IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Canzone d'autore > GIOVANNI TRUPPI

GIOVANNI TRUPPI Giovanni Truppi

GIOVANNI_TRUPPI

Non fatevi fregare dall’estetica bislacca che lo contraddistingue apparentemente. E’ un disco ambizioso, quello di Giovanni Truppiprova a inseguire la strada indicata (a tanti) da Rino Gaetano, lanciando messaggi positivi e usando toni scanzonati e stonati. Chi invece non ha voglia di spingersi sino al mitico Rino, può fermarsi a Bugo. Indicativamente le coordinate sono queste.

E’ un disco che parla di amore e di sesso, di politica e di Dio, delle donne e degli uomini. Insomma, Giovanni Truppi mette nel calderone un sacco di tematiche e arricchisce il tutto con un campionario di suoni che partendo da posizioni rock va ad abbracciare il folk e una certa canzone d’autore Anni Sessanta/Settanta. E’ un buon compact? Nelle intenzioni sì, ma al di là di una fruibilità pop limitata, il problema è la presenza di troppi frammenti diversi. Sembra più un esperimento che non un disco con un’idea di fondo.

Molto meglio quando Truppi prova a fare il cantautore… alternativo, come nel caso di “Hai messo incinta una scema” oppure nella conclusiva “Eva”.

Non fatevi fregare dall'estetica bislacca che lo contraddistingue apparentemente. E' un disco ambizioso, quello di Giovanni Truppi: . Chi invece non ha voglia di spingersi sino al mitico Rino, può fermarsi a Bugo. Indicativamente le coordinate sono queste. E' un disco che parla di amore e di sesso, di politica e di Dio, delle donne e degli uomini. Insomma, Giovanni Truppi mette nel calderone un sacco di tematiche e arricchisce il tutto con un campionario di suoni che partendo da posizioni rock va…

Score

QUALITA' - 51%

51%

51

Tag