IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Electro (pagina 10)

Electro

FINISTER Please, Take Your Time

finister please take your time
Direttamente dagli Anni Novanta, direttamente dalla scena rock britannica, ecco "Please, Take Your Time", un disco che ha conquistato persino Howie B, che ha prodotto quattro brani del compact. E visto che noi amiamo Howie B, abbiamo pensato di recensire positivamente il lavoro dei Nostri. Scherzi a parte, il disco dei Finister funziona al di là della presenza del famoso produttore, che marchia quattro brani ma non stravolge il contenuto dell'album, c'è infatti continuità con i pezzi non maneggiati dal genio scozzese. Sinceramente quando le cose in un album funzionano, ci sembra persino superfluo perderci in grossi commenti. I Finister hanno messo assieme canzoni distanti…

Score

QUALITA' - 74%

74%

74

Direttamente dagli Anni Novanta, direttamente dalla scena rock britannica, ecco “Please, Take Your Time“, un disco che ha conquistato persino Howie B, che ha prodotto quattro brani del compact. E visto che noi...

Leggi Articolo »

VALENTE Il blu di ieri

valente il blu di ieri
E' un buon disco "Il blu di ieri". Valente attinge a piene mani da una stagione - quella degli Anni Ottanta - che ancora oggi continua a trasmettere semi vitali, ma il suo lavoro non sa di vecchio, perché nell'arrangiamento dei brani si è scelta una strada coraggiosa. Ecco quindi che la scaletta è invasa da un rock che si piega qua e là ai voleri della new wave, del pop, dell'elettronica, della canzone d'autore moderna e anche del jazz, complice un sassofono perfetto che entra nei momenti giusti arricchendo i brani. "Il blu di ieri" è un buon…

Score

QUALITA' - 68%

68%

68

E’ un buon disco “Il blu di ieri“. Valente attinge a piene mani da una stagione – quella degli Anni Ottanta – che ancora oggi continua a trasmettere semi vitali,...

Leggi Articolo »

E.MOONSTONE Disapponted

emoonstone disapponted
"Disapponted" è un album ipnotico, le canzoni sembrano un mantra continuo ispirato dal rock e dai sintetizzatori. Il primo disco di Emil Moonstone, progetto solista della voce dei Two Moons, . E' un album valido? Assolutamente sì. E' un album facile da piazzare sul mercato? No. Perché si rivolge a un pubblico over 30, già a proprio agio con certe sonorità e soprattutto l'orecchiabilità va e viene. Non è insomma un disco per giovani…

Score

QUALITA' - 63%

63%

63

“Disapponted” è un album ipnotico, le canzoni sembrano un mantra continuo ispirato dal rock e dai sintetizzatori. Il primo disco di Emil Moonstone, progetto solista della voce dei Two Moons, è un...

Leggi Articolo »

TREVOR POWERS Mulberry Violence

trevor powers mulberry violence
Perché dovreste "investire" una mezz'oretta del vostro tempo dietro all'ascolto di "Mulberry Violence"? Perché Trevor Powers ha fatto un disco equilibrato, innovativo, potente. Ha fatto il disco che bisognerebbe fare quando provi a mescolare pop e sperimentazione sonora, melodia e azzardo. Che intendiamoci, a parole significa farla facile, ma poi a conti fatti è una bella battaglia prova a sintetizzare gli opposti senza scivolarci addosso o franarci dentro. Trevor Powers ha rinunciato al suo alter ego (Youth Lagoon) dopo aver pubblicato tre album con quel monicker, e comunicando a maggio il ritorno discografico con il nome di battesimo. Nella musica di…

Score

QUALITA' - 74%

74%

74

Perché dovreste “investire” una mezz’oretta del vostro tempo dietro all’ascolto di “Mulberry Violence“? Perché Trevor Powers ha fatto un disco equilibrato, innovativo, potente. Ha fatto il disco che bisognerebbe fare quando...

Leggi Articolo »

BAD PILOT Inverse

bad pilot inverse
L'elettronica che continua a uscire non è che stupisca ormai più del dovuto. Le invenzioni sono rare, quindi per fare la differenza devi essere bravo a stare con i piedi ben piantati sul presente e a fare cose semplici senza ambizioni particolari. I francesi Bad Pilot hanno fatto loro la lezione sopra e hanno creato un gioiellino nel vero senso della parola: perché in 52 minuti hanno messo assieme elettronica e rock con la sicurezza di chi sa che ha le carte giuste per non annoiare l'ascoltatore nonostante il menù extra large. "Inverse" è un album molto bello, che…

Score

QUALITA' - 75%

75%

75

L’elettronica che continua a uscire non è che stupisca ormai più del dovuto. Le invenzioni sono rare, quindi per fare la differenza devi essere bravo a stare con i piedi...

Leggi Articolo »

TRÈ HÙS When you're anything but ok

tre hus
Partiamo con il dire che da Cabezon Records arrivano sempre delle cose molto carine e interessanti e - a scanso di equivoci - non abbiamo venduto pubblicità a loro. "When you're anything but ok" è un bel mix di pop attualissimo, con generose parti di elettronica, melodie europee, sensibilità italiana per i ritornelli e un incastro di voci (uomo/donna) che rappresenta una scelta vincente da parte dei veronesi Trè Hùs, che mettono assieme 7 pezzi che dicono molto sul tipo di percorso che hanno intrapreso i Nostri e sulla loro voglia - soprattutto negli arrangiamenti - di allargare il raggio…

Score

QUALITA' - 74%

74%

74

Partiamo con il dire che da Cabezon Records arrivano sempre delle cose molto carine e interessanti e – a scanso di equivoci – non abbiamo venduto pubblicità a loro. “When...

Leggi Articolo »

ALBERTO NEMO 6X0

alberto nemo 6x0
Prima regola per fare un buon disco: devi avere qualcosa da dire. Seconda regola: devi sapere esprimere ciò che hai da dire. Alberto Nemo con il suo "6X0" ha soddisfatto entrambe le condizioni. Il suo album, infatti, unisce cantato di ispirazione lirica a sonorità sperimentali, tra ambient ed elettronica mitteleuropea, con atmosfere oscure, spettrali. In scaletta 6 episodi per 19 minuti di musica. In realtà il disco è un'unica traccia che porta l'ascoltatore in un territorio straniero e affascinante, dove la voce di Nemo è lingua aliena ma al tempo stesso consolante e familiare, toccante come uno spillo nel cuore…

Score

QUALITA' - 73%

73%

73

Prima regola per fare un buon disco: devi avere qualcosa da dire. Seconda regola: devi sapere esprimere ciò che hai da dire. Alberto Nemo con il suo “6X0” ha soddisfatto...

Leggi Articolo »

RUMOR Ti ho visto ad alta voce

rumor visto alta voce
Pop ed elettronica, cantautorato ed epicità da band navigata. "Ti ho visto ad alta voce" è un album veramente interessante e dice in primis che Anelli e Platini - i titolari del progetto - ci sanno fare. E dice anche che sono stati bravi a trovare una loro strada nel battutissimo territorio del nuovo pop all'italiana, quello che prova a mescolare tradizione e modernità. . "Carnival"…

Score

QUALITA' - 74%

74%

74

Pop ed elettronica, cantautorato ed epicità da band navigata. “Ti ho visto ad alta voce” è un album veramente interessante e dice in primis che Anelli e Platini – i...

Leggi Articolo »

IMMIGRATION UNIT Sofa Heroes

immigration unit sofa heroes
Gli Immigration Unit suonano benissimo, hanno una tecnica eccellente e anche negli arrangiamenti riescono a lasciare una buonissima impressione. La grossa pecca che però si porta dietro "Sofa Heroes" è quella di apparire troppo simile a certe cose dei Radiohead, che poi è anche un modo per dire che . Direttamente da Basilea, i Nostri hanno sfornato un EP d'esordio che è più un biglietto da visita: 3 brani e 2 remix. La title track ha una bella struttura e c'è un cambio di ritmo che sorprende positivamente. Il singolo è ipnotico ed è…

Score

QUALITA' - 58%

58%

58

Gli Immigration Unit suonano benissimo, hanno una tecnica eccellente e anche negli arrangiamenti riescono a lasciare una buonissima impressione. La grossa pecca che però si porta dietro “Sofa Heroes” è quella...

Leggi Articolo »

NINE INCH NAILS Bad Witch

nine inch nails bad witch
Ormai Trent Reznor ha smesso di essere un autore. E' come se avesse sviluppato una sorta di stitichezza verso la classica forma canzone. L'unione di intenti con Atticus Ross ha senza dubbio dato profondità alla vena creativa (sonora) del leader dei Nine Inch Nails (assieme hanno vinto anche un Oscar), ma il Reznor di oggi è irriconoscibile come autore in senso stretto. E "Bad Witch" sta lì a testimoniare la bontà del concetto appena espresso, visto che è il solito disco rapido (6 brani) con una produzione eccellente ma con pochissime idee. Un album di giochini elettronici, di sperimentazione…

Score

QUALITA' - 40%

40%

40

Ormai Trent Reznor ha smesso di essere un autore. E’ come se avesse sviluppato una sorta di stitichezza verso la classica forma canzone. L’unione di intenti con Atticus Ross ha...

Leggi Articolo »