IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Electro > NEVICA

NEVICA Tengo

Nella musica, nel suono, di Gianluca Lo Presti c'è qualità. Dal punto di vista lirico, però, "Tengo" mostra il fianco, perché non è un album che si impegna a interagire con l'ascoltatore, ma è un disco che si guarda troppo allo specchio, che cerca forse traguardi troppo ambiziosi. Il risultato? Un lavoro che musicalmente intrattiene alla grande, ma seguire i testi di Lo Presti è veramente difficile, è come se dessero del "Lei" all'ascoltatore. Non c'è possibilità di riconoscersi in ciò che canta (bene) il Nostro. "Outing parte II" è il pezzo migliore di questo compact infarcito di tracce…

Score

SCORE - 58%

58%

58

nevica tengo

Nella musica, nel suono, di Gianluca Lo Presti c’è qualità. Dal punto di vista lirico, però, “Tengo” mostra il fianco, perché non è un album che si impegna a interagire con l’ascoltatore, ma è un disco che si guarda troppo allo specchio, che cerca forse traguardi troppo ambiziosi. Il risultato? Un lavoro che musicalmente intrattiene alla grande, ma seguire i testi di Lo Presti è veramente difficile, è come se dessero del “Lei” all’ascoltatore. Non c’è possibilità di riconoscersi in ciò che canta (bene) il Nostro.

“Outing parte II” è il pezzo migliore di questo compact infarcito di tracce extralarge: 8 i pezzi in scaletta, 6 quelli che superano abbondantemente i 5 minuti. Ci piace “Outing parte II” perché, oltre ad avere degli effettini molto carini, riesce a trovare il giusto equilibrio fra elettronica, pop e rock, che poi non sono altro che gli elementi portanti del cd. Inoltre è forse l’unico brano che riesce a esprimere uno slogan forte.

Insomma, un lavoro incompiuto.

Tag