IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Canzone d'autore > OGA MAGOGA

OGA MAGOGA Apollineo/Dionisiaco

Tra i Beatles e un Lucio Battisti scanzonato. Ecco le coordinate degli Oga Magoga. Con "Apollineo/Dionisiaco" si divertono a reinterpretare le caratteristiche tipiche della canzone d'autore, provando a svecchiarla, infarcendo tutto - a volte, non sempre - con melodie e cori e seconde voci alla Beach Boys. Insomma, un bel minestrone di cose e fascinazioni. Il risultato? . I punti di forza? Gli arrangiamenti sempre vari e l'ottima resa sulla lunga distanza degli episodi più coraggiosi -…

Score

QUALITA' - 61%

61%

61

oga magoga

Tra i Beatles e un Lucio Battisti scanzonato. Ecco le coordinate degli Oga Magoga. Con “Apollineo/Dionisiaco” si divertono a reinterpretare le caratteristiche tipiche della canzone d’autore, provando a svecchiarla, infarcendo tutto – a volte, non sempre – con melodie e cori e seconde voci alla Beach Boys. Insomma, un bel minestrone di cose e fascinazioni. Il risultato? Un album che intrattiene, che flirta apertamente con il pop e che, pur non proponendo guizzi memorabile, si guadagna la pagnotta con estrema facilità.

I punti di forza? Gli arrangiamenti sempre vari e l’ottima resa sulla lunga distanza degli episodi più coraggiosi – non a caso i pezzi migliori sono proprio quelli che hanno una durata extralarge, cioè “Euridice” e “Gayatri Mantra”.

I punti deboli? Alcuni pezzi in scaletta sembrano dei provini, e non dei brani fatti e finiti.

Tag