IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Tag Archivi: Universal

Tag Archivi: Universal

MAX CASACCI «Non ho tradito la mia giovinezza, sono tutt’ora attratto dalle frontiere del suono»

max casacci
“Earthphonia” (Sugar Music/Universal Music Italia) è la nuova opera sonora del produttore torinese Max Casacci . In questo nuovo lavoro, il fondatore dei Subsonica schiera la sua musica in prima linea nella battaglia per l’ambiente, raccogliendo il suono direttamente dalla natura. Cos'è "Earthphonia"? Una fuga temporanea dall'alveo del rock-elettronico? Una strada nuova tutta da percorrere e che avrà ulteriori sviluppi? Un contributo di educazione civica? «“Earthphonia” è un’azione. Parte da un approccio musicale un po’ eretico, vedi musica senza strumenti, per accompagnare e sostenere le risposte più urgenti…

Score

0

“Earthphonia” (Sugar Music/Universal Music Italia) è la nuova opera sonora del produttore torinese Max Casacci realizzata esclusivamente con suoni e rumori degli ecosistemi che regolano il nostro pianeta. In questo...

Leggi Articolo »

MYSS KETA Il cielo non è un limite

myss keta
Produzioni ottime ma contenuto povero. "Il cielo non è un limite" ribassa le quotazioni di Myss Keta perché se è vero che a livello musicale l'EP è un bel prodotto contemporaneo, europeo, gagliardo, è altrettanto vero che sotto il profilo lirico la situazione è grigia: (vedi il singolo "Giovanna Hardcore") e la netta sensazione che le parole siano un sussurro da annegare dentro basi potenti sparate sul dancefloor. Insomma, fumo negli occhi per un pubblico che ha poche pretese.

Score

QUALITA' - 41%

41%

41

Produzioni ottime ma contenuto povero. “Il cielo non è un limite” ribassa le quotazioni di Myss Keta perché se è vero che a livello musicale l’EP è un bel prodotto...

Leggi Articolo »

MADMAN Back Home

madman back home
E' una questione di punti di vista. E a seconda dei punti di vista si può dare un giudizio favorevole oppure opposto al disco di Madman. Perché "Back Home" è quello che oggi (?) va di moda in ambito hip hop italiano, cioè testi esagerati, e voglia di dimostrare che l'emarginazione non è poi così male se ti fa migliorare. Dal punto di vista sonoro, invece, non si spinge troppo con la trap e il Nostro, in più di un passaggio, prova a recuperare certe sonorità vintage che riconnettono l'ascoltatore con gli Anni Novanta. Le tematiche di Madman strizzano…

Score

QUALITA' - 58%

58%

58

E’ una questione di punti di vista. E a seconda dei punti di vista si può dare un giudizio favorevole oppure opposto al disco di Madman. Perché “Back Home” è...

Leggi Articolo »

AFTERHOURS Foto di pura gioia. Antologia 1987-2017

afterhours foto pura gioia antologia
Non è che ci volesse un'opera così mastodontica per ricordarci cosa sono stati (e cosa sono tutt'oggi) gli Afterhours per il rock italiano, però diciamo che a volte l'essere didascalici aiuta, fissa i contorni, mette i classici punti sulle "i", quindi "Foto di pura gioia. Antologia 1987-2017" è prima di tutto un disco... utile, forse più a chi gli Afterhours li conosce già, mentre per chi ha scoperto Manuel Agnelli soltanto adesso (complice la presenza a "X-Factor") il rischio è quello di farsi travolgere da un'onda (di canzoni) troppo alta per essere affrontata, perché l'opera è composta da 4…

Score

QUALITA' - 73%

73%

73

Non è che ci volesse un’opera così mastodontica per ricordarci cosa sono stati (e cosa sono tutt’oggi) gli Afterhours per il rock italiano, però diciamo che a volte l’essere didascalici...

Leggi Articolo »

RKOMI Io in terra

rkomi io in terra
Con alle spalle due padrini di eccezione - Shablo e Marracash - e con tanti ospiti di livello all'attivo, il disco di Rkomi non poteva che partire subito con le marce alte inserite. E infatti così è stato, debuttando al primo posto della classifica Fmi. "Io in terra" è un disco di trap che però non cavalca eccessivamente la moda del momento e che ha diverse cose interessanti al suo interno, soprattutto dal punto di vista sonoro. Partiamo però dalle critiche: l'attitudine di Rkomi lascia intravedere ampi margini di miglioramento, però al momento il suo rap convince a fasi…

Score

QUALITA' - 60%

60%

60

Con alle spalle due padrini di eccezione – Shablo e Marracash – e con tanti ospiti di livello all’attivo, il disco di Rkomi non poteva che partire subito con le...

Leggi Articolo »

MINISTRI Fuori

ministri fuori
Premessa: negli ultimi tempi i Ministri si sono un po' persi, è come se sul più bello fosse venuta meno la capacità di capitalizzare il grande interesse (di critica e di pubblico) attorno al loro progetto. Fossero dei calciatori, potremmo dire che è mancata finora la consacrazione. Forse è mancato un Sanremo? O forse va anche bene così. Di sicuro il loro percorso e i loro messaggi sono diventati più difficili da interpretare. Hanno sbagliato ufficio stampa? Facile, anzi, certo. Nel 2010 scrivevamo questo di "Fuori". Sono proprio un gran gruppo, ‘sti Ministri. Senza voler eccedere in commenti sdolcinati o…

Score

0

Premessa: negli ultimi tempi i Ministri si sono un po’ persi, è come se sul più bello fosse venuta meno la capacità di capitalizzare il grande interesse (di critica e...

Leggi Articolo »

FABRI FIBRA Fenomeno

fabri fibra fenomeno
"Fenomeno" è un disco ricco di basi interessanti e povero di contenuti. Non c'è sostanza nelle narrazioni di Fabri Fibra e anche gli incastri (vero piatto forte della casa da sempre) in questo nuovo capitolo sono dosati col contagocce. Parliamo di un album annacquato, che prova vanamente a dire qualcosa, ma tolte le strumentali (firmate fra gli altri da Bassi Maestro, Shablo, Big Fish, Mace e Don Joe) resta veramente poco sul tavolo. "Fenomeno" è un disco che non parla né ai coetanei di Fabri Fibra (cioè i quarantenni di oggi) né alle generazioni successive. E' come se stesse in un…

Score

QUALITA' - 48%

48%

48

“Fenomeno” è un disco ricco di basi interessanti e povero di contenuti. Non c’è sostanza nelle narrazioni di Fabri Fibra e anche gli incastri (vero piatto forte della casa da sempre)...

Leggi Articolo »

ELISA «Non mi sento molto cambiata da quella che ero all’inizio»

ELISA
Tre serate (12, 13 e 15 settembre) per celebrare 20 anni di carriera in un posto estremamente suggestivo per esprimere la creatività di Elisa. . Non ci sarà una tournée. Sarà possibile per il pubblico acquistare l’abbonamento a tutte e tre le serate e i trasporti verranno agevolati così da permettere a chiunque in tutt’Italia di raggiungere Verona. In progetto c’è inoltre un percorso video curato da Elisa che andrà in onda in…

Score

0

Tre serate (12, 13 e 15 settembre) per celebrare 20 anni di carriera in un posto estremamente suggestivo per esprimere la creatività di Elisa. Saranno tre show unici, completamente differenti...

Leggi Articolo »

BOUCHRA «Amy Winehouse, Michael Jackson, Sia, Beyoncé e Stromae sono i miei artisti preferiti»

BOUCHRA
Dopo il successo di “Blanc ou noir”, cantato in lingua francese (oltre un milione di view del video), da pochi giorni è in radio e su tutte le piattaforme digitali “Yallah”, il nuovo singolo di Bouchra, promettente scommessa di casa Universal. «. "Yallah", in lingua araba, significa infatti "Andiamo". E’ un messaggio per incitare le persone ad andare avanti senza fermarsi mai, superando le insidie della vita».…

Score

0

Dopo il successo di “Blanc ou noir”, cantato in lingua francese (oltre un milione di view del video), da pochi giorni è in radio e su tutte le piattaforme digitali “Yallah”,...

Leggi Articolo »

GIONNYSCANDAL Reset

GIONNYSCANDAL reset
Togliete l'auto-tune a GionnyScandal. Perché non solo lo usa male, ma soprattutto quando non servirebbe. Forse non è neppure colpa sua. , ma se hai un buon flow e una discreta capacità di maneggiare l'orecchiabilità perché sputtanarsi? Quello di GionnyScandal è hip... pop da classifica, con dei testi adolescenziali e delle basi piuttosto bruttine - anche lui se lo mena con la storiella che ha fatto i soldi e i suoi coetanei lavorano in ufficio o da McDonald's, che palle. Peccato, perché il ragazzo è…

Score

QUALITA' - 50%

50%

50

Togliete l’auto-tune a GionnyScandal. Perché non solo lo usa male, ma soprattutto quando non servirebbe. Forse non è neppure colpa sua. “Reset” è un album rovinato da questo effetto che fa...

Leggi Articolo »