IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Electro > ADRIANO CANZIAN

ADRIANO CANZIAN Damned

Adriano Canzian - per mutuare un'espressione che va tanto di moda ultimamente - è sempre sul pezzo. Che nel caso specifico ha una valenza più ampia, perché "sul pezzo" c'è per davvero e da parecchio tempo. Canzian fa parte di una ristretta cerchia di artisti illuminati capaci di tradurre, rinnovare e portare su un livello superiore l'electro/techno, mantenendo il genere sempre ancorato alle piste da ballo ma dandogli anche una forma ricercata. "Damned" è un disco intriso dello stile personalissimo del Nostro, che ama lambire i territori dell'industrial senza però farsi ingabbiare in uno stereotipo. L'album contiene pezzi buoni…

Score

QUALITA' - 74%

74%

74

adriano canzian damned

Adriano Canzian – per mutuare un’espressione che va tanto di moda ultimamente – è sempre sul pezzo. Che nel caso specifico ha una valenza più ampia, perché “sul pezzo” c’è per davvero e da parecchio tempo. Canzian fa parte di una ristretta cerchia di artisti illuminati capaci di tradurre, rinnovare e portare su un livello superiore l’electro/techno, mantenendo il genere sempre ancorato alle piste da ballo ma dandogli anche una forma ricercata.

Damned” è un disco intriso dello stile personalissimo del Nostro, che ama lambire i territori dell’industrial senza però farsi ingabbiare in uno stereotipo. L’album contiene pezzi buoni per ballare e robe più seducenti come “Wild Strawberries”, con la presenza perfetta di Anna Patrini.

La scaletta è corposa: 12 episodi per quasi 70 minuti di musica. Quando il beat sale di tono rimpiangi di essere in casa ad ascoltare l’album, quando invece plana verso territori meno impegnativi rimpiangi ugualmente di essere in casa, perché il posto giusto sarebbe in un club, sdraiato su divanetto a guardare tutta quella gente attorno a te che continua invece a ballare.

Insomma, un album fresco e coinvolgente, con un brano acidissimo come “80’s Bitch” (featuring Christian Lacroix) che conquista al primo ascolto.

Tag