IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Canzone d'autore > SILENT CARNIVAL

SILENT CARNIVAL Somewhere

“Somewhere” è il terzo album di Silent Carnival, creatura sonora che Marco Giambrone ha cresciuto a partire dal 2012. Il disco rimanda a un folk desertico, a un cantautorato di matrice inglese. Ma più delle coordinate sonore, conta l'atmosfera. Perché "Somewhere" è un album con un suo mood ben preciso, un marchio di fabbrica che contraddistingue in positivo l'intera scaletta. Parliamo di una sensazione di vertigine a contatto con il vuoto, di uno stato di gradevole malinconia che ristora ed esalta. Perché dunque un voto così stringato? Perché crediamo che sulla melodia, Giambrone, possa ancora lavorare per rendere le…

Score

QUALITA' - 64%

64%

64

silent carnival somewhere

Somewhere” è il terzo album di Silent Carnival, creatura sonora che Marco Giambrone ha cresciuto a partire dal 2012. Il disco rimanda a un folk desertico, a un cantautorato di matrice inglese. Ma più delle coordinate sonore, conta l’atmosfera. Perché “Somewhere” è un album con un suo mood ben preciso, un marchio di fabbrica che contraddistingue in positivo l’intera scaletta. Parliamo di una sensazione di vertigine a contatto con il vuoto, di uno stato di gradevole malinconia che ristora ed esalta.

Perché dunque un voto così stringato? Perché crediamo che sulla melodia, Giambrone, possa ancora lavorare per rendere le sue canzoni non solo intriganti ma anche fruibili a un pubblico più ampio rispetto a quello specializzato (o per così dire).

Il compact offre la presenza di diversi artisti, citiamo in particolar modo Caterina Fede perché i suoi interventi vocali sono perfetti con la musica di Giambrone.

Il brano migliore? Vogliamo premiare la coraggiosa title track: quasi 7 minuti di pura atmosfera con la parola che dà il nome al disco ripetuta in maniera ipnotica, quasi a creare una sorta di ponte immaginario con l’ascoltatore.

Tag