IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Alternative > IL CORPO DOCENTI

IL CORPO DOCENTI Scivoli

Cari Il Corpo Docenti, la strada è ancora lunga. Eh sì, perché "Scivoli", l'EP d'esordio della band milanese, è più un "assomiglia a" piuttosto che un lavoro dotato di identità e gambe proprie. Tolta la tecnica dei Nostri, il resto è un cantiere aperto che necessita di cure e lavoro certosino: il suono non ha personalità, i testi sono cantati con la grinta giusta ma non dicono granché, e la mente dell'ascoltatore va troppe volte dietro l'impressione che le canzoni non siano altro che una rivisitazione di quanto offerto dai Ministri in questi anni. La parte melodica dei brani è…

Score

QUALITA' - 50%

50%

50

il corpo docenti scivoli

Cari Il Corpo Docenti, la strada è ancora lunga. Eh sì, perché “Scivoli“, l’EP d’esordio della band milanese, è più un “assomiglia a” piuttosto che un lavoro dotato di identità e gambe proprie. Tolta la tecnica dei Nostri, il resto è un cantiere aperto che necessita di cure e lavoro certosino: il suono non ha personalità, i testi sono cantati con la grinta giusta ma non dicono granché, e la mente dell’ascoltatore va troppe volte dietro l’impressione che le canzoni non siano altro che una rivisitazione di quanto offerto dai Ministri in questi anni. La parte melodica dei brani è fiacca e non riesce quasi mai a valorizzare i contenuti.

In scaletta cinque pezzi: il migliore è “Silenzio”. Insomma, un pop-rock alternativo che al momento circola con la carta di identità clonata.

Tag