IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...

LEF New Vague 15

LEF_new_vague_15

New Vague 15” (O’Disc/Audioglobe) è il terzo disco in studio del sestetto italo-inglese Lef: nove brani più una ghost track che affondano le radici nella new wave, che i Nostri interpretano con qualche divagazione attorno al tema centrale, ma restando anche in quelle occasioni comunque ben aggrappati alla base della loro proposta sonora. L’album è attraversato da così tante fascinazioni che contarle è una bella impresa: ci sono i Massimo Volume e i Joy Division, ci sono i Bauhaus e i Diaframma di Federico Fiumani e tanti altri ancora. Per gli amanti del genere (e i nostalgici di un’epoca irripetibile) è un disco perfetto: il suono è sì derivativo al massimo ma è servito con intelligenza e una sufficiente dose di originalità. I Lef non inventano nulla, per carità, ma le loro canzoni sanno intrattenere e non sono noiose.

Perfetta la durata del compact (38 minuti), sensata la scaletta, discutibile invece la scelta di usare l’italiano (tanto) e l’inglese (poco) per i testi, perché annacqua l’identità del progetto. I brani migliori? La title track e “21 Grammi”.

"New Vague 15" (O'Disc/Audioglobe) è il terzo disco in studio del sestetto italo-inglese Lef: nove brani più una ghost track che affondano le radici nella new wave, che i Nostri interpretano con qualche divagazione attorno al tema centrale, ma restando anche in quelle occasioni comunque ben aggrappati alla base della loro proposta sonora. . Per gli amanti del genere (e i nostalgici di un'epoca irripetibile) è…

Score

QUALITA' - 62%

62%

62

Tag