IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Blues > GIAN LUCA MONDO

GIAN LUCA MONDO Petali

GIAN-LUCA-MONDO

Petali” (Contro Records) non è un disco banale. Le canzoni che contiene guardano a Cesare Basile (e vagamente ai Massimo Volume) con una certa insistenza, ma c’è anche tanto cantautorato americano (Dylan) e italiano (De Gregori) nella musica di Gian Luca Mondo.

Bisogna essere sinceri: l’album dura troppo e alcuni passaggi appesantiscono invece di rilanciare le buone intenzioni del cantautore piemontese. Ma ci sono brani – come ad esempio “Rivelazioni”, l’acidissima “Petali” e “Valentina Blues (per Carr)” – che danno al compact spessore e forza. Insomma, il risultato non è malaccio: siamo davanti a un blues-rock cantautorale che riesce a intrattenere con intelligenza. C’è tanto “già sentito” lungo le 12 canzoni in scaletta ma nel giudicare positivamente il lavoro preferiamo soffermarci sulle valide intuizioni presenti.

Prezioso il lavoro di Alec Dreiser: ha curato la direzione artistica del progetto.

"Petali" (Contro Records) non è un disco banale. Le canzoni che contiene guardano a Cesare Basile (e vagamente ai Massimo Volume) con una certa insistenza, ma c'è anche tanto cantautorato americano (Dylan) e italiano (De Gregori) nella musica di Gian Luca Mondo. Bisogna essere sinceri: l'album dura troppo e alcuni passaggi appesantiscono invece di rilanciare le buone intenzioni del cantautore piemontese. Ma ci sono brani - come ad esempio "Rivelazioni", l'acidissima "Petali" e "Valentina Blues (per Carr)" - che danno al compact spessore e forza. Insomma, . C'è tanto…

Score

QUALITA' - 66%

66%

66

Tag