IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni (pagina 120)

Recensioni

NAZARIO DI LIBERTO All Waste Town

NAZARIO_DI_LIBERTO_all_waste_town
Partiamo da una considerazione così superficiale da provare preventivamente vergogna: se fai elettronica e hai il vivo desiderio di farla a un certo livello, non puoi usare il tuo nome e cognome, devi per forza di cose inventarti un nick (anche brutto) ma devi averne uno, altrimenti alla lunga non sei credibile. Messa da parte la superficialità, veniamo a questo "All Waste Town" (Irma Records) che ci piace davvero parecchio perché mette in mostra un'elettronica varia con voci filtrate che rimandano la testa a certe cose dei Sigur Rós, ma le fascinazioni non si fermano qui: "Useless" è un pezzo che sa vagamente di…

Score

QUALITA' - 73%

73%

73

Partiamo da una considerazione così superficiale da provare preventivamente vergogna: se fai elettronica e hai il vivo desiderio di farla a un certo livello, non puoi usare il tuo nome e cognome,...

Leggi Articolo »

FEDERICO FIUMANI Un ricordo che vale dieci lire

FEDERICO_FIUMANI_un_ricordo_che_vale_dieci_lire
Prodotto artisticamente da Alessandro Grazian e mixato da Antonio "Cooper" Cupertino, il nuovo lavoro di Federico Fiumani è composto da 11 canzoni selezionate tra le sue preferite e scritte in passato da Mostri Sacri del calibro di De Gregori, Guccini, Endrigo, Tenco, Battisti, Paolo Conte e diversi altri. , ma a scorrere la scaletta si potrebbero riscontrare tante altre assenze, quindi meglio soffermarci su chi c'è e sul perché c'è. "Un ricordo che vale dieci lire" (Diaframma Records/Self) è un disco che affonda le radici nel cuore e nella memoria del leader dei Diaframma che, su un certo tipo…

Score

QUALITA' - 67%

67%

67

Prodotto artisticamente da Alessandro Grazian e mixato da Antonio “Cooper” Cupertino, il nuovo lavoro di Federico Fiumani è composto da 11 canzoni selezionate tra le sue preferite e scritte in passato da Mostri Sacri del calibro di De Gregori,...

Leggi Articolo »

MARLENE KUNTZ Pansonica

MARLENE_KUNTZ_pansonica
Partiamo dalle parole usate dai Marlene Kuntz per presentare "Pansonica". «Dunque eccoli qua, sette pezzi suonati tutti insieme, in presa diretta (solo il cantato e due o tre sovraincisioni di chitarra sono state fatte a parte), provenienti alcuni dal periodo precedente la realizzazione di "Catartica" ("Sig. Niente" e "Capello Lungo") i rimanenti dal periodo intercorrente fra "Catartica" e il nostro secondo disco, "Il vile". Li abbiamo registrati con un registratore analogico su nastri magnetici, e il senso della celebrazione di quel periodo acquista ancor più senso e fascino. I testi hanno mantenuto al novantacinque per cento la loro struttura originaria,…

Score

QUALITA' - 68%

68%

68

Partiamo dalle parole usate dai Marlene Kuntz per presentare “Pansonica“. «Dunque eccoli qua, sette pezzi suonati tutti insieme, in presa diretta (solo il cantato e due o tre sovraincisioni di...

Leggi Articolo »

PLUNK EXTEND Prisma

PLUNK_EXTEND_prisma
Ci sono molti modi per omaggiare il generoso altare del pop. . Insomma, pochi rischi, ma va anche detto che il pop non è genere che si presta ad azzardi particolari. L'album si compone di cinque brani: cinque tracce per cinque colori, ognuna a rappresentare le singole personalità dei Plunk Extend. Dunque un concept, un progetto sulla carta ambizioso. Il risultato? "Prisma" (QB Music) è un disco che si lascia ascoltare, che dà cittadinanza persino al rap in un episodio (parliamo di "Nero")…

Score

QUALITA' - 60%

60%

60

Ci sono molti modi per omaggiare il generoso altare del pop. I Plunk Extend per il loro esordio hanno scelto una forma abbastanza classica, ovvero le chitarre a segnare la strada e...

Leggi Articolo »

METIBLA Crimson Within

METIBLA_crimson_within
Il nuovo disco dei romani Metibla - il secondo - è un lavoro che ci convince. Di "Crimson Within" ci piace innanzitutto la produzione e a ruota la voglia della band di dar vita a un album dal suono asciutto, capace di privilegiare quindi le idee piuttosto che l'estetica fine a se stessa. Questo però non ha impedito al gruppo capitolino di creare un compact raffinato dove istinto e ragione convivono e si dividono le quote della società in parti uguali. Il rock dei Metibla affonda le sue radici nella storia e nella cultura americana, anche se non mancano gli omaggi…

Score

QUALITA' - 72%

72%

72

Il nuovo disco dei romani Metibla – il secondo – è un lavoro che ci convince. Di “Crimson Within” ci piace innanzitutto la produzione e a ruota la voglia della band...

Leggi Articolo »

LAMENTE Un passo indietro

LAMENTE_un_passo_indietro
Lo abbiamo ascoltato diverse volte, l'esordio degli aretini LaMente. Non ci azzardiamo a dire che conosciamo a memoria i testi delle canzoni, ma poco ci manca. Lo abbiamo ascoltato più e più volte perché pur ricevendo subito una sensazione negativa, l'album a ogni ascolto ha messo in mostra slanci positivi e nuovi dettagli. Però un giudizio chiaro e preciso va pur dato, e il nostro è negativo. Bocciamo "Un passo indietro" (Garage Records) per tre motivi: la voce senza identità di Massimiliano Valenti, il suono non è personalizzato a dovere e i testi hanno dentro troppo cervello e pochissimo cuore. Quello dei LaMente è…

Score

QUALITA' - 58%

58%

58

Lo abbiamo ascoltato diverse volte, l’esordio degli aretini LaMente. Non ci azzardiamo a dire che conosciamo a memoria i testi delle canzoni, ma poco ci manca. Lo abbiamo ascoltato più...

Leggi Articolo »

SPLATTERPINK Mongoflashmob

SPLATTERPINK_mongoflashmob
Leggiamo sul comunicato stampa e pubblichiamo: Onde evitare di veder riportato lettera per lettera dalle testate giornalistiche il testo del comunicato che di solito accompagna l'invio del materiale promozionale, il nuovo corso degli Splatterpink prevede il non-rilascio di informazione alcuna se non la formazione della band (Diego D’Agata: basso-voce / Federico Bernardi: chitarra / Alessandro Meroli: sax baritono / Ivano Zanotti: batteria) ed il nome del nuovo album. Questa scelta è dovuta al tentativo della band di far sì che gli addetti all'informazione musicale si riapproprino della pratica dell’ascolto, che può anche riassumersi in uno skip veloce di 10 secondi per ogni brano…

Score

QUALITA' - 67%

67%

67

Leggiamo sul comunicato stampa e pubblichiamo: Onde evitare di veder riportato lettera per lettera dalle testate giornalistiche il testo del comunicato che di solito accompagna l’invio del materiale promozionale, il nuovo...

Leggi Articolo »

SOAP TRIP Loop Trip

SOAP_TRIP_loop_trip
Arrivare tardi all'appuntamento con il trip hop ed essere felici ugualmente. Poi per carità, quello degli italianissimi Soap Trip non è proprio "Bristol Sound" alla massima potenza, ma diciamo che il territorio musicale dal quale arrivano è più o meno quello. "Loop Trip" è il primo lavoro di questo duo che tra effettini e violini cerca di ritagliarsi un suo spazio all'interno di un filone musicale che, dai Massive Attack in poi, ha proposto tanto e non sempre di qualità apprezzabile. L'album è molto elegante e ha un suono davvero carino che guarda (il giusto) all'Inghilterra ma cerca ispirazione nel Mediterraneo.…

Score

QUALITA' - 64%

64%

64

Arrivare tardi all’appuntamento con il trip hop ed essere felici ugualmente. Poi per carità, quello degli italianissimi Soap Trip non è proprio “Bristol Sound” alla massima potenza, ma diciamo che il...

Leggi Articolo »

MIRIAM MELLERIN Il vizio

MIRIAM_MELLERIN_il_vizio
Il rock dei pisani Miriam Mellerin è altalenante: alcune cose (come per esempio quasi tutte le chitarre) sono gradevoli e ben calibrate, altre (arrangiamenti e testi, soprattutto) non lasciano il segno. E così "Il vizio" (Arroyo/Matarock), il loro secondo lavoro, fatica a imporsi all'attenzione dell'ascoltatore. . Le undici…

Score

QUALITA' - 51%

51%

51

Il rock dei pisani Miriam Mellerin è altalenante: alcune cose (come per esempio quasi tutte le chitarre) sono gradevoli e ben calibrate, altre (arrangiamenti e testi, soprattutto) non lasciano il...

Leggi Articolo »

LA FINE Scontento

LA_FINE_scontento
Iniziamo dalla leggenda, che magari tale non è. . Non sappiamo quanto la leggenda abbia influito, ma sta di fatto che questo gruppo nato appena un anno fa, è stato subito preso sotto la sua ala protettiva dalla Superdoggy Music di Karim degli Zen Circus che ha deciso di pubblicare "Scontento", velocissimo album di debutto a base di rock e hardcore. Messa da parte la leggenda (che magari tale non è), eccoci a…

Score

QUALITA' - 66%

66%

66

Iniziamo dalla leggenda, che magari tale non è. Pare che il primo live dei La Fine sia durato 12 minuti e ancora oggi sia ricordato per la sistematica distruzione degli strumenti...

Leggi Articolo »