IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni (pagina 21)

Recensioni

NEKO AT STELLA Shine

neko at stella shine
Troviamo prima di tutto le coordinate: "Shine" sta in un incrocio fra rock americano, blues e psichedelia, e nel mezzo ci passano almeno tre decadi di suoni, ovvero gli Anni Settanta, gli Ottanta e i Novanta. Il disco dei Neko At Stella è un mix di suoni già sentiti ma che negli ultimi anni - in Italia - sono usciti dai radar della scena indipendente. Alle chitarre il compito di indicare la via, alla voce di Glauco Boato, invece, il merito di tenere in pista un album che in alcuni passaggi si guarda troppo alla specchio e sembra non voler tendere…

Score

QUALITA' - 64%

64%

64

Troviamo prima di tutto le coordinate: “Shine” sta in un incrocio fra rock americano, blues e psichedelia, e nel mezzo ci passano almeno tre decadi di suoni, ovvero gli Anni...

Leggi Articolo »

PERINA Seieventisette

perina seieventisette
Pop cantautorale senza grosse pretese e con il pregio di andare alla ricerca dell'ascoltatore con garbo e gentilezza. "Seieventisette" (prodotto da Glauco Gabrielli, e coscritto con Nicola Perina) è un buon disco perché ha tre pregi dalla sua: i testi sono diretti e per nulla pretenziosi, gli arrangiamenti sono efficaci e sanno andare oltre l'ovvio e le chitarre quando si spingono sino a lambire i territori del rock lasciano una buonissima impressione. Insomma, . Il pezzo migliore? "Conviene". Occhio anche all'elettrica "Predica".

Score

QUALITA' - 66%

66%

66

Pop cantautorale senza grosse pretese e con il pregio di andare alla ricerca dell’ascoltatore con garbo e gentilezza. “Seieventisette” (prodotto da Glauco Gabrielli, e coscritto con Nicola Perina) è un buon...

Leggi Articolo »

DADAMATTO Canneto

dadamatto canneto
La parte musicale è sufficiente, anche se talvolta i Nostri si fanno prendere la mano e tendono ad allungare il brodo oltre misura, testi e cantato invece sono lacunosi. "Canneto" è figlio di quel rock-pop alternativo che va tanto di moda negli ultimi anni. . Insomma, bocciati.

Score

QUALITA' - 50%

50%

50

La parte musicale è sufficiente, anche se talvolta i Nostri si fanno prendere la mano e tendono ad allungare il brodo oltre misura, testi e cantato invece sono lacunosi. “Canneto”...

Leggi Articolo »

EDOARDO CHIESA Le nuvole si spostano comunque

edoardo chiesa nuvole spostano comunque
Nulla di nuovo. Le canzoni di "Le nuvole si spostano comunque" sono figlie di un cantautorato vintage che in Italia ha già detto molto (per non dire tutto) e che al massimo andrebbe guardato, lodato e poi reinterpretato, perché il rischio altrimenti è quello di apparire già vecchi anche a 30 anni di età. . Insomma, un buco nell'acqua.

Score

QUALITA' - 48%

48%

48

Nulla di nuovo. Le canzoni di “Le nuvole si spostano comunque” sono figlie di un cantautorato vintage che in Italia ha già detto molto (per non dire tutto) e che...

Leggi Articolo »

USING BRIDGE Floatin' Pieces

using bridge floatin pieces
"Floatin' Pieces" è un viaggio a ritroso verso gli Anni Novanta, quando il rock era più chitarra che elettronica e dove una voce sgraziata e tosta era già metà del biglietto da visita. L'operazione nostalgia degli Using Bridge, per chi ha 40 anni, è senza dubbio un colpo al cuore, perché quello che propongono i Nostri è veramente quel suono lì, quel suono che negli ultimi tre lustri è passato di moda, ma che ha segnato più di una generazione. Purtroppo di contro c'è anche da dire che la proposta non è originale e le canzoni seguono tutte lo…

Score

QUALITA' - 53%

53%

53

“Floatin’ Pieces” è un viaggio a ritroso verso gli Anni Novanta, quando il rock era più chitarra che elettronica e dove una voce sgraziata e tosta era già metà del...

Leggi Articolo »

CARA CALMA Sulle punte per sembrare grandi

cara calma sulle punte sembrare grandi
Per valutare una band esordiente bisogna fare lo sforzo di non considerare solo il presente, ma anche il potenziale, e quindi il futuro. Ecco, secondo noi i Cara Calma hanno un futuro, perché la loro attitudine rock è molto buona, la tecnica c'è e il cantato è espressivo. Ovvio, la produzione di Karim Qqru degli Zen Circus li ha aiutati parecchio, ma il potenziale c'è. Il presente - purtroppo - dice che assomigliano clamorosamente ai Ministri, sul loro rock infatti si allunga, dal primo all'ultimo minuto, l'ombra lunga del trio di "Abituarsi alla fine". Di tutti i gruppi italiani che…

Score

QUALITA' - 51%

51%

51

Per valutare una band esordiente bisogna fare lo sforzo di non considerare solo il presente, ma anche il potenziale, e quindi il futuro. Ecco, secondo noi i Cara Calma hanno...

Leggi Articolo »

ROBERTO VENTIMIGLIA Bees make love to flowers

roberto ventimiglia bees make love flowers
Nato nel 1982, Roberto Ventimiglia è un musicista di formazione classica che ama scrivere per sé brani dal carattere intimo in lingua inglese. È diplomato in composizione al Conservatorio. "Bees make love to flowers" è un EP di folk che ha poco da dire. . I brani sono arrangiati privilegiando l'essenzialità alla somma di addendi - una scelta vincente - ma come un buon pasto non può essere creato soltanto con le buone intenzioni (ma ci vuole anche la…

Score

QUALITA' - 50%

50%

50

Nato nel 1982, Roberto Ventimiglia è un musicista di formazione classica che ama scrivere per sé brani dal carattere intimo in lingua inglese. È diplomato in composizione al Conservatorio. “Bees make love to...

Leggi Articolo »

TELEGRAPH TEHRAN Spettri da scacciare

telegraph tehran spettri scacciare
Un po' di rock Anni Novanta e una buona capacità tecnica. "Spettri da scacciare" è un disco che offre poco altro, perché i Telegraph Tehran sono ancora alla ricerca di un'identità sonora che li allontani dai poster presenti nella sala prove. La scaletta è composta da 9 brani più una live bonus track: sotto l'aspetto sonoro l'album non ha picchi ed è piuttosto ripetitivo negli arrangiamenti, mentre la produzione lirica (in italiano) necessita ancora di un balzo in avanti per lasciare un segno nell'ascoltatore, così come sono, infatti, i testi dei Nostri trasmettono poco o nulla e sono acerbi dal…

Score

QUALITA' - 49%

49%

49

Un po’ di rock Anni Novanta e una buona capacità tecnica. “Spettri da scacciare” è un disco che offre poco altro, perché i Telegraph Tehran sono ancora alla ricerca di un’identità...

Leggi Articolo »

LADY UBUNTU Signore se esistessi...

lady ubuntu signore esistessi
Concreti e leggerissimi, cinici e bari. Gli alessandrini Lady Ubuntu pubblicano il loro capolavoro (ipse dixit) e si assumono la responsabilità di una manciata di canzoni dove il caos, l'elettronica e il delirio lirico sono il centro attorno al quale ruotano fascinazioni per generi quali la canzone d'autore, il rock, il pop, il punk, il jazz. Il disco è piacevolissimo ed è arrangiato con un coraggio da leoni: tutti i pezzi, infatti, hanno sviluppi diversi pur restando fedeli alla matrice elettronica. Non siamo però davanti al classico esercizio di stile fine a se stesso: le canzoni dei Lady Ubuntu vanno alla…

Score

QUALITA' - 67%

67%

67

Concreti e leggerissimi, cinici e bari. Gli alessandrini Lady Ubuntu pubblicano il loro capolavoro (ipse dixit) e si assumono la responsabilità di una manciata di canzoni dove il caos, l’elettronica e...

Leggi Articolo »

MÈSICO Pure and Shining

mesico pure shining
Mèsico è il progetto solista di Paolo Mazzacani. "Pure and Shining" è un album che ci convince in parte: . Le 12 tracce in scaletta stanno in equilibrio fra elettronica e folk. Quello di Mazzacani è un cantautorato intimo, che si rivolge (non solo per via della lingua inglese) a un pubblico internazionale.…

Score

QUALITA' - 60%

60%

60

Mèsico è il progetto solista di Paolo Mazzacani. “Pure and Shining” è un album che ci convince in parte: la voce di Mazzacani è molto bella, l’atmosfera del disco è...

Leggi Articolo »