IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Canzone d'autore > ALESSANDRO PACINI

ALESSANDRO PACINI Pausa siderale

La musica è una magia stranissima e imperfetta. Prendete Alessandro Pacini. Canta meravigliosamente bene, ha un'espressività che mette i brividi. Eppure al suo disco manca qualcosa. Le canzoni di "Pausa siderale" sembrano belle stanze senza finestre, come se il Nostro si fosse dimenticato del mondo circostante guardando troppo il proprio. Per carità, essere un pochino autoreferenziali non è un difetto (Cristiano Godano ci ha costruito una carriera grandiosa), ma qui forse si è esagerato. . Il…

Score

QUALITA' - 56%

56%

56

alessandro pacini

La musica è una magia stranissima e imperfetta. Prendete Alessandro Pacini. Canta meravigliosamente bene, ha un’espressività che mette i brividi. Eppure al suo disco manca qualcosa. Le canzoni di “Pausa siderale” sembrano belle stanze senza finestre, come se il Nostro si fosse dimenticato del mondo circostante guardando troppo il proprio. Per carità, essere un pochino autoreferenziali non è un difetto (Cristiano Godano ci ha costruito una carriera grandiosa), ma qui forse si è esagerato.

Il risultato è un album di folk cantautorale che dialoga poco con l’ascoltatore, che dura uno sproposito (66 minuti!) e che ha poco ritmo. Il primo ascolto è difficoltoso, quelli successivi un po’ meno, tuttavia il giudizio generale non cambia di molto. Insomma, una scrittura così raffinata, una voce così bella meritano valorizzazioni migliori. Un’occasione persa.

Il brano da ascoltare e riascoltare? A nostro avviso “Il torrente”.

Tag