IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Canzone d'autore > CESARE BASILE

CESARE BASILE Cummeddia

Subito una provocazione: peccato che nel corso della sua carriera Cesare Basile si sia dedicato poco alle pubbliche relazioni, perché nell'Era dei social e delle stories, anche il "proporsi" diventa una necessità. Il cantautore catanese ha invece sempre scelto un percorso all'insegna dell'integrità artistica, a volte anche difficile da comprendere a livello puramente commerciale. “Cummeddia” è un album di storie e canzoni, in perfetta linea con l'animo/a di Basile, che si trova indubbiamente a suo agio con questo universo sonoro dove la lingua siciliana si adagia sul blues, su un folk da fine del mondo. C'è una tensione che…

Score

QUALITA' - 75%

75%

75

cesare basile cummeddiaSubito una provocazione: peccato che nel corso della sua carriera Cesare Basile si sia dedicato poco alle pubbliche relazioni, perché nell’Era dei social e delle stories, anche il “proporsi” diventa una necessità. Il cantautore catanese ha invece sempre scelto un percorso all’insegna dell’integrità artistica, a volte anche difficile da comprendere a livello puramente commerciale.

Cummeddia” è un album di storie e canzoni, in perfetta linea con l’animo/a di Basile, che si trova indubbiamente a suo agio con questo universo sonoro dove la lingua siciliana si adagia sul blues, su un folk da fine del mondo. C’è una tensione che si muove sottoterra, nelle canzoni dell’artista siculo, una tensione maneggiata con cura e che porta l’ascoltatore a restare in allerta per tutta la durata del compact.

Nulla è superfluo, in questo disco che dialoga subito (e senza filtri) con chi si trova dall’altra parte, e – aspetto di non poco conto – l’uso del dialetto come nella migliore tradizione di una certa world music italiana (dai primissimi Almamegretta sino a Liberato) diventa qui linguaggio universale, comprensibile da Nord a Sud, senza dover scendere a compromessi.

Tag