IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Cinema2020

Cinema2020

THE VIGIL Keith Thomas

the vigil
"The Vigil" è un horror fatto bene e alla vecchia maniera, quasi una rarità. Perché in un cinema contemporaneo dove l'abuso degli effetti speciali è una consuetudine, qui si è scelto di spaventare lo spettatore con gli strumenti tipici del mestiere, quindi un grande sonoro accompagnato dalle belle musiche di Michael Yezerski, i cari vecchi lenzuoli bianchi, tanti chiaroscuri, una regia solida e ben indirizzata dall'esordiente Keith Thomas e poi una storia fin credibile. Insomma, un horror come si dovrebbe fare e come - purtroppo - se ne fanno sempre meno. Brava la Blumhouse Productions a credere in questo…

Score

SCORE - 7.5

7.5

8

“The Vigil” è un horror fatto bene e alla vecchia maniera, quasi una rarità. Perché in un cinema contemporaneo dove l’abuso degli effetti speciali è una consuetudine, qui si è...

Leggi Articolo »

THE NEW MUTANTS Josh Boone

the new mutants
C'è poco da dire - e infatti poco diremo. Perché "The New Mutants" è un film brutto, pronto già da diverso tempo e sempre rinviato, a conferma che la 20th Century Studios non è che smaniasse dalla voglia di distribuirlo. Da qui l'idea di buttarlo nelle sale in un periodo abbastanza "morto" e con pochi titoli in cartellone. La trama. Cinque giovani mutanti, scoperte le proprie incredibili capacità mentre si trovano confinati in una struttura segreta contro la loro volontà, combattono per sfuggire alle colpe del loro passato e salvare se stessi. Il cast - nei nomi - non…

Score

SCORE - 4

4

4

C’è poco da dire – e infatti poco diremo. Perché “The New Mutants” è un film brutto, pronto già da diverso tempo e sempre rinviato, a conferma che la 20th...

Leggi Articolo »

DOGTOOTH Yorgos Lanthimos

dogtooth
Yorgos Lanthimos ha dimostrato in questi anni . E' lui il regista dal quale ti aspetti sempre qualcosa in più e quel qualcosa in più (complice la perfetta alchimia con lo sceneggiatore Efthymis Filippou) arriva sempre. Finora la sua filmografia, infatti, è una scorpacciata di capolavori, e siamo felici che proprio il 2020 sia coinciso con la riscoperta al cinema di una chicca come "Dogtooth", un'opera del 2009 candidata anche agli Oscar e che ben fotografa lo stile del grande regista greco. Una pellicola…

Score

SCORE - 8

8

8

Yorgos Lanthimos ha dimostrato in questi anni di essere il più concreto erede dei vari Haneke, Von Trier, ma ci mettiamo anche Kubrik. E’ lui il regista dal quale ti...

Leggi Articolo »

TENET Christopher Nolan

tenet
"Tenet" non è un gran film. . E se prendiamo la pellicola che - forse - potrebbe meglio ricordare l'atmosfera di "Tenet", cioè "Inception" (con tutte le differenze del caso, naturalmente), ci accorgiamo che alla fine il risultato è tanto distante da quel capolavoro che rappresenta la pietra angolare della storia di Nolan. Questo è un film costruito su incastri e scatole cinesi come "quel" film,…

Score

SCORE - 5.5

5.5

6

“Tenet” non è un gran film. E’ senza dubbio un’opera che ha tutti i tratti caratteristici dell’arte di Christopher Nolan (ossessionato dal rapporto col tempo e lo spazio) ma non...

Leggi Articolo »

VOLEVO NASCONDERMI Giorgio Diritti

volevo nascondermi
Non un film necessario, ma utile sì. "Volevo nascondermi" mette al centro la figura del pittore e scultore italiano Antonio Ligabue, un personaggio controverso, a cui Elio Germano (nella finzione scenica) prova a dare un'umanità che non sempre risulta di facile comprensione per lo spettatore, con il protagonista dell'opera che talvolta assume i contorni della caricatura, della macchietta. Intendiamoci: l'asticella per Germano era alta, e diciamo che alla fine ha portato a casa una comoda sufficienza, anche perché Giorgio Diritti (il regista) gli ha confezionato addosso una sceneggiatura ricca di spunti teatrali, consentendo a Germano - un vero talento…

Score

SCORE - 6

6

6

Non un film necessario, ma utile sì. “Volevo nascondermi” mette al centro la figura del pittore e scultore italiano Antonio Ligabue, un personaggio controverso, a cui Elio Germano (nella finzione...

Leggi Articolo »

GRETEL E HANSEL Oz Perkins

gretel hansel
Il finale non è granché, risulta un po' raffazzonato, ma per il resto questo "Gretel e Hansel" è tanta roba. . La trama. Gretel e il suo fratellino Hansel lasciano la loro abitazione in un periodo di pestilenza e carestia. Durante il loro cammino, alla ricerca…

Score

SCORE - 7

7

7

Il finale non è granché, risulta un po’ raffazzonato, ma per il resto questo “Gretel e Hansel” è tanta roba. La rivisitazione in chiave horror della tradizionale favola dei fratelli...

Leggi Articolo »

L’UOMO INVISIBILE Leigh Whannell

uomo invisibile
Anche se sei terribilmente brava, quando hai una brutta sceneggiatura fra le mani vai a sbattere. A Elisabeth Moss possiamo dunque rimproverare la scelta del film sbagliato, nonostante il suo comunque l'abbia fatto. "L'uomo invisibile" è una pellicola scritta e diretta da Leigh Whannell. L'opera è un adattamento moderno del romanzo di H. G. Wells e reboot dell'omonimo adattamento del 1933. La trama. Cecilia è intrappolata da anni in una relazione violenta e degradante con il ricco ingegnere e uomo d'affari Adrian Griffin (Oliver Jackson-Cohen), almeno finché una notte non decide di fuggire; prepara le valigie, disattiva le telecamere…

Score

QUALITA' - 4.5

4.5

5

Anche se sei terribilmente brava, quando hai una brutta sceneggiatura fra le mani vai a sbattere. A Elisabeth Moss possiamo dunque rimproverare la scelta del film sbagliato, nonostante il suo...

Leggi Articolo »

FAVOLACCE Damiano e Fabio D'Innocenzo

favolacce
Chissà. Magari doppiato e sottotitolato, questo "Favolacce" può dare qualcosa in più. Perché nella versione originale - con un recitato pessimo e una presa diretta da mani nei capelli - il risultato è decisamente al di sotto delle aspettative, nonostante qualcosa di buono a livello tecnico ci sia: montaggio, fotografia e location soprattutto. Al Festival di Berlino 2020 il film di Damiano e Fabio D'Innocenzo ha vinto il premio per la miglior sceneggiatura. Buon per loro e per il cinema italiano, ma in tutta onestà la pellicola è mediocre al netto di un paio di guizzi tutti legati alla…

Score

SCORE - 5

5

5

Chissà. Magari doppiato e sottotitolato, questo “Favolacce” può dare qualcosa in più. Perché nella versione originale – con un recitato pessimo e una presa diretta da mani nei capelli –...

Leggi Articolo »

ULTRAS Francesco Lettieri

ultras
Che delusione. Accompagnato da polemiche e attese, "Ultras" doveva - nelle intenzioni - portare Francesco Lettieri a compiere un salto di qualità dopo un'onorata carriera nei videoclip, e invece il suo esordio da regista è un clamoroso flop, perché nella sua opera è davvero una bella fatica cogliere qualcosa di buono, dal momento che regia, montaggio, dialoghi, soggetto, sceneggiatura, ambientazioni e interpreti sono una deriva senza appigli. La trama. A quasi cinquant'anni, Sandro (Aniello Arena) è ancora il capo del gruppo ultras degli Apache, con i quali ha passato tutta la sua vita allo stadio tra scontri, trasferte e…

Score

SCORE - 3.5

3.5

4

Che delusione. Accompagnato da polemiche e attese, “Ultras” doveva – nelle intenzioni – portare Francesco Lettieri a compiere un salto di qualità dopo un’onorata carriera nei videoclip, e invece il...

Leggi Articolo »

QUEEN & SLIM Melina Matsoukas

queen slim
Finora il 2020 ha portato in dono diverse valide pellicole. E siamo felici di accogliere nel novero anche "Queen & Slim" di Melina Matsoukas, qui al suo debutto da regista cinematografica dopo una lunghissima carriera alle prese con videoclip musicali per star a cinque stelle. Per il suo esordio, la regista classe 1981, ha scelto una storia d'amore costruita bene. Ok, a trequarti della visione, il finale inizia ad essere qualcosa in più di un presagio, ma nello sviluppo è perfetto. La trama. Due giovani si incontrano (tramite Tinder) e nel viaggio di ritorno in automobile vengono fermati da…

Score

SCORE - 8

8

8

Finora il 2020 ha portato in dono diverse valide pellicole. E siamo felici di accogliere nel novero anche “Queen & Slim” di Melina Matsoukas, qui al suo debutto da regista...

Leggi Articolo »