IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Live > ARIANE ROY
ariane roy

ARIANE ROY Popup!, Parigi, Francia - 10 novembre 2022

La storia inizia pressappoco così: c’è una ragazzina che sta provando i suoi strumenti su un minuscolo palco di Parigi. E la storia finisce con la ragazzina che – allo spegnersi delle luci – sparisce, per lasciare spazio a un’altra persona. Che è sempre Ariane Roy, ma che sul palco sembra davvero un’altra persona quando si tratta di portare dal vivo la sua arte. Per carità, la storia della musica è piena di situazioni simili, di persone che fuori e dentro il palco trovano un Io diverso, ma in questo caso specifico l’impatto è stato netto, finanche violento, perché Ariane Roy quando attacca a suonare e cantare sembra distante anni luce dalla ragazza timida e riservata che appare, scompare e riappare durante i suoi live.

Nella tappa parigina ha portato dal vivo il suo “Medium Plaisir”, che è un disco di buonissime canzoni con delle punte di eccellenza, come “Tu voulais parler”, un pezzo dal potenziale enorme, che infatti la giovane cantante si è subito giocata in apertura, cantandolo con energia e portandolo a un livello persino superiore rispetto alla versione su disco. Ma la scaletta proposta ha dato buone sensazioni in diversi frangenti, perché il materiale a disposizione è di qualità e lascia spazio a molteplici modi per ammaliare il pubblico. Non ha stupito, dunque, che pezzi come “Fille à porter” e “Le paradis de l’amour” – abbastanza diversi fra loro – siano riusciti a ben impressionare con facilità.

Concerto rapido: un’oretta e poi tutti a casa. Contenti.

Tag