutto nell’approccio allo strumento sempre…

Score

QUALITA' - 75%

75%

75

Anno 2018. Non hai grosse strade se vuoi fare prog: o lo ripensi attualizzandolo oppure finisci a fare cover, perché diciamolo: il genere ha già detto parecchio e le invenzioni...

Leggi Articolo »

ONORATA SOCIETÀ L'Anima Animale

onorata societa
Disco veloce, quello dell'Onorata Società: 8 pezzi per 28 minuti di musica. Pochi orpelli, tanta sostanza. Un continuo muoversi fra denuncia sociale e la lezione dei 99 Posse, tra rock, pop, rap e ritmi caldi. “L’Anima Animale” è auspicio ad una conciliazione tra gli istinti dell’animale uomo e l’identità globale “che ci vuole sempre più denaturalizzati e deumanizzati”. Le intenzioni hanno raggiunto, alla fine, il risultato sperato. Perché l'album esprime tematiche sì inflazionate, ma proposte con un taglio accattivante e soprattutto - visto che parliamo di musica - con una discreta varietà negli arrangiamenti. La scaletta stupisce in avvio:…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

Disco veloce, quello dell’Onorata Società: 8 pezzi per 28 minuti di musica. Pochi orpelli, tanta sostanza. Un continuo muoversi fra denuncia sociale e la lezione dei 99 Posse, tra rock,...

Leggi Articolo »

SINFONICO HONOLULU Thousand souls of revolution

sinfonico honolulu thousand souls revolution
Detto che i Sinfonico Honolulu sono bravissimi tecnicamente, la domanda che ci poniamo spesso ascoltandoli è: a chi potrebbero non piacere? Ecco, questo già esprime il commento migliore a "Thousand souls of revolution". I Sinfonico Honolulu sono un’orchestra di 10 elementi composta da svariati ukulele, basso, percussioni e un vocalist. Insieme, in questo disco, rivedono e correggono con uno degli strumenti più rivalutati degli ultimi tempi (l’ukulele, appunto), . Brani famosissimi come “Personal Jesus” dei Depeche Mode, la…

Score

QUALITA' - 68%

68%

68

Detto che i Sinfonico Honolulu sono bravissimi tecnicamente, la domanda che ci poniamo spesso ascoltandoli è: a chi potrebbero non piacere? Ecco, questo già esprime il commento migliore a “Thousand souls...

Leggi Articolo »