IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Dream Pop

Dream Pop

STILL CORNERS Slow Air

still corners slow air
A volte non bisogna farsi prendere dal bisogno di "novità a tutti i costi". Lo diciamo perché noi siamo i primi a battere questo tasto quando ascoltiamo qualcosa di appena uscito. A volte bisogna anche mettersi comodi sul divano e seguire il flusso della musica. Seguendo questa linea, "Slow Air" vi sembrerà un disco perfetto. Perché è vero, il dream pop proposto non è di primissima mano, però è fatto onorando nel migliore dei modi il genere, quindi atmosfere immaginifiche, una voce, quella di Tessa Murray, che riempie quei pochi vuoti che ci sono, e poi un lavoro attento sugli…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

A volte non bisogna farsi prendere dal bisogno di “novità a tutti i costi”. Lo diciamo perché noi siamo i primi a battere questo tasto quando ascoltiamo qualcosa di appena...

Leggi Articolo »

LALA LALA The Lamb

lala lala the lamb
Questo "The Lamb" (distribuito in Italia da Audioglobe) ha un'atmosfera generale molto bella, quello che però gli manca è la capacità di portare all'incasso tutte le melodie abbozzate. Il nuovo disco dei Lala Lala – progetto di Lillie West con sede a Chicago - è come un razzo colorato che è pronto a partire, che magari decolla pure ma non prende mai quota. E così l'ascoltatore sta lì - canzone dopo canzone - ad aspettare il botto che però non arriva mai, perché la qualità media è sì accettabile, ma di guizzi neppure l'ombra. Morale: "The Lamb" finisce per essere…

Score

QUALITA' - 58%

58%

58

Questo “The Lamb” (distribuito in Italia da Audioglobe) ha un’atmosfera generale molto bella, quello che però gli manca è la capacità di portare all’incasso tutte le melodie abbozzate. Il nuovo...

Leggi Articolo »

HOUSE OF TARTS H.O.T.

house tarts
In otto tracce (efficaci) le House Of Tarts esprimono una convincente idea di dream pop. Sulla personalizzazione del suono c'è ancora da lavorare, ma , estremamente fruibili anche per i non amanti del genere e soprattutto confezionato con un pizzico di sfrontatezza che è sempre un ottimo biglietto da visita quando si decide di fare musica.  L'ascolto di "H.O.T." è piacevole: tastiere e synth sono le basi portanti, la voce di Laura Martelli ha personalità e Valentina…

Score

QUALITA' - 68%

68%

68

In otto tracce (efficaci) le House Of Tarts esprimono una convincente idea di dream pop. Sulla personalizzazione del suono c’è ancora da lavorare, ma le due ragazze di Mestre filtrano gli Anni Ottanta...

Leggi Articolo »

BARBERINI Barberini

barberini
Barberini è lo pseudonimo della cantautrice romana Barbara Bigi. Il suo disco omonimo guarda alla canzone d'autore degli Anni Settanta, quindi atmosfere leggere, quasi impalpabili, con il pop che si vede in controluce e la bella voce dell'artista che ricama i contorni dei nove brani in scaletta. . Forse sulle linee…

Score

QUALITA' - 66%

66%

66

Barberini è lo pseudonimo della cantautrice romana Barbara Bigi. Il suo disco omonimo guarda alla canzone d’autore degli Anni Settanta, quindi atmosfere leggere, quasi impalpabili, con il pop che si...

Leggi Articolo »

MADDALENA The Forest

maddalena the forest
In giro per l'Europa, il genere di "The Forest" continua ad arruolare schiere di fans anche dopo decenni di onorata carriera. Si chiama "pop onirico" oppure "dream pop". Per carità, nulla di nuovo o di sconvolgente, però è un genere che va trattato con le molle, perché il rischio di apparire troppo derivativi è sempre dietro l'angolo. Maddalena dribbla la buccia di banana a fasi alterne. Il suo disco è molto carino, è confezionato bene dal punto di vista sonoro, ma alcuni brani ("Joanne", ad esempio), a volte risultano un po' freddini, quasi un esercizio di stile. Dal lato…

Score

QUALITA' - 60%

60%

60

In giro per l’Europa, il genere di “The Forest” continua ad arruolare schiere di fans anche dopo decenni di onorata carriera. Si chiama “pop onirico” oppure “dream pop”. Per carità,...

Leggi Articolo »

CHRYSTA BELL Somewhere In The Nowhere

chrysta bell somewhere_in_the_nowhere
"Somewhere In The Nowhere" è l’EP firmato dalla cantautrice statunitense Chrysta Bell, ormai da anni partner musicale del regista David Lynch che ha scritto e prodotto questo lavoro, dandogli un'impronta fortissima, con quel gusto un po’ retro e melodie sensuali che sono alla base della classico suono "lynchiano". La voce di Chrysta Bell ha espressività e si adatta a ogni panorama sonoro - quest'ultimo aspetto è sorprendente, perché l'EP contiene 5 pezzi che spesso e volentieri costringono la modella/attrice americana a cambiare registro, restando in bilico fra pop, dream pop, rock, elettronica. Il disco ha un'atmosfera precisa: cinematografica, cupa, drammatica, sessuale, sensuale. Il…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

“Somewhere In The Nowhere” è l’EP firmato dalla cantautrice statunitense Chrysta Bell, ormai da anni partner musicale del regista David Lynch che ha scritto e prodotto questo lavoro, dandogli un’impronta fortissima, con quel gusto...

Leggi Articolo »

VERANO Verano

VERANO
L'ep d'esordio di Verano, moniker dietro cui si cela Anna Viganò, è davvero sfizioso, capace di destare attenzione già al primo ascolto, anzi, già dopo un paio di brani, . Le costruzioni melodiche sono azzeccate almeno in 3 dei 5 episodi proposti. La voce di Anna è intensa, "vestita" bene, non affoga mai tra le pieghe degli arrangiamenti. In conclusione: un ep che vale come biglietto da visita e che mette in…

Score

QUALITA' - 66%

66%

66

L’ep d’esordio di Verano, moniker dietro cui si cela Anna Viganò, è davvero sfizioso, capace di destare attenzione già al primo ascolto, anzi, già dopo un paio di brani, perché...

Leggi Articolo »

LAPINGRA The Spectaculis

LAPINGRA the_spectaculis
Difficilissimo valutare "The Spectaculis", perché a ogni ascolto la sensazione è sempre la solita: mancano le immagini alla musica. Sì, "The Spectaculis" sembra la perfetta colonna sonora per un musical o un'opera teatrale più che un album votato a intrattenere l'ascoltatore, insomma, si avverte l'assenza di qualcosa. Il disco è un concept composto da 12 tracce ed è il secondo lavoro dei Lapingra. Cantato in diverse lingue ma prevalentemente in inglese, narra con stile surreale, fiabesco e anacronistico la tragica storia d'amore del gladiatore Aci e della sua bella Sandra, una ragazza peruviana misteriosamente sbarcata nella Roma Imperiale del I secolo d.C.…

Score

QUALITA' - 59%

59%

59

Difficilissimo valutare “The Spectaculis“, perché a ogni ascolto la sensazione è sempre la solita: mancano le immagini alla musica. Sì, “The Spectaculis” sembra la perfetta colonna sonora per un musical o...

Leggi Articolo »

AMYCANBE Wolf

Amycanbe_Wolf
Quante volte avete sentito la frase "...sono italiani ma c'hanno un suono internazionale"? Esatto, milioni di volte. Però in questo caso non è un'esagerazione, gli Amycanbe sono così... internazionali che anche i loro difetti - uno in particolare - sono quelli tipici delle band d'Oltralpe. Partiamo però da una considerazione importante: "Wolf" è un buon disco, molto maturo, solido, con un suono che ricorda i Devics e che cerca una propria strada fra le maglie larghe dell'indie pop e del dream pop. La voce di Francesca Amati non è una scoperta, dal momento che l'avevamo già apprezzata di recente nell'album (di cover dedicate a Paolo Conte) di…

Score

QUALITA' - 63%

63%

63

Quante volte avete sentito la frase “…sono italiani ma c’hanno un suono internazionale”? Esatto, milioni di volte. Però in questo caso non è un’esagerazione, gli Amycanbe sono così… internazionali che anche i...

Leggi Articolo »