IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...

GIEI Panic

"Panic" è il disco d'esordio (autoprodotto) del ligure Giei. Come tutti i debutti si porta dietro le classiche sbavature di chi prova a mettere dentro un po' di tutto senza badare troppo alla compattezza, all'omogeneità. Il risultato è un album che saltella fra più generi: dal rock al punk al country, passando per il pop. Non è facile mettere a fuoco lo stile dell'artista, più facile invece notare i punti di forza del compact: intrattiene piuttosto bene e le linee melodiche sono quasi sempre azzeccate. In scaletta 11 pezzi per 40 minuti. La parte musicale - per quanto derivativa…

Score

QUALITA' - 62%

62%

62

giei

Panic” è il disco d’esordio (autoprodotto) del ligure Giei. Come tutti i debutti si porta dietro le classiche sbavature di chi prova a mettere dentro un po’ di tutto senza badare troppo alla compattezza, all’omogeneità. Il risultato è un album che saltella fra più generi: dal rock al punk al country, passando per il pop. Non è facile mettere a fuoco lo stile dell’artista, più facile invece notare i punti di forza del compact: intrattiene piuttosto bene e le linee melodiche sono quasi sempre azzeccate.

In scaletta 11 pezzi per 40 minuti. La parte musicale – per quanto derivativa – al momento si fa preferire rispetto alle liriche, che raramente riescono a definire immagini o storie dai contorni ben definiti. La tecnica è buona, il mixaggio è di valore, forse sulla produzione avremmo lavorato più di fino, ma per essere un esordio c’è professionalità e “Panic” non è un lavoro amatoriale. Bravino, insomma.

Tag